E se ti insultano sui Social?

TU CE LI HAI GLI HATERS?

La dura vita dell’imprenditore: più ti odiano, più sei ricco

 

Quando parlo con qualcuno dei miei video (e succede veramente di rado, non esco mai!) mi trovo sempre di fronte a un dilemma:

gli dico tutto subito o lascio che scopra le cose un poco alla volta?

 

Chiariamoci, mediamente se parlo con qualcuno dei miei video, lo faccio perché gli sto dicendo che deve darsi una mossa e farli anche lui. Qualunque lavoro faccia, qualunque cosa venda, a chiunque la venda, girare e pubblicare video con costanza è una strategia estremamente valida.

 

Sempre più persone infatti utilizzano i video, in particolare YouTube, per cercare informazioni, sciogliere dubbi… e decidere da chi andare a spendere i propri soldi!

 

Pensa che secondo l’ultima ricerca di HubSpot, il 54% (dato in netta salita!) della popolazione si aspetta che qualunque marchio, dai più grandi al più piccolo, utilizzi proprio i video per descrivere o mostrare il proprio prodotto o servizio!

Come se il mondo ti stesse dicendo: cosa aspetti, che sia troppo tardi?

 

 

Produrre con costanza video interessanti per i propri Clienti Su Misura è certamente una delle vie migliori in assoluto per potenziare la tua Comunicazione Su Misura.

 

Tuttavia…

Non è un percorso facile da intraprendere. E non solo perché bisogna vincere l’imbarazzo della telecamera, o perché preparare, girare e montare video con costanza è un’impresa eroica.

Questi sono i motivi PRATICI per cui produrre video non è una passeggiata.

 

Ma oggi ho deciso di parlarti di quello che può essere il più forte dei freni alla tua crescita aziendale. Specialmente se fai video, ma non solo…

Può succederti anche senza, quindi se per caso stai pensando: vabbè chissene io non faccio i video e sono apposto!

Mi duole deluderti: nemmeno tu puoi fare a meno della PIAGA SOCIALE degli Haters da tastiera!

 

 

Seguimi, perché prima di tutto dobbiamo fare un passo indietro e capire cosa succede quando inizi a fare vera Comunicazione Su Misura per la tua azienda.

 

Molti potrebbero dirti: spieghi il tuo prodotto o servizio, fai la vendita in video, sponsorizzi testi scritti appositamente per il tuo pubblico.

Tutto vero, anche questo.

Ma la prima cosa che succede quando inizi a fare Comunicazione Su Misura è:

PRENDI POSIZIONE

 

A meno che tu non stia facendo Comunicazione a caso (e se fosse così, ho brutte notizie per te), la Comunicazione parte da un’unica e inconfutabile base:

 

TE!

 

Non il tuo prodotto o servizio. Non la tua assistenza clienti o, chessò, il tuo fantastico rapporto qualità/prezzo.

Quello che succede è che quando inizi a Comunicare con i tuoi Clienti Su Misura ti esponi.

Proprio TU, si.

Esponi la tua persona, la tua faccia, le tue movenze, ma non solo: esponi la tua opinione. Un tuo punto di vista.

Ne ho parlato anche nel video di domenica scorsa, se non l’hai visto corri a recuperarlo! Eccolo qui.

 

 

Se vuoi che le tue Comunicazioni funzionino, non puoi prescindere dall’esporre le tue idee.

E non solo.

 

Non puoi prescindere da esporre idee che piaceranno… solo a qualcuno!

 

Perché qualunque cosa tu sostenga, qualunque opinione tu possa esporre, non riuscirai mai in quell’inutile e dannoso obiettivo, purtroppo condiviso da molti, di PIACERE A TUTTI.

 

E meno male, dico io!

 

Perché se così fosse, magari avresti tanti “seguaci”, ma avresti anche un grosso problema di vendite.

 

Quindi, per farla breve: inizi a produrre i tuoi Video, prendi una posizione, qualcuno ti odia.

Cioè:

 

arrivano gli Haters!

 

 

E succede anche a me, ogni giorno…

Guarda questo screenshot:

 

Qui, per esempio, vediamo due esemplari di Haters, Massimiliano e Daniele, che danno libero sfogo alle proprie frustrazioni prendendosela con me per come giro i miei video, esprimendo opinioni forti e dando un chiaro segnale a tutti i Sarti: stiamo lavorando bene.

 

Perché se non fai incazzare nessuno, vuol dire che non stai dividendo. E se non sei divisivo, se non crei controversia, stai lasciando sulla strada un sacco di Clienti.

Ma questo argomento lo riprendiamo alla fine.

 

Ora soffermiamoci su un aspetto: cosa pensi quando leggi questi messaggi inutili?

Magari pensi: vabbè, sono Haters, cosa te ne importa Sarto!

 

E più o meno hai ragione.

Più o meno…

 

Si perché è ben diverso leggere commenti d’odio rivolti ad altri…

parliamo invece di quando sono rivolti A TE.

Ora non fare il duro.

Lo so che stai pensando che se ti capita te ne freghi bellamente, che la cosa non ti tocca, che tu sei superiore a tutto questo.

 

Ma non hai messo in conto che la mente umana non è un meccanismo perfetto, tutt’altro… ed è PIENA di pre-concetti che sono incredibilmente difficili da scardinare!

 

 

Allora, cosa succede quando qualcuno critica aspramente e pubblicamente il tuo lavoro?

La prima cosa che ti viene da pensare è che… ABBIA RAGIONE LUI!

 

Cioè, immediatamente, ti si apre quel pensiero che ti fa dire a te stesso:

  • sto sbagliando tutto;
  • faccio solo una brutta figura;
  • mi prenderanno in giro tutti;
  • sono un incapace…
  • …ecc

 

Ti si attiva quindi la VERGOGNA.

La vergogna è un’emozione basilare, legata al campo visivo (vergogna di essere visti/beccati), che si attiva quando abbiamo fatto qualcosa di riprovevole o disonorevole… o quando TEMIAMO di aver fatto qualcosa di questo tipo.

Quando trovi quindi il tuo bell’esercito di Haters pronti a spararti badilate di sterco da dietro la tastiera, vuoi o non vuoi…

 

…ti senti in difetto!

Ma ora verrebbe da chiedersi: come mai mi sento in difetto, se non sto facendo nulla di male?

 

Qui c’è il vero nodo della questione.

 

 

Vedi, tutti noi (ok, io meno), viviamo immersi in una società che ci porta a riconoscere come adeguati certi atteggiamenti e immorali altri.

In alcuni casi la distinzione è netta, in altri… è vaga, soggettiva.

 

Ed è qui che entra in ballo il concetto cardine che voglio portarti oggi. Proprio quello da scardinare per non rischiare di farsi fagocitare dalle opinioni altrui.

 

La desiderabilità sociale.

 

Si tratta di una tendenza naturale, inconscia, a dare risposte o promuovere atteggiamenti che siano più adeguati e accettabili possibile a livello sociale.

Una tendenza che ci porta a cercare di non spostarci dall’opinione comune, o a farlo il meno possibile, per non essere additati come “strambi” e risultare “normali”.

 

Se pensi di esserne immune, sei fuori strada. Questa roba è così per tutti, con sicuramente sfumature diverse da persona a persona, ma ci siamo dentro fino al collo.

 

Quindi il meccanismo diventa:

  1. Fai i video (e che sia Comunicazione Su Misura!)
  2. Prendi posizione
  3. Arrivano gli haters
  4. Inconsciamente ti senti di aver sbagliato
  5. Ti vergogni
  6. …e cambi rotta, ammorbidisci il messaggio o nel peggiore dei casi, smetti.

 

Ecco dove si nasconde il rischio più grande per te.

 

 

Imprenditore, Imprenditrice, ascoltami bene: è una fottuta trappola del cervello!

 

Nei miei video e nei miei articoli, ogni volta che produco un contenuto… so che dovrò combattere con i tuoi preconcetti, con le tue idee pregresse, con i tuoi bias cognitivi!

E lo so perché ogni giorno devo combattere con i miei!

 

Anche io non sono immune a questi meccanismi. Ci sbatto i denti dal primo giorno e… beh, qualche volta è stata davvero dura.

 

Certo, col tempo in parte ci si abitua, ma non basta.

 

C’è una cosa molto più importante da fare: SAPERE DOVE STAI ANDANDO.

 

Quando inizi a fare qualcosa di grande, di unico, di spettacolare (come la Comunicazione Su Misura per la tua Azienda), volente o nolente avrai questo genere di freni.

Ed è solo sapendo qual è il tuo obiettivo, solo avendo una strategia a lungo termine ben focalizzata, che puoi riuscire a combattere queste emozioni che vogliono farti smettere!

 

Quello che ti serve è prima di tutto la CONSAPEVOLEZZA.

 

Non esiste modo di fare impresa nel 2021 senza dare fastidio a qualcuno. Non c’è modo di raggiungere i tuoi Clienti Su Misura se non sei disposto ad ALLONTANARE, FARE ARRABBIARE, DISTURBARE tutti quelli che non la pensano come te!

Essere divisivo, non piacere a tutti… è esattamente quello che devi fare se vuoi riempirti di clienti entusiasti e pronti a pagare quello che vuoi tu, quando lo vuoi tu, alla cifra che vuoi tu!

 

 

Ricorda… le persone ragionano in base a confronti. Le uniche cose che notano sono LE DIFFERENZE… ma di questo ne parlerò in un altro articolo.

 

Non perdertelo! Clicca subito qui ed iscriviti alla mia Newsletter per essere sempre aggiornato su ogni mio contenuto.

 

E se leggendo questo articolo ti sei chiesto: ok, Sarto, tutto giusto, ma prima che arrivino gli Haters dovrò pure farmi notare! Da dove comincio?

Ecco servito per te tutto ciò che ti serve per impostare le basi della tua Comunicazione Su Misura!

 

Ho raccolto tutti i miei trucchi nel mio primo libro – VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE.

 

Un Manuale pratico che ti risolverà tutti i dubbi e ti permetterà di trasformare le tue pagine Social nel tuo più potente strumento per raggiungere ogni giorno nuovi Clienti Su Misura!

 

Corri a prendere la tua copia: clicca qui e non attendere oltre!

 

E nel frattempo, non scordare mai

VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Il Sarto

Logo Sarti del Web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *