L’importanza della citazione

Perché ti è utile citare… e come farlo correttamente!

Mettiamo subito le cose in chiaro: COPIARE è SBAGLIATO, e non si deve MAI fare.

 

Oltre a essere sbagliato dal punto di vista dell’etica professionale, copiare pari pari parole altrui spacciandole per proprie di solito è anche controproducente:

 

  • Se vieni scoperto dall’autore e sbugiardato, verrai additato (giustamente) come persona scorretta e non in grado di fare bene il tuo lavoro… e con Google sappi che certi mezzucci si scoprono facilmente!
  • Se copi qualcosa perché ti sembra fatta molto bene… probabilmente, proprio per questo motivo è anche molto conosciuta, e i tuoi lettori se ne accorgeranno in fretta.
  • Se copi qualcosa perché pensi che nessuno la conosca… allora probabilmente non è granché, sicuro che ti convenga copiarla?
  • Se copi un testo e lo usi per il tuo sito… Google se ne accorge, prima o poi, e ti lancia in fondo alla classifica dei siti!

 

Quindi, per evitare le BACCHETTATE… non copiare MAI!

MA…
…ci sono altre due cose che puoi (e in alcuni casi devi) fare: prendere ispirazione e rielaborare un’idea, facendola tua e migliorandola, oppure CITARE QUALCUNO (ovviamente, SEMPRE citando la fonte).

 

“Sono un giornalista che ricorre, con una certa frequenza, alle citazioni: perché ho memoria e perché ho bisogno di appoggi: c’è qualcuno al mondo che la pensava, o la pensa, come me.”
Enzo Biagi

 

 

PERCHÉ CITARE LE PAROLE DI QUALCUN ALTRO?

 

Ora non ci dilungheremo sulle croci e le delizie della citazione in ambito accademico…

rimaniamo concentrati sulla comunicazione online che serve a te, imprenditore/imprenditrice o copywriter che stai leggendo: ricorda che ciò di cui stiamo parlando può essere messo in pratica nei post della tua pagina aziendale, negli articoli del tuo blog o sul tuo sito web.

 

L’obiettivo è sempre lo stesso: tenere gli occhi dei tuoi clienti attaccati ai tuoi testi e ottenere una comunicazione che sia il più efficace e fruttuosa possibile!

 

E per scoprire come farlo, CLICCA QUI per iscriverti alla newsletter e non perdere neanche un post di questa rubrica: a colpi di Penna Rossa, annienteremo i tuoi problemi!

 

 

Entrando nello specifico dell’argomento di oggi, ora mi dirai: come può una citazione aiutarmi in tutto ciò?

Già mi immagino le obiezioni:

  • Ma se copiare è controproducente… perché dovrebbe servirmi citare le parole di qualcun altro?
  • Ma a me non servono le parole degli altri, io sono CREATIVO!

 

La creatività è sicuramente meravigliosa… ma se non è giustamente indirizzata rischia di essere inutile.

Esistono certi casi in cui non solo puoi servirti “delle parole di qualcun altro”, ma DEVI: la citazione ha i suoi superpoteri specifici, che la creatività ignora.

 

Ecco cosa puoi ottenere sfruttando il magico potere delle citazioni:

 

  • DARE FORZA ALLE TUE AFFERMAZIONI

A meno che tu non sia già una celebrità assoluta nel tuo campo… perché i tuoi clienti dovrebbero prendere per oro colato ogni tua affermazione?

Quindi, scegli qualcuno che SIA GIÀ un’autorità indiscussa riguardo a ciò che stai dicendo… e serviti delle sue parole, che daranno forza alle tue.

 

Ad esempio, ti sei chiesto perché ti tocca continuare a studiare per migliorare il tuo lavoro, anche se ormai hai finito la scuola da un pezzo?

Secondo il filosofo greco Socrate, il motivo è semplice: “Esiste un solo bene, la conoscenza, e un solo male, l’ignoranza.”

 

  • DIMOSTRARE CIÒ CHE AFFERMI

Un’affermazione, per essere davvero convincente, deve essere dimostrata: e cosa c’è di meglio per dimostrare qualcosa che servirsi di dati numerici e ricerche ufficiali

Concentrati su cosa rende unico il tuo prodotto o servizio… e scopri chi ha studiato quell’argomento nello specifico, per usare i dati raccolti a tuo vantaggio!

 

Ad esempio, io potrei dirti che un articolo pubblicato dal sito Libreriamo.it in occasione della settimana della lingua italiana nel mondo sostiene che ben il 43% degli italiani tende a commettere errori nell’uso della punteggiatura
…scommetto che NON vuoi essere tra loro! 

 

 

  • CREARE EMPATIA CON IL TUO TARGET DI RIFERIMENTO

Tutti siamo più bendisposti ad acquistare qualcosa se sentiamo che chi ce lo propone in qualche modo ci capisce e appartiene al nostro mondo.

E se una persona ammira le stesse persone che ammiriamo noi, tanto da citarne le parole… immediatamente ci sta simpatica e si crea un legame.

 

“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi.”
Roy Batty – Blade Runner

 

COME CITARE IN MANIERA CORRETTA

Punto primo, sacro e intoccabile: 

è FONDAMENTALE citare sempre la FONTE, che sia un autore, un sito, un giornale, una ricerca e via dicendo.

Se citi parole altrui, indicare la fonte è indispensabile: primo, perché non farlo sarebbe copiare (o addirittura arrivare al plagio, in certi casi); secondo, perché altrimenti, come abbiamo visto, la citazione perde la forza della sua autorità.

 

Quindi, inizia sempre citando l’AUTORE.

Se vuoi fare le cose per bene, è buona norma citare, se possibile, il titolo dell’opera (un libro, un giornale, un documentario, un’intervista) da cui tale citazione è tratta e l’anno di pubblicazione; tieni sempre conto del contesto in cui stai scrivendo per capire se è utile oppure no.

A volte, ad esempio quando si tratta di ricerche in ambito accademico, può essere utile citare l’ente di appartenenza, che sia un’università o un’organizzazione.

 

Si può fare una citazione in due diversi modi.

Può essere diretta, quando citi con precisione una o più frasi parola per parola, o indiretta, quando invece rielabori il concetto con parole tue.

 

“Niente si ottiene in guerra se non per mezzo di precisi calcoli… il caso da solo non è mai apportatore di successo.” Napoleone Bonaparte

  • Questa è una citazione diretta
    (che, non dimenticare, può anche essere integrata nel tuo discorso)

 

Ma per dirti che Napoleone sosteneva che il successo non arriva mai per caso, ma serve una strategia precisa basata sui calcoli, non sono obbligata a usare le sue precise parole: posso anche parafrasarle!

  • Visto? Questa è una citazione indiretta!

 

Per le citazioni dirette, ricorda che si deve capire a colpo d’occhio che si tratta appunto di citazioni, sia che si trovino in un blocco di testo staccato da quello principale (con rientri o spaziature particolari), sia che ne rimangano integrate. 

Perciò, ecco il tuo principale alleato: le virgolette, che vanno usate sempre!

Per esempio, la Treccani riporta che “le virgolette si usano per introdurre citazioni di vario genere”: ed è esattamente quello che ho appena fatto io, con una citazione diretta integrata nel discorso principale.

 

 

NON DIMENTICARTI DEI LINK!

Stiamo parlando di comunicazione online… quindi non scordarti di inserire i link quando è necessario!

Un link all’articolo che stai citando, alla recensione del libro da cui prendi le parole, o un tag in un post su Facebook che rimanda all’università che ha svolto la ricerca sull’argomento di cui parli aiuta il lettore a farsi un’idea più precisa del valore di quanto tu affermi.

 

Non solo: la tua precisione mostrerà la tua professionalità e la tua credibilità nei confronti del lettore aumenterà.

 

Io ti consiglio di non appesantire il testo con troppi link, ma di raggrupparli tutti insieme alla fine dell’articolo… andando a creare una sorta di bibliografia.

La bibliografia è uno strumento potente, che mostra quanto tu sia preparato e quanto tu abbia studiato e approfondito prima di trattare un argomento specifico… e ovviamente ha le sue regole da seguire.

 

Non hai mai redatto una bibliografia? Niente paura e continua a seguirmi: ne parleremo prossimamente!

CLICCA QUI per iscriverti alla newsletter e non perderti nemmeno un post della Penna Rossa.

 

 

QUINDI…

Ora hai capito il potere della citazione.

Certo, non è semplice servirsene: per trovarle occorre STUDIARE e IMPEGNARSI a fondo.

 

Ma se vuoi diventare l’unico riferimento per i tuoi clienti…
…devi diventare il maggior esperto del tuo campo, senza smettere mai di studiare!

 

Perciò, ora sta a te!

 

Studia, e crea dei testi interessanti e di valore: il tuo lavoro verrà presentato come merita…
… e i tuoi clienti non riusciranno a smettere di leggere, chiedendoti di continuare a scrivere!

 

Sei impaziente di metterti alla prova?

 

Allora non esitare: compra ora il primo libro del Sarto – VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE –  un manuale pratico per imparare come impostare la tua comunicazione online e per trasformare la tua pagina social in modo che attiri i clienti… come api sul miele!

 

Clicca qui per acquistarlo ora a solo 27 euro!

 

E per scoprire altri errori da NON fare…

…ci vediamo lunedì prossimo!

 

La Penna Rossa

 

 

BIBLIOGRAFIA

BECCARIA G.L., Dizionario di linguistica e di filologia, metrica, retorica, Einaudi, Torino 2004.

BERRUTO G., Corso elementare di linguistica generale, UTET, Torino 2012.

CANNAVACCIUOLO A., Manuale di copywriting e scrittura per il web, Hoepli, Milano 2019.

CERRUTI M., CINI M., Introduzione elementare alla scrittura accademica, Laterza, Roma-Bari 2010.

D’ACHILLE P., L’italiano contemporaneo, Il Mulino, Bologna 2006.

FANCIULLO F., Introduzione alla linguistica storica, Il Mulino, Bologna 2007.

EDIGEO (a cura di), Manuale di redazione, Editrice Bibliografica, Milano 2013.

MORTARA GARAVELLI B., Prontuario di punteggiatura, Laterza, Bari-Roma 2020.

MIDDENDORP J., TWOPOINTS.NET, Type Navigator. The Indipendent Foundries Handbook, Gestalten, Berlin 2011.

SCALA F., Piccolo manuale del correttore di bozze, Modern Publishing House, Milano 2011.

SCALA F., SCHIANNINI D. (a cura di), Piccolo manuale di editing, Modern Publishing House, Milano 2009.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *