Ma quanto è stupido Facebook?

Ma io gli voglio bene come se fosse normale…

Probabilmente usi Facebook in due modi: o cazzeggi (come tutti) o lo usi per lavoro, visto che segui questo Blog.

In tutti e due i casi devi sapere due cose importantissime:

  1. Facebook è imperfetto
  2. Facebook è stupido

Detto da uno che lo usa per lavoro può sembrare un po’ strano, ma se ci pensi bene…

Chi può conoscere meglio Facebook di chi lavora notte e giorno… proprio su Facebook?

Se segui il Blog dei Sarti saprai che non sono nuovo a queste uscite nei confronti del Social Media più utilizzato al mondo. L’ultima la puoi leggere qui se ti è scappata.

“Quella volta che era meglio se Facebook se ne stava zitto”

Già sai quindi che il rapporto tra me e il prodigioso figliolo di Zio Zucky è di odio-amore-odio, e che spesso rimango basito dalla superficialità di alcune sue dinamiche.

Ma quel che ho visto la settimana scorsa mi ha turbato ancora più del solito!

Andiamo con ordine.

Spesso incontro persone convinte di saper usare Facebook.

A volte sono persone normali, altre volte sono imprenditori con attività alle spalle, anche più di una, ed un sano appetito finanziario che li porta a desiderare di più.

Legittimo, apprezzabile.

Adoro le persone ambiziose che vogliono costruire qualcosa!

Ma è mio dovere far capire loro che una cosa è l’utilizzo saltuario e dilettantistico, un’altra è saper integrare i Social in una strategia di comunicazione efficace!

Perché Facebook, Instagram, Linkedin, TikTok e compagnia bella sono così: trasmettono un forte senso di semplicità, familiarità.

Ci passi tante ore ogni giorno… e dopo un po’ TI FIDI

ARGH

GRANDE, GRAVE, GRANDISSIMO ERRORE!

E la sua gravità te la spiego con un esempio fresco fresco che usa SEMPRE il Responsabile Tutor dei Sarti:

LA TUA AUTOMOBILE.

Presuppongo che tu abbia un’auto, la patente e che oltretutto sappia anche guidare.

Guidi mediamente 1 o 2 ore al giorno solo per andare a lavoro. Poi ci metti il giro per la spesa, l’uscita serale, i bambini a nuoto… quanti Km fai ogni giorno? Ogni mese? Ogni anno?

E soprattutto… quante ore passi a guidare?

Sapresti quantificarlo con precisione?

E quante volte usi il cambio, o il freno, o le frecce in un giorno, un mese, un anno?

Ovviamente non puoi rispondere con precisione a queste domande. Magari puoi fare delle supposizioni o dei calcoli approssimativi, ma non lo sai con certezza.

Il motivo è presto detto: guidare è un movimento automatico. Come camminare: lo si impara e poi non si ha bisogno di riflettere ogni momento, ogni curva o ogni frenata. Guidiamo tutti in maniera automatica, quasi senza pensarci.

Perché guidare è FACILISSIMO.

Ora pensa a quando cambi auto o guidi un’auto non tua: per un pochino devi “prenderci le misure”, poi vai spedito anche con quella.

Hai “conosciuto” lo strumento che usi e via, sei libero. In breve puoi sentirti un vero pilota!

Questo perché ci vuole davvero poco a SAPERE TUTTO della tua auto. Impari in un attimo a gestire la sensibilità del volante, la presa dei freni, la tenuta di strada…

Praticamente sei il maggior esperto al mondo della TUA auto!

E poi… si rompe la guarnizione di testa. O la coppa dell’olio. O il cambio.

E in un secondo scopri che in realtà TU DELLA TUA AUTO NON SAI UN BEL NIENTE!

Sai usarla perfettamente (e anche di questo dovremmo parlarne), ma non hai la più pallida idea di come funzioni.

Quindi se non va… vai dal meccanico.

È normale. Magari non lo vorresti, ma non hai scelta.

Senza un esperto, quel mezzo che sai usare perfettamente… NON FUNZIONA!

Facebook è uguale.

Lo usi ore e ore al giorno. Non sai calcolare quanto. Non sai quanti like metti, quanti commenti scrivi. E non sapresti dire quante volte hai scorso la home, distrattamente, col pollice.

Solo che è FATTO APPOSTA per sembrare talmente facile… che dà l’idea di poter davvero fare tutto da soli!

Magari in maniera intuitiva.

E infatti sono moltissimi che usano Facebook per il proprio business in modo amatoriale.

È colpa loro?

Si stanno sopravvalutando?

Magari anche tu usi Facebook per il tuo lavoro senza conoscerlo perfettamente… eppure…

Non è colpa tua.

È tutta colpa di Zio Zucky!

Perché LUI, nella sua perfidia imprenditoriale, ha creato una macchina che stampa soldi OGNI MALEDETTO ISTANTE proprio grazie al fatto che l’ha resa facile e fruibile – all’apparenza – per tutti.

È LUI che vuole che tu spenda soldi… quindi ti dice che è facile farlo!

Anzi, non solo te lo dice. Ti crea funzioni specifiche per… spenderli malissimo (ma con gran facilità!)

Ora seguimi nel ragionamento… ad usare male un Social per la Comunicazione della tua Azienda, le cose possono andare Malino, Male e Malissimo:

Malino

Rovini la tua immagine in maniera temporanea

Male

Rovini la tua immagine in maniera durevole

Malissimo

Rovini la tua immagine in maniera durevole e ci perdi un sacco di soldi!

Un mio conoscente, per esempio, si è visto di punto in bianco con il profilo rubato da un hacker e la sua carta di credito collegata ad una sponsorizzata che gli stava per succhiare ben 3.000 euro AL GIORNO!

La sua vera fortuna è stata nel mio intervento tempestivo, appena mi ha avvertito, che gli ha permesso di bruciare in poche ore “solo” qualche centinaia di euro…

Ho scritto un articolo su questo, vai a questo link per leggerlo!

Ora forse starai pensando: Sarto, ma vuoi per caso dirmi che Facebook punta a farmi usare i soldi male?

Ecco, questa è la nuova funzione che ho trovato stamattina:

Automatico? Automatizza le tue cose, grazie! Che le mie me le gestisco da solo!

Clicco sul “change”…

Ed ecco le vecchie opzioni che c’erano prima. Quindi Facebook s’è inventato una nuova funzione, bella lì, in alto, già selezionata così una persona non attenta va avanti senza accorgersene e l’algoritmo fa quello che vuole…

E ti dice, implicitamente: guarda come è facile, fa tutto il mio intelligentissimo algoritmo!

Ti devo dare una brutta notizia: L’ALGORITMO DEI SOCIAL È STUPIDO!

È una macchina, e le macchine sono estremamente limitate… non esiste ancora Skynet di terminator o Matrix! Gli algoritmi sono scemi che fanno la puzza, se gli dai una palla non sanno che farci, figurati se colleghi la tua carta di credito a Facebook e poi gli dai il via!

L’unica cosa che sanno fare i sistemi automatici è spendere i tuoi soldi il prima possibile e riempirti di numerini che non significano nulla.

Di grafici che si capiscono poco.

Con strumenti complessissimi ridotti in schiavitù per farti sentire bravo.

Ora attenzione: Facebook è un ottimo strumento per la tua Comunicazione. Per certi versi il migliore.

Ma devi stare attento a perseguire SEMPRE il tuo vero obiettivo.

Il tuo obiettivo principale è far tornare l’investimento che fai in Comunicazione il prima possibile sotto forma di ottimi clienti. Non di curiosi a caso, non di gente che ti farà perdere tempo.

Non di pubblici scelti da un algoritmo.

Il lavoro che si fa “dietro le quinte” di Facebook è ARTIGIANALE. È una vera e propria costruzione, passo dopo passo, del profilo del tuo Cliente Su Misura e della tua Macchina Stampa Soldi.

E non mi stancherò mai di dirlo: vendi il tuo prodotto o servizio SOLO ai tuoi Clienti Su Misura. Usa la tua Comunicazione in maniera diretta verso i tuoi Clienti Su Misura.

E non sperperare denaro in Comunicazione a Caso. Riceverai solo Clienti a Caso, la peggior razza di clienti che tu possa immaginare!

E non fidarti dell’algoritmo!

L’algoritmo è settato per i click, per la visibilità, per i pubblici ampi.

Per azioni di mala Comunicazione che non sono altro che perdita di tempo e soldi.

Per non rischiare di cadere in queste trappole ben congegnate, occorre avere sempre gli occhi aperti e tenersi informati. E c’è un modo semplicissimo: clicca qui e iscriviti alla mia NewsLetter: riceverai ogni settimana informazioni utili alla gestione delle comunicazioni social della tua attività.

 E se invece quello che hai in mente è di usare i social, l’algoritmo di Zio Zucky e la Comunicazione per trasformare la tua pagina Facebook in un vero venditore abile e attivo 24 ore su 24, devi fare solo un piccolo passo: clicca qui e richiedi la telefonata con il tuo Tutor!

In solo un’ora potrai avere un prospetto illuminante su quello che il laboratorio dei Sarti del Web può fare per te!

E nel frattempo…

VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Il Sarto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *