1 su 10.000 ce la fa (e magari sei tu)

Sono reduce da una telefonata triste.

Non mi succede quasi mai. Anzi, di solito le telefonate di lavoro sono emozionanti, piene di idee e progetti.

Stavolta, inizialmente, non è stato diverso.

Ma poi…

Poi è arrivata lei: la frase che ha ucciso tutto.

Il mio entusiasmo. La mia voglia di fare le ore piccole su un nuovo progetto. La carica, quell’energia che mi si accende ogni volta che metto mani su una nuova, fantastica idea di un cliente (o potenziale cliente).

Di che frase si tratta?

Andiamo a vederlo assieme. E vediamo come sbarazzarci per sempre di queste parole dal nostro vocabolario.

 

Una piccola premessa: mi perdonerai se non farò nomi e sarò un po’ vago in alcuni punti: qui si parla di progetti di vita di più persone che, alla luce dei fatti, rischiano di andare davvero molto male. Non me ne volere se mantengo l’anonimato. E spera con me che riescano subito a prendere la strada giusta e non far arenare il loro progetto proprio su questa frase.

 

La frase incriminata è:

“prima aspettiamo che l’attività prenda piede, poi investiamo nella Comunicazione”

 

Lo senti il mio cuore che fa C R A C K?

Allora, andiamo a vedere QUANTI e QUALI errori fatali si nascondono in questa frase, in questo pensiero.

Non sarà un articolo facile, perché so che troverai cose che fai anche tu… e che sei convinto di non aver bisogno di cambiare!

Se leggere ti farà arrabbiare… sarà un piacere rispondere a tuoi eventuali commenti.

Ma sappi che… ho ragione io. Quindi sono pronto a sfidarti!

 

L’attività in questione è nata da solo otto mesi. L’hanno aperta quattro giovani ragazzi, tutti sotto i trent’anni, con il desiderio di farne il lavoro della vita, trarne soddisfazioni professionali ed economiche e… beh, farci i soldi.

Quindi sono pazzi. Completamente fuori di testa.

Perché dai, fare l’imprenditore in Italia nel 2021 è una vera follia!

Ma sono quei pazzi che piacciono a me: hanno un sogno, le carte in regola per realizzarlo e ci mettono tutto, senza un piano B!

 

Bravi, così si fa!

 

Questi quattro ragazzi sono davvero svegli. Ottime idee di partenza, un buon piano di sviluppo, un business plan ben fatto e…

…rullo di tamburi…

UN PIANO D’INVESTIMENTO PER LA COMUNICAZIONE!

 

Sono commosso!

Puoi comprendere la mia gioia se conosci questo dato: la maggior parte delle realtà imprenditoriali italiane NON STANZIA un budget per la Comunicazione, ma cerca di “strapparlo” qua e là.

Non prevede un piano d’investimento organizzato, non fa un vero e proprio calcolo per sapere quanto deve investire e su cosa e, soprattutto, non dedica la giusta attenzione alla parte economica.

Cioè, continua a pensare che i Clienti arrivino GRATIS.

Idea bellissima eh, un tempo funzionava pure.

Ora invece i Clienti si COMPRANO. Non sono più Gratis. E non lo saranno mai più.

 

Quindi, capirai, ero al settimo cielo!

Poi mi viene un dubbio: se mi hai chiamato otto mesi dopo l’apertura parlandomi di investimento in Comunicazione… come hai investito il tuo budget fino ad oggi?

 

Risposta: ancora non abbiamo messo un euro.

 

Domanda: perché?!? Non avevate stanziato un budget?

 

Risposta: sì, ma prima vogliamo il negozio renda, poi investiamo. Così ci teniamo un cuscinetto metti che…

 

STO MALE.

Era tutto troppo bello per essere vero.

Per un attimo ho pensato di essermi semplicemente illuso. Di aver preso fischi per fiaschi.

Tutto finito. È stato bello, ma niente da fare. Avevo di fronte l’ennesimo imprenditore che vuole vincere facile…

 

Ma poi, abbiamo continuato a parlare e…

 

e, fortunatamente, mi sbagliavo.

 

Questi quattro ragazzi in realtà HANNO FATTO BENE a tenere i soldi da parte. Ed hanno una buona motivazione… solo che non lo hanno ancora capito benissimo.

Seguimi che ti spiego ben bene cosa è successo.

 

Anzi, ancora meglio, ti spiego prima cosa succede di solito, poi cosa hanno fatto questi quattro ragazzi… e infine cosa possono fare SUBITO (che magari è lo stesso che puoi fare tu).

 

#1 COSA FANNO QUASI TUTTI

La stragrande maggioranza delle aziende Italiane, che siano start-up o avviate, NON stanzia un budget per la Comunicazione. E non solo.

Non sa nemmeno come calcolarlo!

Quindi cosa fa? Ad un certo punto si ricorda che ci sono i Social, perché vede la pubblicità della concorrenza, e DECIDE in maniera totalmente arbitraria, senza alcun calcolo e senza alcuna conoscenza, un budget da investire. Nel peggiore dei casi si abbina alla frase: proviamo qualche mese poi vediamo se vale la pena.

E non finisce qui!

Non avendo idea di come muoversi, non solo stanzia il budget a caso… ma decide totalmente a caso cosa comprare. E che risultati vuole avere!

Magari al titolare piacciono i video, quindi decide che deve fare un bel video per i Social… senza mettere a budget il costo della campagna per mostrarlo al pubblico.

Oppure ha appena scoperto Instagram e decide arbitrariamente che quello è il suo canale perfetto per acquisire clienti… o peggio ancora, followers.

Se ti raccontassi quante ne ho sentite staremmo qui ore.

Quindi, in definitiva, mediamente le aziende:

  • Aspettano di avere i clienti
  • Poi stanziano cifre a caso per avere altri clienti
  • Investono in maniera totalmente casuale su canali casuali
  • Non sanno valutare i risultati
  • Si convincono che i social non funzionano
  • (chiudono in Italia circa 240 aziende ogni giorno)

 

#2 COSA HANNO FATTO QUEI QUATTRO RAGAZZI

Beh… hanno aperto la loro attività con la consapevolezza che avrebbero dovuto investire in Comunicazione. Hanno anche stabilito quanto… ma purtroppo non avevano le competenze per sapere quale fosse la giusta cifra.

E fin qui, sia chiaro, non è nemmeno colpa loro!

La cultura sulla Comunicazione in Italia è così indietro che è quasi impossibile sapere come muoversi.E ancor più difficile calcolare il giusto investimento!

(infatti, se sei in queste condizioni, ti conviene richiedere la mia consulenza. Magari ti risparmi un sacco di tempo e di errori! Clicca qui e richiedila subito!)

E poi… poi non hanno fatto nulla. Hanno atteso, impauriti all’idea di bruciare il loro budget senza ricavarne mezzo cliente.

e… HANNO FATTO BENE!

Ogni utente web vede fino a 10.000 messaggi pubblicitari al giorno.

Cosa ti fa pensare che basti investire perché si fermi proprio sul tuo?

1 su 10.000 ce la fa… e di solito non sei tu.

Proprio perché, per essere quell’1 su 10.000 non è mica una passeggiata!

Quindi questi quattro giovani, allo stato attuale delle cose, hanno scelto – quasi – la strada giusta.

  • Hanno stanziato fin da subito un budget da investire in Comunicazione
  • Hanno capito che da soli non avrebbero ricavato un fico secco
  • Hanno scelto di farsi aiutare da un professionista… cioè hanno chiamato i Sarti!

BRAVI!

Ora vedremo se sarà più forte la paura o la voglia di veder realizzato il loro sogno.

Ora è qui che si gioca la partita!

Quella frase pronunciata come fosse una cosa normale verrà superata o sarà il peso morto che ucciderà il loro progetto?

 

E ora… vediamo assieme come si deve realmente fare per essere proprio quell’1 su 10.000 che ce la fa!

 

#3 COSA BISOGNA ASSOLUTAMENTE FARE

Oramai l’idea di aprire un’attività, investire, fare progetti imprenditoriali, senza avere un piano sia strategico che di investimenti per la Comunicazione è un certificato di morte per la nascitura azienda.

Possiamo girarci attorno quanto vuoi, ma non ci sono scappatoie: se non hai un piano preciso per acquisire Clienti Su Misura, farai una enorme fatica per ottenere poco… o a volte niente.

E questo vuol dire un vero e proprio CAMBIAMENTO DEL PARADIGMA.

Una svolta epocale per il mercato. E molti non vogliono accettarla.

Anzi…

Quasi nessuno.

Ti do un dato:

l’Italia, ad oggi, è al 25° posto in classifica europea per digitalizzazione delle imprese.

Dopo di noi, Romania, Grecia e Bulgaria.

È un dato allarmante…

… ma anche un bel colpo di fortuna per chi – prima di altri – comprende la necessità di muoversi in maniera rapida e precisa verso l’obiettivo!

Quindi, cosa deve fare un’impresa per riuscire ad essere quell’1 su 10.000 che spicca agli occhi del cliente e lo acchiappa e segue fino al giorno in cui comprerà?

(non credere, non ci metterò tutto: ma almeno le basi, quelle ci vogliono!)

  • Costruire una strategia di Comunicazione a lungo termine per acquisire e fidelizzare i Clienti Su Misura;
  • Impostare un budget per la Comunicazione sostenibile ma adeguato al risultato che si vuole ottenere;
  • Iniziare con la Comunicazione SUBITO se non PRIMA dell’apertura (o se è già un’attività avviata, semplicemente subito)
  • Raccogliere con precisione i dati di vendita e scoprire quanto costa un cliente;
  • Investire di conseguenza: se so quanto costa un cliente, so quanto devo investire in base a quanti clienti voglio!

Quello che hai appena letto è la minima parte per costruire un’azienda moderna, digitalizzata e redditizia.

Sì, lo so.

È un sacco di roba, vero?

Stai pensando che forse forse è troppa roba. Talmente tanta che… meglio fare come hai sempre fatto, giusto?

Lo sappiamo entrambi che questa è una risposta normale: tutti abbiamo paura di impegnarci in qualcosa di nuovo, cambiare le nostre abitudini, fare investimenti di tempo, energie e denaro…

 

Però qui c’è un problema insormontabile: se non fai queste cose… chiudi, come 240 aziende ogni giorno in Italia.

Non ci sono altre strade o scappatoie.

Ma…

Non temere!

So che sembra troppo. E che spaventa.

Ma ricordati che la digitalizzazione non è un’azione, un tasto da cliccare. È un processo, che può essere anche lento e complesso, fatto di tanti piccoli elementi che un passo alla volta si connettono e creano sempre più risultati.

Questo è quello che (ancora) pochissime aziende stanno facendo in Italia.

Un numero ristrettissimo di imprenditori e imprenditrici che si, sta crescendo, ma siamo ancora alla griglia di partenza.

Ad oggi in Italia serve veramente poco per fare meglio della concorrenza!

Occorre solo iniziare SUBITO…

…ma da dove?

Ed ecco che il Sarto ci fa una bella sorpresa mettendo a disposizione di tutti i fondamenti del lavoro del Laboratorio dei Sarti del Web, racchiusi in un unico Manuale… alla sua seconda e più completa edizione!

Clicca subito qui e ordina la tua copia di VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Aspetta che arrivi col corriere, inizia a studiare, applica passo passo quello che viene insegnato…

E sarai proprio tu quell’1 su 10.000 che fa le mosse giuste per prendersi i migliori Clienti!

 

A giovedì prossimo

Il Modellista

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

2 pensieri su “1 su 10.000 ce la fa (e magari sei tu)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *