VOGLIO FARE QUALCOSA PER TE – GRATIS

copertina voglio fare qualcosa per te

Questo è il momento di essere uniti. Ecco il mio contributo alla tua attività.

Io ho paura.

E sono certo che anche tu ne abbia. Un bel po’.

Paura per la salute, paura per l’economia, paura per te e per i tuoi cari, paura per la tua attività, il tuo lavoro, il tuo conto in banca…

ragazza morta

E probabilmente provi rabbia.

Perché le cose potevano essere fatte meglio, perché non puoi uscire, perché non sono ancora stati annunciati interventi seri all’economia, perché la situazione è stata presa sottogamba… e chissà per quante altre cose.

E secondo me provi confusione.

Ogni giorno -o quasi- cambiano le regole. Non si capisce bene cosa puoi fare o no. Posso correre al parco? Comprare le sigarette? Andare in ufficio? Devo fare la scorta alimentare?

Quanto durerà tutto questo?

Io non lo so.

Ma so bene cosa sono

PAURA, RABBIA e CONFUSIONE.

tunnel

Nel corso della mia vita ho avuto alti e bassi considerevoli. Mi sono sentito in cima al mondo e sono crollato nei più profondi baratri della tristezza. Ho affrontato situazioni difficili e momenti di esaltazione.

Ma mai, come ora, ho avuto così tante incertezze sul futuro. O, ancor di più, sul presente.

E allora, cosa ti sto scrivendo a fare?

I motivi sono due.

  1. Meritiamo tutti di stare in contatto, almeno virtuale, di sentirci vicini, di fare comunità. È un momento duro e spaventoso e non dobbiamo affrontarlo isolati. Certo, fisicamente è un dovere. Ma emotivamente possiamo stare tutti vicini. La tecnologia ci aiuta. Pensa se fosse successo 20 anni fa…
  2. Voglio fare qualcosa per te. Chiunque tu sia, da qualunque parte d’Italia tu stia leggendo. Qualunque cosa tu faccia nella vita. Non posso risolvere il problema nazionale, ma non me ne starò senza fare niente in balia degli eventi. Chiunque tu sia, meriti il mio tempo.

Una delle regole fondamentali che mi sono dato nella vita è: non cercare di cambiare ciò che non puoi cambiare. Uno spreco di energie e tempo per un inevitabile fallimento.

Un’altra regola che mi sono dato è: fai tutto il possibile per cambiare ciò che non ti piace.

mare

Ecco, non posso fermare da solo la pandemia, ma fortunatamente tutti noi possiamo farlo, attenendoci a rigidissime regole di comportamento.

E che altro possiamo fare?

Intanto puoi leggere il mio articolo di ieri cliccando qui.

E poi…

DOBBIAMO PENSARE AL FUTURO!

Dobbiamo essere pronti, preparati. L’economia è in uno stallo difficilissimo e nulla tornerà come prima.

Si, lo so, è spaventoso, ma segui il mio discorso.

Alla fine ci sarà qualcosa proprio per te, non ti costerà nulla e sarà anche molto utile.

Dicevo: nulla sarà come prima.

Non posso prevedere il futuro, ma c’è un dato che è certo e non va sottovalutato: non sta cambiando solo la situazione italiana o del tuo specifico negozio: sta cambiando l’economia MONDIALE. Succederà qualcosa, non sappiamo cosa, che coinvolgerà tutti, dal piccolo artigiano alle multinazionali quotate in borsa (e se vai a vedere i numeri della borsa in questi giorni è decisamente evidente).

Cambierà tutto, ma il mondo non si fermerà.

La pandemia finirà, tutto ripartirà, ci saranno aziende più solide che potranno riprendersi senza troppe difficoltà e aziende che dovranno ricominciare in salita.

Aziende apparentemente solide crolleranno, altre a cui non davi due soldi sopravviveranno.

Comunque vadano le cose, ad un certo punto le porte di casa si apriranno di nuovo. Per tutti. Ricominceremo ad uscire, a fare l’aperitivo, ad andare al lavoro, a parlare dei vestiti di Achille Lauro…

ragazze che saltano

Ed un giorno racconteremo “di quella volta che siamo stati in quarantena”.

Quindi ora non possiamo limitarci a RISPETTARE LE REGOLE. Questo è semplicemente ovvio: più le rispettiamo, più velocemente ne usciremo.

Noi che apparteniamo al dannatissimo popolo delle partite IVA, nel frattempo, dobbiamo prepararci al futuro.

Essere ponti a RIPARTIRE COL TURBO.

Essere preparati a riprenderci tutto quello che abbiamo perso, e anche di più, il doppio, il triplo!

Ieri è stata un’altra giornata dedicata a questo, dopo le precedenti, ed oggi non è da meno. Fino a tarda notte e dalle prime luci dell’alba la mia squadra è in prima linea. I nostri clienti vengono prima di tutto!

Non li lasciamo soli un attimo, ma…

…onestamente: questo non mi basta. Posso fare molto di più.

Mi viene in mente una frase che Gabriele, un mio cliente, mi ha scritto ieri:

“io sono pronto. Quasi”

Ebbene, io voglio che questo “quasi” sia sempre più sottile, fino a scomparire.

Voglio che Gabriele sia pronto e che lo sia anche tu.

I miei clienti hanno un Tutor che li segue ogni giorno. In questo periodo i contatti sono costanti con tutti. Dal mattino alla sera.

 

Ci stiamo dedicando al 100% ai nostri clienti, per costruire per loro la possibilità di ripartire alla grande.

TUTTAVIA… NON MI BASTA!

VOGLIO AIUTARE ANCHE TE!

brindisi

So che per chi ha un’attività questi sono giorni difficili.

Paura, rabbia, confusione.

I miei Tutor sono all’opera proprio per questo: ora più che mai è il momento di usare i Social per prepararsi a ripartire alla grande.

Ora, chi non lo fa, rischia davvero grosso.

La Comunicazione, che ti piaccia o meno, ora è l’unica strada possibile per rimanere in contatto con il mondo, per preparare il tuo business e i tuoi clienti ad un “fine emergenza” con i fuochi d’artificio.

Ricorda: tutto questo finirà.

A Wuhan, dove è scoppiata la prima epidemia, stanno già festeggiando la fine dell’emergenza. I prossimi saremo noi.

E, non appena sarà possibile, le persone non vorranno fare altro che riprendersi la propria vita. Che, tradotto in termini che possono sembrare cinici: non vorranno fare altro che spendere i propri soldi.

Qualcuno li accoglierà. E risolleverà la propria attività da tutti i danni causati dalla quarantena.

Quel qualcuno potresti essere tu, come lo saranno i miei clienti.

corda

Loro, i miei clienti, hanno un Tutor dedicato che li assiste, consiglia e supporta tutti i giorni, specialmente ora che è fondamentale muoversi nel modo giusto. Pianificare e attuare iniziative (diverse per ognuno) per essere in pista fin da subito e prendersi il podio il prima possibile.

Purtroppo non è materialmente possibile darti lo stesso supporto.

Ma c’è una cosa che posso fare per te.

Gratis, subito, senza nessun impegno perché qui non si parla di vendere, ma di FARE.

Posso metterti in contatto con il mio uomo migliore.

  • Mezz’ora al telefono.
  • Vi parlate
  • Gli spieghi la situazione
  • Ti aiuta a capire come puoi agire.

Se la chiamassi CONSULENZA GRATUITA sarebbe un po’ esagerato.

Per fare una vera consulenza ci vuole più tempo, più dati, una ricerca…

…purtroppo questo è impossibile.

Ma in 30 minuti il Responsabile Tutor ti darà le dritte necessarie ad impiegare questo tempo di stallo in maniera profittevole, preparatoria ad un futuro più roseo di quello che, ora, ti stai prospettando.

Non ci sono trucchi, non ci sono trappole.

Non cercheremo di venderti nulla. Non ti chiederemo nemmeno un indirizzo mail.

È il nostro contributo alla tua economia ed a quella del paese.

Devi solo mandare un messaggio WhatsApp al 3429624043 e Umberto ti fisserà un appuntamento telefonico nel minor tempo possibile!

Mezz’ora che può valere davvero molto!

È il momento di AGIRE!

VESTITI BENE (con la mascherina)  E PRENDI IL WEB A MAZZATE

Il Sarto

logo i sarti del web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *