Nome a dominio: come scegliere quello giusto!

nome a dominio, confusione

Ti sei deciso a comprare il dominio per il tuo primo sito web ma non sai da dove cominciare?
Oggi troverai le risposte che cerchi proprio qui, nella Rubrica del Fabbro.

In questo articolo rispondo a 5 domande fondamentali che mi sono posto anche io tanti anni fa, quando ho progettato il mio primo sito web:

  1. Cos’è un nome a dominio?
  2. Che estensione scelgo per il nome a dominio del mio sito internet?
  3. Dove posso comprare un nome a dominio?
  4. Quanto costa un nome a dominio?
  5. Qual è il miglior nome a dominio per il sito internet della mia attività?

Cos’è un nome a dominio?

Il nome a dominio altro non è che l’indirizzo che digitano i tuoi utenti nella barra di ricerca per vedere il tuo sito internet.

Un nome a dominio può avere estensioni diverse, le più famose sono .it, .com e .org, ma oggi ne esistono davvero tante, come .online, .tech e .store.

Cos’è un dominio semplice?

Un dominio semplice è il tuo dominio senza prefisso “www” davanti. Se il tuo dominio è www.iltuosito.com , il tuo dominio semplice è iltuosito.com .

Cos’è un sottodominio?
Per ora non voglio andare troppo in fondo alla questione per non crearti confusione.
Quando avrai familiarizzato abbastanza con le basi di quello che ti serve sapere per creare il tuo primo bellissimo sito web ti parlerò in modo più approfondito anche dei sottodomini, che in molte situazioni sono comodissimi e, se scelti bene, facili da ricordare per i tuoi utenti.

Per ora ti dico soltanto che il sottodominio è parte di un dominio più grande (ovvero del dominio principale del tuo sito).

Eccoti un esempio: www.mail.iltuosito.com può essere il sottodominio di www.iltuosito.com .

Che cos’è un indirizzo IP?
Un indirizzo IP (Internet Protocol) è composto da una serie di numeri che ne identificano la posizione all’interno della rete internet.

Che estensione scelgo per il nome a dominio del mio sito internet?

estensioni di domini

 

Se la tua attività si rivolge al mercato italiano, vai ad occhi chiusi sul .it e, se ne hai la possibilità, considera di prendere anche il .com (che in futuro potrebbe ospitare la versione inglese del tuo sito).

Dove posso comprare un nome a dominio?

Innanzitutto è bene chiarire che chiunque può acquistare un nome a dominio, e quindi anche tu!
Per farlo ti basta rivolgerti a un host di dominio o a un registrar, fare una piccola ricerca per capire se il nome a dominio che vuoi comprare è disponibile e infine pagare una piccolissima tariffa annuale.

Io ti consiglio di comprare tutto su OVH. Si tratta di una compagnia francese che ha degli uffici anche a Milano; ciò significa che potrai comunicare con la loro assistenza in lingua italiana qualora ne avessi bisogno.

OVH ha un costo adeguato e un’interfaccia facile da gestire (a differenza di tanti suoi competitor).

Quanto costa un nome a dominio?

Su OVH, un nome a dominio con estensione .it per il primo anno ti costa soltanto 1.20€ circa, dopodiché, dal secondo anno in poi, 7€ circa; con estensione .com, per il primo anno 7€ circa e, dal secondo anno in poi, 10€ circa.

Sugli altri provider i prezzi non cambiano parecchio ma te li sconsiglio: non sono affatto pratici per chi è alle prime armi.

Qual è il miglior nome a dominio per il sito internet della mia attività?

punto interrogativo

Nella maggior parte dei casi, “ilnomedellatuaattivita(ricorda che non puoi inserire gli accenti nei nomi a dominio).it”.

La ragione è molto semplice: è così che i tuoi utenti/clienti ti cercheranno sui motori di ricerca.

Non scegliere nomi strani e\o impronunciabili per il tuo nome a dominio: oggi sono sempre di più gli utenti che utilizzano comandi vocali sui propri dispositivi per cercare su Google i siti che vogliono navigare.

Se la tua attività ha un nome strano e\o impronunciabile o non attinente a quello che vendi, abbiamo un problema.

Possibilmente, scegli un nome a dominio che non sia lungo quanto la barra di ricerca di Google.

Quanti domini devo comprare per il mio sito internet?
Come ti ho già accennato su, parti col comprare un dominio con estensione .it . Se hai bisogno di creare anche una versione inglese (o in altre lingue) del sito, prendi anche il .com .

Se fai il bravo e continui a seguirmi nel tempo, sono sicuro che tra qualche mese il tuo sito internet avrà tantissimi contenuti, tanto da poterli suddividere in macro-categorie e sotto-categorie di uno o più argomenti.

Quando avrai raggiunto quel livello, ti suggerirò di acquistare altri domini e di aprire altri siti “satellite” collegati a quello principale e ti rivelerò il perché. Prima di allora… continua a seguire i miei articoli e imparerai ad usare il tuo martello per spaccare il web!

Considerazioni finali

Partire col piede giusto per arrivare a creare il tuo primo sito web sembra una cosa semplice, ma se sbagli un passaggio rischi di mandare tutto all’aria e di rovinare pesantemente l’immagine della tua attività o quella della tua persona (se sei un libero professionista).

Se però applicherai alla lettera tutti i consigli della mia rubrica sono convinto che riuscirai a trasformare anche tu il tuo primo sito in una macchina sforna-soldi!

Se sei arrivato fin qui, ben fatto: oggi hai imparato come scegliere il dominio perfetto per la tua attività.

La prossima settimana parleremo di hosting web, ovvero dello spazio fisico che ospiterà il tuo fantastico sito.

A martedì prossimo!
Il Fabbro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *