Aprire un E-Commerce è una Figata! Ovvero: E-Commerce! Il Negozio Online che dovrebbe salvarti la vita e invece NO!

copertina un e-commerce ti salva la vita?

Ovvero: E-Commerce! Il Negozio Online che dovrebbe salvarti la vita e invece NO!

Oggi il Sarto è incazzato nero.

Magari all’apparenza ti sembrerà che per questa incazzatura non si stia parlando di Comunicazione sui Social.

ERRORE!

Si parla SEMPRE di Social e Comunicazione in questo Blog. Si dovrebbe parlare di Comunicazione e Social OVUNQUE! Al Bar, in Palestra, dal Fruttivendolo…

Ti spiego: hai presente quando ti assale quel pensiero che covavi in un angolino della testa e d’improvviso esplode in tutta la sua irruente bestialità?

Ecco, a fare esplodere il pensiero di oggi del Sarto è stata questa sponsorizzata

aprire e-commerce

La scuola è la solita: “sbatti la tettona in primo piano”, frasi scarne, ma parole scelte bene…

Ora mi accingo a intraprendere la difficile strada per farti capire perché sono così incazzato e cercherò di farlo nella maniera più semplice e rapida possibile.

C’è un’opinione diffusa nelle menti degli imprenditori ed imprenditrici italiani, una sorta di vaga nuvoletta sbrilluccicosa, l’idea che un E-Commerce sia uno strumento fantastico e utilissimo.

Che possa salvare la tua/mia/sua/nostra Attività da una stagnazione del mercato.

Beh…sni?

Sono andato a recuperare l’origine di questo pensiero così fastidioso.

Eccotelo, sperando non ti arrechi fastidio.

crisi

L’articolo appartiene a quella sgradevole categoria giornalistica detta “acchiappa click”.

Posso essere sincero no? Siamo tra amici?

IO LI ODIO

Una orribile piaga dei giorni nostri.

Titoli appositamente provocatori solo per farti cliccare e finire su una pagina dove, alla fine, non trovi nulla di che (ma le pubblicità sul sito saranno molto contente).

Ti risparmio la fatica di cercarlo e leggere le poche righe dove si spiega che l’attività produceva ricambi di elettrodomestici per le cucine, ma non andava bene ed avevano fatto dei tentativi per risollevare la situazione, fra cui un e-commerce. Infine il gesto.

L’ennesimo suicidio per cause economiche in Italia, ennesimo articolo di giornale che confonde ancora di più le idee.

Ecco, dal punto di vista del Sarto entrambe le immagini rappresentano persone che APPROFITTANO della confusione che hai in testa. E ciò è brutto. Bruttissimo!

Proverò a fare chiarezza in questo marasma incolore, onde dipanare questa nebbiolina che temo aleggi anche nella tua mente.

L’E-Commerce è all’atto pratico quello che si pensa: un negozio i cui scaffali non poggiano fisicamente in un negozio reale, ma in una stanza virtuale in grado di vendere prodotti e/o servizi.

negozio lampade bazar

Ciò che NON è: uno strumento magico, una soluzione fatata ad un momento di crisi per la tua Attività, un’arma infallibile che può risollevare le sorti della tua Azienda.

Cominciamo da questo: dall’idea diffusa che se una cosa non funziona nel mondo Offline, allora c’è una qualche formula segreta per cui se la metto Online e la agghindo abbastanza ALLORA ricomincerà a funzionare! Ed i soldi arriveranno…

Ti fai un bel Vestito e la gente ti sbava dietro?

Ma in che sogno?

Se posso darti una definizione il più concreta possibile, frutto dell’esperienza di un decennio buono nel settore, questa è: spesso il mercato online è differente, per cui prodotti che trovano sbocchi nella distribuzione fisica non hanno un vero mercato online, e al contrario prodotti non presenti nei negozi fisici possono rivelarsi ideali per la vendita online.

Ma anche avendo l’idea meravigliosa, il prodotto o servizio geniale che tutti vorrebbero, incappiamo nel secondo concetto da sfatare bello radicato nella tua mente come in quella di tantissimi Imprenditori ed Imprenditrici là fuori, cioè l’idea errata che basti mettere online un sito di e-commerce per vendere!

Sarebbe come dire che basta tirar su un negozio, riempire gli scaffali, preparare tutto per poi lasciare la saracinesca abbassata a metà e andarsene via…

E PRETENDERE CHE IN TUA ASSENZA, LA GENTE COMPRI!

Non funziona neanche nel mondo reale, perché dovrebbe funzionare online?

perplessità

Non basta il bel Vestito. Serve prendere la Mazza e martellare, martellare, martellare!

Il mercato online sta subendo un’impennata pazzesca. I dati sono pubblici, si parla di decine di MILIARDI spostati ogni anno a furia di click. E sono numeri in salita.

Quindi non ti sto dicendo che non dovresti buttarti a pesce, al contrario! Ma almeno parti con le idee chiare, con un’idea chiara e una STRUTTURA.

La PRIMA regola del mercato Online è la Comodità.

divano con ragazza regina

Il cliente vuol essere comodo, sul suo divano o seduto sul trono.

Vuole:

  1. Informarsi
  2. Guardare
  3. Scegliere
  4. Comprare
  5. Ricevere il prima possibile

E se qualcosa si frappone fra lui e questi 5 step, basta. Fine.

Hai perso la vendita.

Quindi quando si parla di COMODITÀ si intende la SUA, non la TUA!

Se pensavi di cavartela con un servizio di spedizione mediocre, 3 foto arrabattate ed un e-commerce lasciato a se stesso…hai un problema che si chiama ILLUSIONE.

La soddisfazione del cliente deve stare al primo posto! La sua esperienza deve essere fluida ed accattivante, mai tronca, non deve esserci spazio per il dubbio o la vaga idea che possa essere una truffa! (perché si sa, siamo in Italia, le truffe sono all’ordine del giorno)

La SECONDA regola del mercato Online è la Sostenibilità.

palestra uomo muscoloso

Se credi che lo scoglio più grande di vendere online sia farsi fare un e-commerce (e preparati a sborsare soldi veri perché mai come in questo caso la frase “Ciò che PAGHI ottieni” è reale) ti stupirà sapere che la vera spesa è il mantenimento: il traffico a pagamento, la creazione di contenuti e così via!

Un e-commerce non è una macchina sforna soldi. Sin che non entra a regime, se ne mangia a volontà!

Ovvio che poi, una volta avviato, ne produce più di quanti ne ingoia, ma tanti Imprenditori tendono a dimenticare la parte prima, quindi è bene che il Sarto ti dia una rinfrescata.

Se non hai idea del margine di profitto sul prodotto o servizio, del tempo da impiegare, del budget da investire mensilmente prima di vedere un ritorno che, ti ripeto, spesso è più alto del costo dell’e-commerce…avrai una brutta sorpresa.

La TERZA regola del mercato Online è la Comunità.

team

Anche se il discorso viene spostato dal mercato offline a quello online, la regola vitale non cambia: siamo persone.

Definizione di Comunità, roba da vocabolario delle medie:

un aggregato, un insieme di persone unite tra di loro da rapporti sociali, linguistici e morali, vincoli organizzativi, interessi e consuetudini comuni: la c. nazionale, cittadina; agire nell’interesse della c.; c. umana, la società degli uomini, il consorzio umano; c. di affetti, la famiglia.

Vocabolario a parte, se non hai un seguito di persone che credono in te, si fidano, sanno di aver bisogno di ciò che fai od offri, al tuo gesto sono pronti a comprare…

La tua strada sarà in salita!

stanchezza

Per fortuna i Social possono fare miracoli in questo senso, supportando egregiamente il tuo mercato online!

Te l’avevo detto che avrei parlato di Social.

La QUARTA regola del mercato Online è il Contesto.

scimmia

In quanto esseri umani siamo naturalmente portati a confrontare le cose.

Pertanto preparati ad una valutazione silenziosa ed invisibile, costante e impietosa! (Che poi…succede anche nel mercato offline, non ti credere!)

Dicevo, il confronto.

Ricorda sempre:

LA CONCORRENZA CREA LO STANDARD.

Ed online la concorrenza è già bella che agguerrita!

Luci, colori, addobbi sotto le feste, facilità di acquisto, spedizione, numero e locazione delle informazioni, referenze e valutazioni dei prodotti…sono solo una parte dei parametri da tenere in considerazione ancora prima di crearlo, l’E-Commerce!

Se sei da meno della concorrenza nel servizio, lo sarai nel totale nella percezione dei tuoi clienti perché la testa di noi esseri umani è fatta così, non si scappa!

Un modo intelligente per non soffrire troppo questa regola è crearsi una nicchia, un angolo non occupato da nessuno, in gergo del settore: un “lago blu” non occupato da nessun pescatore.

È una scappatoia utilissima che se sfruttata bene ti permette di essere “il primo” nel settore, con tutta la meravigliosa sequenza di vantaggi che ne conseguono!

Ora probabilmente stai pensando che TU NON HAI UNA NICCHIA

Lo so.

Lo fanno tutti. E sai cosa ti dico: dopo aver fatto 2 ore al telefono con uno dei miei Tutor, chiunque scopre che invece è lì da tempo che sta solo aspettando di essere riconosciuta.

Ok, avrai un articolo sulla Tua Nicchia.

La QUINTA regola del mercato Online è il Pedaggio.

casello

E questo ci tocca, non si scappa, non ti illudere.

Come il tuo negozio ha affitto, bollette, tasse e quant’altro, il tuo e-commerce avrà una sorta di casello autostradale, un omino che chiederà A TE il pedaggio per ogni persona che entra!

Hai solo da scegliere: al momento Google è quello che la fa da padrone. Ho avuto esperienze con Bing, ma sono state deludenti su più fronti e settori…posso dirti tranquillamente di non prenderlo in considerazione.

In America, Pinterest funziona bene come affluente. Di sicuro lo sarà anche qui in Italia nei prossimi anni.

Ebay ed Etsy sono piattaforme di tutto rispetto per acchiappare clienti.

Amazon sta sgomitando per essere il numero 1 e ha buone chance…

I Social, Facebook e Instagram in cima, sono un ENORME ed UTILISSIMO strumento SIA per trovare nuovi clienti SIA per fidelizzarli il più a lungo possibile!

E poi…

PRENDI QUELLE CAVOLO DI EMAIL E FACCI DELLA COMUNICAZIONE!

Altrimenti pagherai sempre e per sempre il pedaggio.

La brutta notizia è che i Clienti non sono Gratis, hanno un costo.

La buona notizia è che quanto costano dipende solo da Te.

La SESTA regola del mercato Online è Non Scimmiottare.

scimmia che suona

Hai mai usato questo termine? È simile ad “imitare”, ma più nello specifico significa farlo in maniera goffa e maldestra.

Ecco, prima di cercare di imitare gli altri in maniera goffa perdendo soldi, cerca di capire in che bagno di sangue ti stai infilando.

In primis perché ad essere la copia di qualcun altro rischi di essere una brutta copia. Il mercato online non perdona!

In secundis…bello Amazon eh? Fa tanti soldi, è pieno di clienti…

Ma lo sai che per i primi 5 anni di attività ha avuti SOLO perdite con tanti ZERI che non si riescono a contare?

Sopravviveva solo perché aveva dei finanziatori molto fedeli alle spalle

E scommetto che tu quei finanziatori non ce li hai, quindi meglio evitare…

Ti assicuro che non li ha quasi nessuno.

Quindi, ammesso che tu non abbia una fonte infinita di denaro, ti consiglio di scegliere bene come spenderlo.

Un E-Commerce può essere una vera manna dal cielo per la tua attività, ma SOLO SE pensato, costruito e fatto funzionare con un preciso SCOPO.

Ora hai tre possibilità:

  1. Non fai nulla. Non scendi in questa guerra. Per un po’ ti parrà una gran bella idea. È tutto più facile. Poi scoprirai che qualcun altro sta prendendo il tuo posto ed i tuoi clienti stanno sparendo.
  2. Aspetti e cerchi di “vedere che succede”. Capisco, non è mica facile decidere. In tal caso ti consiglio di cliccare qui ed iscriverti alla mia Newsletter. Avrai sicuramente un occhio più attento su questi argomenti.
  3. Oppure vuoi veramente capire se i Social possono far funzionare il tuo e-Commerce, o se la tua attività può lanciarsi nel mondo on-line, dopo anni che ci pensi. Non tutto è sempre possibile, per questo puoi accaparrarti una Consulenza Strategica Gratuita con uno dei miei Tutor: ti basta Cliccare Qui e prenotare la tua chiamata!

E ricorda:

VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Il Sarto

logo i sarti del web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *