Fin dove arriva il nostro sguardo?

copertina fin dove arriva il tuo sguardo?

Sino al naso o corre oltre?

Ecco perché se non stiamo pensando a lungo termine verremo asfaltati dalla concorrenza

Siamo spesso impegnati a capire come agire per acquisire nuovi clienti, per far crescere la nostra cassa, magari per avere budget da investire (o per farci in vacanza) con l’ossessione dell’incasso quotidiano.

Dobbiamo arrivare a stasera con la cassa piena.

A domani… ci penseremo domani!

Attenzione: non sto dicendo che non bisogna incassare tutti i giorni, ci mancherebbe.

Ma quello che ci vuole è un piano!

Ancora una volta: STRATEGIA A LUNGO TERMINE.

visione

I Sarti sono in contatto con moltissimi imprenditori.

Alcuni sono clienti, altri sono curiosi attratti dalle nostre comunicazioni, altri ancora sono amici e conoscenti.

Ho parlato personalmente con tanti di loro. Sia per motivi di lavoro, sia per confronto e a volte per aiutare qualcuno a prendere la scelta giusta per la sua azienda. E nella maggior parte dei casi sono stato colpito – o preoccupato – fin dalle prime parole.

La prima impressione che ho avuto è che…beh: in generale c’è un certo lassismo.

Dal vocabolario, lassismo:

“Mancanza di rigore o di serietà, che si risolve in menefreghismo o in rassegnato permissivismo”

Il discorso più frequente fra gli imprenditori italiani è: “faccio il mio in piccolo, non do fastidio a nessuno e tiro a campare. Voglio solo la cassa piena a fine giornata, non voglio mica strafare! E poi metti che il mio concorrente si arrabbia e mi attacca? E se mi copia?”

E sai perché la maggior parte delle volte gli imprenditori fanno così?

Ci sono due ragioni fondamentali.

ragazzo con binocolo

La prima è il pensiero inutile e dal destino infausto che accomuna molte persone: HO SEMPRE FATTO COSÌ.

Io non so quante volte l’ho ripetuto: oggi non funziona più quello che ieri funzionava alla grande. Punto.

La seconda ragione è LA FATICA. Io lo so che significa, la fatica. E lo sai anche tu che leggi!

Eppure c’è una certa avversione verso questo concetto.

Moltissimi in Italia hanno aperto l’aziendina per “lavorare meno e guadagnare di più”, convinti che il lavoro dipendente sia faticoso e poco remunerato, mentre fare l’imprenditore sia una passeggiata.

Lo dico senza mezzi termini:

IMPRENDITORE = FARSI IL CULO

L’imprenditore non ha pause pranzo. Non ha sabati e domeniche. Non ha ferie.

L’imprenditore lavora il doppio, il triplo di un dipendente.

E lo fa con coraggio, mettendo a rischio tutto quello che ha, perché ha un obiettivo.

Se le cose non stanno così, allora c’è un problema ENORME da risolvere!

Per questo trovi ovunque attività disegnate per lavorare alla giornata, senza un vero obiettivo.

Imprenditori senza un vero piano sviluppato nel tempo.

È una cosa FOLLE.

Se sei fra questi, ho alcune cose da dirti.

Sarò duro, ma è l’unico modo possibile per farti vedere quanto sei in pericolo.

tempesta

Questo atteggiamento ti porterà alla morte aziendale per due motivi

  1. L’inflazione ti mangia i risparmi. I costi delle materie prime si alzano. E sei obbligato ad alzare i prezzi: se non lo fai la tua azienda chiude. E come puoi farlo, senza cambiare?

Ma i clienti non accetteranno un innalzamento del prezzo SE NON ALZI ANCHE IL VALORE DEL SERVIZIO.

Ti troverai a giustificarti con cose tipo: eh ma il mio fornitore mi ha aumentati i prezzi. Eh ma le tasse sono alte. Eh ma ora la finanza controlla gli scontrini…

Sai cos’è questo? È scaricare un tuo problema sui clienti.

Come se vai al ristorante, ti danno la carne andata a male e alle tue rimostranze ti fanno vedere l’estratto conto a zero per giustificare il pasto pessimo. La giustificazione ti basterebbe o avresti da ridire?

Ecco, questa è la stessa cosa che succede ai tuoi clienti quando alzi un prezzo SENZA DARE NULLA IN CAMBIO.

  • Sempre più partita IVA stanno aprendo, quindi la concorrenza si fa schiacciante. Non conosco settore senza concorrenza. Neanche settori di nicchia. Siamo 7 miliardi, nessuno ha più idee originali dagli anni ‘80.

Magari nella tua testa è così. Sei convinto di aver avuto l’idea nuova, potente, incredibile, che nessuno ha mai sperimentato prima di te.

Beh, non è vero.

Tu puoi anche non aver copiato nessuno, ma la tua idea l’ha già avuta qualcun altro.

C’è letteralmente UN MARE di concorrenza e ce ne sarà sempre di più.

Cosa può portare la clientela a scegliere te se sei uguale a tutti gli altri?

stormtropper

La realtà è una sola e fare finta che non sia così non ti porterà lontano: devi differenziarti dalla massa e focalizzare il tuo messaggio sulla tua differenza.

E puntare in alto!

Non puoi fermarti a costruire un progetto di business che finisca domani. Mi apro l’azienda, mi faccio tot di clienti e sono a posto. Non può funzionare!

DEVI avere un progetto a lungo termine, sviluppato nel tempo, che punti ad una crescita continua, senza se e senza ma.

Sai perché oggi scrivo questo?

Ultimamente sto avendo moltissime richieste di collaborazioni. Alcune sono idee fantastiche, progetti che stanno già prendendo forma e che a breve verranno lanciati su suolo nazionale e internazionale.

occhiali

E contemporaneamente sto ricevendo una marea di richieste di imprenditori che vogliono l’aiuto dei Sarti ma non sono disposti a cambiare. Magari vogliono “più visibilità sui social” o semplicemente “più clienti”.

Quando gli parlo di risultati a due, tre, cinque anni, si chiudono a riccio. Sono interessati AL MESE PROSSIMO, il resto non conta.

Mi spiace. Lo scrivo e spero che arrivi a tutti.

NON FUNZIONA.

Un progetto di Comunicazione Su Misura non basta, se quello che hai da comunicare è IDENTICO a tutti gli altri e non sei disposto a focalizzarti, differenziarti e guardare lontano.

Possiamo dire benissimo quello che fai, ma se quello che fai non ha nulla di diverso da quello che fanno gli altri…non servirà a nulla.

Se non punti in alto, se non sei disposto a metterti in gioco, se non accetti di fare fatica, se non sei profondamente desideroso di dare una vera svolta al tuo Business, il Laboratorio dei Sarti non fa per te.

A tal riguardo ti consiglio di leggere i nostri 10 comandamenti sul sito, e tagliamo la testa al toro!

germoglio nelle mani

Noi Sarti lavoriamo solo con clienti che vogliono crescere, migliorare, perché hanno ben chiaro che si fa impresa per avere di più, non per raggiungere il minimo per non faticare.

E se hai paura, io ti capisco. Cambiare è SPAVENTOSO, perché per farlo devi mettere in discussione tutto.

Ora, con la quarantena, forse ti stai rendendo conto che è il momento di fare qualcosa, ma la paura ti frena.

Può essere che nella vita ti sia andata male più volte, che tu abbia fatto errori o avuto sfighe notevoli.

O che qualche truffaldino (magari proprio una webbagency fuffa) ti abbia rifilato una bella fregatura.

Beh… sta tranquillo che sei in buona compagnia.

Se ti capita di sentirti solo, pensa al Sarto, che di fallimenti ne ha avuti “un sacco e una sporta”…

…o guarda questo albero: ha più coglioni lui di tanti imprenditori in Italia!

albero caduto

Fortunatamente, ho una buona notizia per te (e meno male, visto che come avrai capito oggi sono un po’ nervosetto):

per esperienza posso assicurarti che quasi tutte le attività hanno già nel proprio modo di lavorare e di intendere il proprio lavoro qualcosa di unico. Hanno un elemento portante che li differenzia dalle altre.

Il più delle volte non lo sanno: o meglio, magari se ne sono anche accorti, ma non sanno quanto può essere incredibilmente utile usare proprio quell’elemento nella Comunicazione.

E non sanno come farlo diventare la colonna portante della propria strategia a lungo termine.

Infatti il PRIMO lavoroche ogni nostro cliente fa nel Laboratorio è una profonda ricerca (Checklist del Sarto) volta a far emergere quelli che sono i punti forti su cui costruire la comunicazione.

In altre parole, la risposta è dentro di te (e NON è sbagliata!).

Guarda bene, ci sono solo 3 possibilità:

  • Fai parte di quel gruppo di persone che è pronto a fare qualunque cosa, purché questo non significhi mettersi in discussione, cambiare, differenziarsi e avere un progetto a lungo termine.

In tal caso… non vedo motivo di continuare a seguirmi!

E non scordare mai:

VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Il Sarto

logo i sarti del web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *