Come scegliere l’hosting migliore per il tuo primo sito web?

immagini provider hosting

Ce ne sono tanti e mi sembrano tutti uguali…

La scorsa settimana ti ho dato dei consigli preziosi per aiutarti a scegliere il miglior dominio per la tua attività. Nel caso te lo fossi perso, corri subito a rimediare.

Se invece hai già scelto e comprato il tuo primo dominio: complimenti!

Ti manca solo quest’ultimo passaggio e poi potrai finalmente sporcarti le mani sul tuo primo sito web!

Ma attenzione…

questo passaggio è quello che tutti tendono a sottovalutare di più. Quando dico tutti non intendo soltanto chi è alle prime armi, ma anche le web agency e i professionisti.

Ciò significa che ti sto offrendo la possibilità concreta di farti fare un passo avanti alla concorrenza!

Che cos’è un hosting?

L’hosting è lo spazio fisico che devi prendere in affitto per ospitare le cartelle e i file del tuo sito internet. È a tutti gli effetti il locale virtuale della tua attività.

Un po’ come i muri e gli scaffali del tuo negozio, ma in questo caso non puoi toccarli con mano e non devi far buchi nel muro per montare le mensole!

In commercio esistono tanti hosting diversi e alcuni sono più o meno adatti a progetti web specifici.

Ma come si fa a scegliere quello giusto, specialmente se si è alle prime armi?

Ti affidi al Fabbro!

Semplice, no?

Credimi: li ho provati quasi tutti. Non perché sono masochista (o forse in questo senso un po’ sì, non mi accontento mai… ma questo non c’entra), ma perché durante questi anni mi è capitato di lavorare con clienti che avevano appoggiato i loro siti su hosting che altrimenti non avrei neanche provato.

E in tanti hanno pianto.

Hai idea di cosa significhi acquistare un hosting dozzinale per poi ritrovarti a dover spostare un sito dal peso di 8 gigabyte su un provider più performante?

Te lo dico io: significa risparmiare pochi euro all’anno convinti di essere furbi e poi rischiare di vedere il sito della propria attività sparire per sempre.

La verità è che la maggior parte delle volte gli imprenditori non hanno neanche idea di quale sia l’hosting sul quale gira il proprio sito web.

Sbagliano semplicemente nell’affidarsi a finti professionisti che, vendendogli il sito a poco e cercando di fare più margine, fanno accordi vantaggiosi con provider scadenti…

E poi c’è il tuo peggior nemico:

foto di una tartaruga

La lentezza…

…non è soltanto il titolo di un romanzo di Milan Kundera

è ciò che si prova a navigare il tuo sito web quando si appoggia ad un hosting scadente!

Proprio così: l’hosting è la causa principale che determina la velocità del tuo sito.

E lo sai cosa succede quando il tuo sito è lento?

Gli utenti scappano e cercano la soluzione ai loro problemi altrove. Non è che sono st****i, è che non sono felici di passare mezz’ora del loro tempo libero a cercare di visualizzare i contenuti del tuo sito! Come biasimarli?

Che poi, io dico mezz’ora, ma spesso 5 secondi sono già troppi!

e non finisce qui…

I motori di ricerca ti odieranno e cercheranno di nasconderti il più possibile dalla prima pagina dei risultati.

Sono st****i anche loro? Un po’. Ma per funzionare bene devono mostrare il più velocemente possibile la risposta alla domanda dell’utente. È per il bene di tutti!

Ok Fabbro, sono pronto: qual è il miglior hosting per il mio sito?

Il miglior hosting per realizzare il tuo primo sito internet è quello che ti offre OVH a 1,99€ al mese (abbonamento annuale) per diversi motivi, tra cui:

  • È uno dei più veloci in commercio. Se continui a seguirmi, il tuo primo sito internet sarà molto snello e non necessiterà subito di un hosting super-potente;
  • Parte con WordPress già installato. Ciò vuol dire che l’hosting è già ottimizzato per le tecnologie che useremo per realizzare il sito e che non ci sarà bisogno che impari come installare WordPress, bensì potrai cominciare a smanettare da subito! Questo ti farà risparmiare un bel po’ di tempo ed energie;
  • Ti offre 100GB di spazio. Se non riesci a quantificarlo, fidati se ti dico che è davvero tanto per un sito internet!

A volte fanno anche sconti utilissimi!

Fai click qui per acquistare subito il tuo primo hosting.

Conclusioni

La scelta dell’hosting è il passaggio preliminare più importante di tutti.

Se acquisti quello sbagliato butti soldi e tempo, e trasferire un sito da un’altra parte correttamente non è un lavoro che sei in grado di fare al momento.

Ma niente paura, ti basta seguire questa e potrai dormire tranquillo! Al tuo risveglio il tuo sito sarà sempre online e performante!

Clicca qui per iscriverti alla mia Newsletter e non perderti nessun articolo: per te diventerà facilissimo… usare il Martello per spaccare il Web!

Al prossimo martedì,
Il Fabbro

3 pensieri su “Come scegliere l’hosting migliore per il tuo primo sito web?

  1. Vera dice:

    Ciao Fabbro,
    grazie per il tuo utile blog. Mi hai convinto a comprare dominio e indirizzato su questo hosting ovh. Ho anche cominciato ad utilizzare word invece che appuntarmi tutti sul quaderno, per facilitare il materiale da inserire sul blog 🙂
    Vorrei prendere un secondo dominio, che userò successivamente per la landing page. L’hosting supporta due domini o dovrei acquistare un nuovo abbonamento di hosting?

    Grazie mille!
    Vera Ghirardini

    • Il Fabbro dice:

      Ciao Vera, acquistare un dominio a parte per la landing page è davvero un’ottima scelta! Se hai bisogno di aiuto con la landing page ti farà piacere sapere che stiamo lavorando ad un corso ad hoc. L’hosting “Personale” di OVH comprende un solo database all’interno dell’offerta, ragion per cui dovrai acquistarne un altro. In alternativa puoi creare la landing all’interno dello stesso sito ed effettuare un redirect. In questo modo chi si collega al dominio della landing viene automaticamente re-indirizzato sulla pagina dell’altro sito. Visto che il redirect è una tecnica indispensabile per chiunque decida di realizzare i propri siti in autonomia ho deciso di pubblicare una guida sulla mia rubrica nelle prossime settimane. Continua a seguirmi 😉

      • Vera dice:

        Manuel grazie anche di questa risposta! Intanto studio ed applico, attendo ulteriori articoli sulla scelta del tema wordpress e anche sul redirect 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *