Perché proprio FACEBOOK? Ma non era morto nel 2018?

copertina perchè proprio facebook?

Scopri perché i Sarti hanno scelto questa piattaforma, sia mai che sono gli stessi motivi per cui dovresti starci pure tu…

Ci chiamiamo i Sarti del Web, ma abbiamo l’anima degli STRATEGHI del Web.

La verità è che per una piccola/media impresa NON È SANO sprecare soldi in azioni avventate. Tutto deve avere un senso, uno scopo, una promessa di ritorno dell’investimento.

Hai soldi da buttare tu?

Ecco, manco io.

E se si fa un errore, almeno è misurato, calcolato, c’è modo di imparare da esso per non farlo più in futuro.

Ecco, STRATEGIA è la maledettissima parola d’ordine!

Come una partita di scacchi, tutti noi dobbiamo stare attenti alle nostre mosse, progettare un piano preciso, scegliere con accuratezza dove spostare fatiche e risorse, quali pedine sacrificare per poi vincere la partita.

scacchi

Quindi, dicevamo. Magari ti sei chiesto perché siamo su Facebook, dato che il cugino del cognato dell’idraulico con cui hai preso il caffè al bar ti ha detto che Facebook sta morendo, anzi è già morto, non lo usa nessuno, ed ora vanno di moda cose più innovative, giovani, virali.

Tipo Instagram è il futuro.Tik Tok poi è una figata.

Le voci sono una cosa fantastica, vivono di vita propria, totalmente avulse dal reale: si basano sull’umore, sulle impressioni, su esperienza assolutamente personali, su come ci siamo svegliati quella mattina, su desideri e pulsioni, a volte anche maligne.

L’idea di Davide contro Golia ad esempio è potentissima.

Quando c’è un colosso, quasi tutti godono all’idea che il grosso perda malamente contro un piccolo sfidante appena arrivato.

Non ci possiamo fare nulla, le nostre simpatie vanno al piccolo, al nuovo combattente in campo.

Tifiamo per lui e facciamo di tutto per convincerci che sia migliore.

Ma prima delle voci ci sono i dati, che raccontano tutto e molto di più!

E i dati sono chiari, chiarissimi, per chi sa trovarli e leggerli.

calcolatrice

Possiamo dirti con sicurezza che nel corso del 2019:

✔ C’è stata una media di 1,66 MILIARDI di persone attive su Facebook al giorno;

✔ Mediamente ci sono state 2,55 MILIARDI di persone attive al mese su Facebook;

✔ Il Gruppo di Zuckerberg (Facebook, Instagram, Whatshapp e compagnia bella) ha avuto un ammontare medio di 2,9 MILIARDI di persone al mese

Sono tutti numeri IN AUMENTO rispetto all’anno precedente di circa più dell’8%!

Ma il numero più STRABILIANTE, quello in crescita massima, riguarda le entrate pubblicitarie. La spesa per Sponsorizzate sulla piattaforma:

✔ 69,6 MILIARDI di dollari!

+27% rispetto al 2018!

germigli con monete

Per spesa pubblicitaria di terze parti sulla piattaforma, quindi di aziende che investono soldi per farsi conoscere, Facebook è secondo solo ed esclusivamente a Google che per ora detiene il podio.

Questi sono i dati certi riguardanti l’anno scorso, il 2019, ed ora che siamo nel magico (e turbolento) 2020?

Nonostante stravolgimenti climatici, epidemie, asteroidi, guerre mondiali, le cose proseguono esattamente come previsto.

Questi sono i dati di Gennaio 2020 ad esempio:

diagramma social

Eccolo lì Facebook, saldo al primo posto fra tutti i Social, in barba a chi gli vuol male!

La sua presenza ovunque, la sua capillarità, è indiscutibile.

Ed hai presente quelle persone che affermano “no no! Io non sono sui social!”

Ne conosco personalmente almeno due che lo dicono convinti, per poi essere comunque lì, dietro ad account con un nome falso!

Incredibile.

E a quelli che dicono che ci stanno solo i vecchi si risponde con le statistiche sulle età degli utenti che rispondono attivamente alle pubblicità:

diagramma facebook

Lasciando da parte i minorenni, che giustamente vengono tutelati e difficilmente li puoi colpire con le tue campagne, dai 18 ai 55 anni la risposta è calda, decisa, massiccia.

Altro che solo matusa!

Con questa prima parte possiamo dare la prima risposta alla domanda “Perché siete su Facebook?”

PERCHÉ CI SONO TUTTI!

I nostri clienti, ed i tuoi, sono tutti qui! Hanno un cellulare e stanno cercando cose, gattini, sfizi sulla piattaforma più grande del mondo. Quella più familiare, più conosciuta, più “socievole” se mi passi il termine, più facile da utilizzare per gli utenti. (perché per gli Esercenti no, non è facile per nulla, maledetto zukkembergo!)

Ah! Prima di continuare, giusto per darti una panoramica di chi sono, i tuoi clienti, ecco due dati carini:

stima social

Su 60.51 milioni che sono, gli italiani, abbiamo 80.40 connessioni da cellulari mobili.

IL 130%! CAPISCI?!?

Ripeti con calma: centotrentapercento.

Per darti un’idea di che significa, è come se tutti avessero in mano un cellulare connesso ad internet, anche i neonati e i vecchietti ultranovantenni, ed un terzo degli italiani ne avesse un secondo.

Il che è impossibile.

Escludiamo allora chi è troppo vecchio e chi è troppo giovane…

Rimane quindi che la maggior parte di noi italiani in forza lavoro ha più di una connessione ad internet! I più ne usano una per il lavoro ed una per la vita privata.

Il dato strabiliante è il terzo: l’82% della popolazione è un utilizzatore di internet.

Tradotto: TUTTI LO SONO.

ragazza al pc

Si perché dal totale devo togliere appunto chi è troppo giovane e chi troppo anziano per poter usufruire di internet…

Comprendi quanto hai bisogno di essere qui, online e con una comunicazione ben strutturata?

Andiamo avanti col secondo motivo per cui i Sarti hanno deciso di essere su Facebook:

Puoi scrivere testi lunghi quanto ti pare!

Ebbene si, noi Sarti siamo degli inguaribili chiacchieroni e le limitazioni a quanto si può scrivere ci danno fastidio…

Ci sono limitazioni su INSTAGRAM, dove addirittura la comunicazione è quasi esclusivamente di immagine, ce ne sono su Linkedin, ce ne sono di stringentissime su Twitter e così via.

A chi mi chiede se un post dovrebbe essere lungo o corto, rispondo che la Comunicazione ha da essere esaustiva.

libro

Deve ottemperare al suo ruolo, al suo scopo, cioè agganciare il tuo Cliente Ideale per farlo diventare tuo per sempre.

La lunghezza e tipologia di testo possono cambiare notevolmente in base al livello di consapevolezza del tuo Cliente su Misura. Ma questa è un’altra storia, magari te ne parlo più avanti… in un video su Tik Tok.

In alcuni casi bastano post corti, in altri devono essere lunghi, altri ancora è un mix.

In ogni caso l’importante è poter avere la scelta, non ti pare?

Il terzo motivo per cui i Sarti sono su Facebook e dovresti esserci anche tu è… la strategia!

Ovvero: la varietà di strumenti utilizzabili rende Facebook versatile e molto, molto utile.

diagramma successo

Su Facebook puoi prendere un cliente col post, col video, con l’offerta, con l’evento, con l’album, con le testimonianze, col gruppo…e questi sono solo gli strumenti visibili!

Dietro, nell’interfaccia Business Manager, puoi usare le sponsorizzate di copertura, di atterraggio su una pagina, di creazione messaggio, di conversione, una valanga!

Uno più utile dell’altro per tutte le strategie di acquisizione e fidelizzazione cliente possibili immaginabili!

Ce ne sono altri, di motivi per stare su Facebook, ma son complicati e non ti voglio incasinare la testa con paroloni inutili e pomposi.Quei tre che ti ho dato prima non ti son sufficienti?

Detto questo, non è comunque saggio fermarsi a SOLO un Social.

Metti caso che chiude? (non scherzo mica)

Metti caso che crolla?

Metti caso che le regole hanno un brusco capovolgimento?

Metti caso che per un errore ci bannano a tutti? A un mio cliente una volta gli hanno bloccato una sponsorizzata perché l’algoritmo ha scambiato la farina per cocaina…non è un sistema perfetto, purtroppo.

Quindi ecco che il secondo Social più potente del mondo entra nel mazzo delle carte dei Sarti del Web. Youtube.

creatività

Disponibile in più di 90 paesi, con supporto in 80 lingue, su YouTube ci sono più di 1,9 miliardi di utenti attivi ogni mese

Se contiamo che il canale video è sempre più richiesto per facilità e fruibilità, possiamo tranquillamente dire che è il futuro e non esserci è da pazzi squinternati.

Abbiamo un canale youtube anche noi, ovviamente.

Eccolo qua LINK

Se tu hai la stessa attività del tuo concorrente, ma lui ha i video e tu no, questo potrebbe avere un peso notevole.

Il che significa che, facilmente, ti trovi a perdere un cliente (che nemmeno sapevi che ti stesse “spiando” per valutarti) solo perché qualcun altro ha dedicato il suo tempo a produrre un Video utile e caricarlo in rete.

A volte la gente non ha voglia di leggere. Per i motivi più disparati spesso preferisce vedere video.

Youtube sta diventando sempre di più un canale per la ricerca di informazioni.

Voglio comprare la lavatrice nuova? Taaac, videorecensione di un cliente (che poi sia o meno un attore pagato non lo sappiamo).

Voglio la piscinetta nel giardino di casa e mi chiedo quante volte devo pulire il filtro? Taaac, video su youtube.

Voglio imparare a ricamare polipetti all’uncinetto? Taaac, videotutorial.

Quindi se ancora non sei su Youtube, un consiglio spassionato: inizia ad organizzarti. Tra poco non potrai farne a meno. E se ti sembra così complicato che quasi quasi lascio perdere, tieni presente che ci sarà qualcuno che non lo farà.

Allo stesso modo, se non mi credi, mi spiace: la realtà arriverà anche per te e ti picchierà fortissimo sui denti.

Ok, magari semplicemente non sai da dove partire. E va bene, sta tranquillo che ci pensano i Sarti: clicca qui e prenota la tua Consulenza Strategica Gratuita con il tuo Tutor, che vediamo cosa possiamo fare.

Ma prima di salutarti, c’è un altro Social su cui voglio dire la mia.

Il canale che tutti i professionisti non possono esimersi dal presidiare, LINKEDIN

Se un’azienda è seria, DEVE esserci, e se vuoi contatti profilati è una piattaforma molto gustosa, anche se decisamene costosa.

linkedin

Se ti aspetti che sia come Facebook, lascia perdere. Lì la gente parla di cose serie. Gattini non pervenuti.

Un po’ come quelle cene con il direttore generale in cui anche il tuo collega che solitamente parla solo di calcio e gnagna si mette a fare dissertazioni forbite su quell’articolo del Sole24ore che parla del futuro di Tesla.

Un Social “”giacca&cravatta”, dove però è decisamente più facile categorizzare le persone per professione e ruolo aziendale.

E tu? Su quali canali ti proponi?

Lo fai a caso oppure con una strategia?

Sei lì perché piace a te ed è facile o perché sai che lì puoi trovare clienti?

E se ti cercano da un’altra parte? Ma che scherzi?

INVADI il Web in tutti i canali più usati dai tuoi clienti.

Fai in modo di essere OVUNQUE loro posino gli occhi.

Sii presente nelle loro vite Social e loro saranno felici di scegliere te, tra il mare dei concorrenti.

E se hai compreso che la Comunicazione Social è la chiave per la riuscita del tuo Business, ti senti pronto a muovere i primi passi in autonomia, lanciandoti nelle sfide del Web con le tue capacità e conoscenze, ti consiglio di cliccare qui ed iscriverti alla mia Newsletter: avrai sempre consigli utili che ti permetteranno di essere più produttivo e di sviluppare la tua personale strategia.

E intanto…

VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Il Sarto

logo i sarti del web

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *