COL MARKETING PUOI VENDERE QUALUNQUE COSA

copertina non vendo niente!

e altri vaneggiamenti delle Web Agency Fuffa

Difficilmente mi capita di essere dispiaciuto così tanto come oggi.

È successa una cosa… raccapricciante… ed ho deciso di raccontartela perché, visto che sei un mio lettore, è mio dovere metterti in guardia dai pericoli di quelli che dichiarano di fare il mio lavoro e invece vogliono solo prendere i tuoi soldi e sparire dalla circolazione.

Qualche giorno fa mi ha scritto un’amica che segue il mio Blog. La sua è una situazione particolare: ha iniziato a leggere i miei articoli e seguirli con passione, ma non ha mai applicato alcun mio trucco o insegnamento.

Non per scarsa fiducia o per scetticismo. La mia amica ha un’attività e le sue Pagine Social sono gestite da una Web Agency.

O meglio: da una Web Agency Fuffa.

Facciamo un passo indietro e vediamo in breve la storia della mia amica:

alcuni anni fa ha ereditato dalla sua famiglia un’attività su strada in un piccolo paese. Negli ultimi anni l’attività, complice anche l’avvento del Web, aveva iniziato a perdere clienti e fatturato.

In poco tempo il gruzzolo messo da parte dalla sua famiglia negli anni d’oro era diventato sempre più sottile. Fino a scomparire.

Quando l’attività è stata “donata” a lei, la situazione era decisamente tragica:

  • I prodotti in vendita erano della qualità più scadente possibile, per poter tenere i prezzi bassi, sperando di battere la concorrenza sul prezzo.
  • I locali del punto vendita erano fatiscenti, deteriorati dal tempo e dalla inesistente manutenzione.
  • Il personale, mal pagato e spesso incolpato delle scarse vendite, era diventato sempre più menefreghista e scortese con la clientela.

La mia amica conosceva già la situazione, ma non aveva idea di come uscirne.

macchina rotta
Alcune attività sono dei veri catorci sotto ogni punto di vista!

La strategia di vendita dell’attività familiare, da sempre, si era basata sulla VICINANZA

Ovvero, essendo un in piccolo paese, era dato per scontato che tutti avrebbero acquistato in quel punto vendita.

Comprenderai che questa strategia aveva già smesso di funzionare da tempo e che la sua famiglia non aveva fatto assolutamente nulla per stare al passo con i tempi. Anzi, aveva disintegrato il conto in banca per sopravvivere e pagare le spese.

La mia amica aveva capito molto presto di essere vicinissima al “punto di non ritorno”. Ed ha immediatamente cercato di porre rimedio pensando ad un modo per rimettere in carreggiata l’attività.

Come?

Fortunatamente questa amica è molto meno fuori dal mondo dei suoi genitori e, complice forse la giovane età, ha compreso immediatamente che avrebbe dovuto usare il Web per attrarre nuovi clienti. Così ha fatto la cosa più giusta da fare: ha cercato professionisti a cui affidare la propria comunicazione.

I quali poi si sono rivelati essere ben poco professionisti. Anzi, non sono altro che veri Banditi, truffatori senza scrupoli.

Forse starai pensando che questa Web Agency Fuffa fosse semplicemente incompetente. Capisco: ce ne sono talmente tante che fanno questo lavoro senza una preparazione di alto livello, costante e continuativa, che viene facile pensare che le cose stessero così.

E invece no.

Quei Banditi, in termini di Marketing, erano anche preparati. Non delle cime, ma avevano la base minima necessaria per fare un lavoro decente.

Solo che non avevano scrupoli.

Non puntavano al successo del proprio cliente -e chi gestisce il Marketing di un’attività non sua deve fare SOLO questo- ma solo al proprio profitto.

E quindi cosa hanno fatto?

Semplice: hanno detto alla mia amica che grazie a loro lei avrebbe risollevato la sua attività e che il punto vendita sarebbe stato nuovamente fonte di guadagno, tornando allo splendore di un tempo.

La mia amica, purtroppo per lei, ci è cascata.

Non la biasimo, alcuni truffatori sono davvero bravi.

Per diverso tempo la mia amica ha quindi finanziato la Web Agency Fuffa, ma in termini di fatturato non è cambiato assolutamente nulla. Anzi, la situazione è ulteriormente peggiorata. A richiesta di spiegazioni la risposta è sempre stata vaga o legata a concetti tipo:

Il tuo locale è in una zona difficile;

Hai molta concorrenza;

Devi spendere di più se vuoi qualche risultato.

Non temere: dopo la mia risposta alla mail che mi ha inviato ha già licenziato in tronco la Web Agency Fuffa e sta facendo il possibile per rimettere in ordine la situazione.

Ma analizziamo un attimo cosa è successo, punto per punto:

  1. L’attività in questione non funzionava da tempo, le criticità erano molte e su tutti i fronti. Non solo quello delle comunicazioni Web.
  2. La titolare, disperata, ha cercato aiuto da un Team di professionisti.
  3. Non è stata però in grado di riconoscere di essere vittima di una truffa e si è sentita sempre più disperata e senza futuro.
  4. Ha avuto la forza di continuare a combattere, poi ha trovato i Sarti.
  5. Ora la sua vita può cambiare.

Perché?

Perché i Sarti del Web non accetteranno mai di fare Marketing per lei se lei prima non cambia le importazioni di base del suo prodotto.

In altre parole

NON È POSSIBILE VENDERE UN PRODOTTO DI SCARSA QUALITÀ, IN UN AMBIENTE NON IDONEO E CON PERSONALE NON PREPARATO.

allerta

O meglio: si può anche fare, ma per pochissimo e con scarsi risultati. Quei pochi che si faranno abbindolare dalle tue comunicazioni truffaldine non torneranno mai più a comprare da te. Perché? Per che tu li hai truffati. Anche senza volerlo, tu hai promesso la soluzione al loro problema, o la realizzazione di un loro desiderio, che poi si è rivelato fallimentare.

Per cui se hai prodotti scarsissimi, un locale brutto e sporco e del personale scorbutico, sei spacciato. Punto e basta.

E se qualcuno dovesse accettare di aiutarti nell’incrementare le vendite con un sistema redditizio di Marketing, non sta facendo altro che truffarti!

La realtà è che il Marketing, anche quello Sartoriale ad elevata prestazione come quello del mio Laboratorio, non può sopperire alle mancanze del tuo prodotto o servizio. Se quello che vendi, il modo in cui lo vendi ed il posto che usi per vendere non sono all’altezza delle richieste del tuo cliente, nessuno può aiutarti a vendere nulla. E tu o cambi strada o meriti di chiudere e lasciare quello spazio a chi ha davvero voglia di costruirsi un futuro roseo e appagante.

Vuoi sapere cosa è successo alla mia amica?

Dopo aver licenziato la Web Agency Fuffa ha chiesto a me di darle una mano con la sua attività.

Come da prassi uno dei miei consulenti l’ha contattata, ha organizzato con lei un incontro in webcam e le ha somministrato la nostra Checklist del Sarto, quella con cui valutiamo le potenzialità del Cliente, costruiamo un progetto su Misura e prepariamo il sistema integrato di Marketing ad alta prestazione che ci è stato richiesto.

Dopo la Checklist, però, non abbiamo davvero iniziato a promuovere il suo locale sul Web.

Semplicemente, le ho fatto un elenco di cosa cambiare e come cambiarlo.

Ora la nostra amica sta sudando sette camicie per rimettersi in pari col mercato, ma sono certo che ce la farà:

  • Sta cambiando fornitori e prodotti, scegliendo elementi di alta qualità, più costosi, ma più redditizi.
  • Sta rinnovando il locale, sistemando al meglio le pecche estetiche e strutturali (e mi ha già detto che a fine anno inizierà a cercare un posto migliore)
  • Sta formando nuovamente i suoi dipendenti, dando loro validi motivi per fare meglio (come ad esempio delle provvigioni sulla vendita che, aggiunte allo stipendio, faranno di loro i dipendenti più felici del paese)

Solo quando avrà terminato tutto questo potremo procedere con un programma di Marketing Su Misura che le porterà più clienti, più frequenti e più altospendenti.

Tra poco la sua strategia non sarà più basata sulla vicinanza. La mia amica ha ben capito che la distanza fisica ora è sempre meno importante. Che i potenziali Clienti superano quella distanza con un Click. Che le vecchie strategie non possono più funzionare.

Dimenticavo: fortunatamente la mia amica non era caduta nella peggiore delle trappole che le avevano piazzato sul percorso quei banditi senza morale: l’acquisto di “followers” (pratica inutile e disgustosa) e, peggio ancora, l’acquisto di recensioni positive, che oltre ad essere scorretto nei confronti dei clienti è anche ILLEGALE. Ma di questo, nello specifico, te ne parlerò in un altro articolo.

Cosa abbiamo imparato dalla storia della nostra amica?

  1. Il Marketing non trasforma il fango in Oro.
  2. Non ti basta avere una comunicazione perfetta, devi anche avere un prodotto all’altezza.
  3. Se il tuo prodotto non è buono CAMBIALO.
  4. Se il tuo locale è brutto TRASFORMALO.
  5. Se il tuo personale non è adeguato INTERVIENI.

Solo dopo tutto questo le tue azioni di Marketing potranno portarti Clienti a palate

e far crescere il tuo conto in banca!

Ora, sfatato il mito per cui si può vendere ghiaccio agli eschimesi senza truffarli, ecco cosa puoi fare tu per non trovarti tra le grinfie di una Web Agency Fuffa che vuole i tuoi soldi e non è interessata al tuo guadagno:

VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE

Il Sarto

logo i sarti del web

PS: la mia amica ora sta facendo una cosa davvero complicata e faticosa. Ma dovresti vedere il suo sguardo: ha una nuova energia, una nuova certezza. Ora sa che, tra poco, potrà finalmente riportare al vecchio splendore l’attività di famiglia e realizzare i suoi sogni!

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *