Puoi sconfiggere la procrastinazione?

Oggi è il primo giorno di settembre… e probabilmente uno dei giorni più strani dell’anno, da alcuni odiatissimo e da altri adorato (io faccio parte della seconda categoria!)

Questo perché il primo settembre è il giorno in cui DEVI iniziare a fare tutte le cose che hai rimandato fino a questo momento.

Qui trovi il tuo proposito di perfezionarti sul tuo settore iniziando a studiare qualcosa di nuovo.
Qui hai nascosto la tua idea di iniziare a creare contenuti da postare settimanalmente sulla tua pagina facebook.
E sì, qui si trova anche l’abbonamento per la palestra che non hai ancora fatto perché “con questo caldo chi ce la fa ad allenarsi?”

Insomma: un momento di crescita, di rinascita e di miglioramento!

Ma in realtà… c’è molto di più.

Il primo settembre suscita sentimenti contrastanti perché ti fa scontrare con una nemica pericolossima. Un ostacolo così grande al raggiungimento del tuo successo, che un articolo solo non basta per contenerla.

Per questo motivo, il mese di settembre (e parte di quello di ottobre) saranno dedicati ad affrontare una terribile nemica:

LA PROCRASTINAZIONE!

 

Nemica giurata del successo, amante del primo settembre, primo gennaio e tutti i giorni dopo le feste nazionali.

Come ogni nemico è importante conoscerla bene… per questo oggi analizzeremo la sua natura, e capiremo come possiamo affrontare la sua pericolosa influenza!

Procrastinare viene dal latino. Possiamo tradurre il suo significato come “a favore di domani”, perché unisce crastinus, un aggettivo che significa appunto domani, al prefisso pro, che come puoi immaginare significa “a favore di”.

La procrastinazione compare generalmente quando dobbiamo affrontare un compito molto pesante o decisamente poco piacevole. In quel momento il nostro cervello cerca disperatamente una via d’uscita per non fare fatica, e inizia a indicare come più importanti altre attività.

In questo modo ci troviamo a perdere un sacco di tempo e occasioni dietro ad attività stupide, e nella maggior parte dei casi completamente irrilevanti!

Le cose negli ultimi anni sono peggiorate: con l’arrivo dei social e l’accesso continuo a diverse forme di intrattenimento, la procrastinazione è diventata decisamente più seducente… e pericolosa.

C’è sempre un momento per guardare un video, leggere un post di un amico, o spiare le foto di qualche festa. Poi ti guardi intorno… e ti rendi conto che sono passate 2 ore, e che non hai ancora iniziato a fare neanche la metà di quello che ti eri messo in mente di concludere quella mattina!

E la cosa terribile è… che non possiamo farne a meno.
La procrastinazione non è un difetto che puoi avere oppure no, ma è l’eredità di un delicato meccanismo che portiamo dentro di noi fin dalla preistoria.

Che tu ci creda o meno, a quei tempi procrastinare poteva salvarti la vita!

 

Immagina la scena.

Sei un uomo delle caverne, e il tramonto è appena arrivato.
Intorno a te c’è una foresta, che di notte diventa un fitto muro di piante in cui perderti. Senti i vari animali carnivori cominciare a ringhiare, e sei sicuro di vedere anche qualche occhio affamato spiarti dai cespugli.

notte stellata
Nella preistoria questo scenario era tutt’altro che bello…

Nel frattempo senti chiaramente anche il tuo stomaco brontolare, e sai che sarebbe importante mangiare per calmarlo.
Ma allo stesso tempo, capisci che la salvezza è solo la tua piccola grotta, e il minuscolo fuoco che hai imparato ad accendere qualche tempo fa.

A questo punto puoi fare solo una cosa: procrastinare.

Devi aspettare la luce del giorno dopo per trovare qualcosa da mettere sotto i denti, perché solo così potrai aumentare le tue possibilità di sopravvivere.

In altre parole, la procrastinazione è un meccanismo mentale che ci portiamo dietro da secoli, collegato alla paura e all’istinto di sopravvivenza.

E questo significa che non possiamo eliminarlo.

Anche se una piccola parte della popolazione è molto brava a tenere sotto controllo la procrastinazione, nessuno di noi è totalmente privo della capacità di rimandare le cose difficili.

Che ti piaccia o no, tutti hanno almeno un ambito della loro vita in cui la procrastinazione gioca un ruolo più o meno importante. Per alcuni è la decisione di iniziare un corso di lingua, per altri è iniziare a cambiare un aspetto della loro personalità che non amano.

Ma quando si parla di procrastinare in ambito lavorativo… le cose diventano davvero pericolose.

Secondo recenti studi, un imprenditore dedica alla procrastinazione almeno 3.5 ore… AL GIORNO. Magari nel tuo caso può essere di meno, o magari senza saperlo di più, perché stai dedicando ad attività poco importanti la maggior parte del tuo tempo!

(Per evitare di fare questo errore ti consiglio di rileggere QUESTO articolo, dove parlo di come scoprire il valore di ogni tua ora)

Ovviamente, le ore della tua giornata lavorativa che dedichi a cose poco importanti, o in cui semplicemente non fai nulla di produttivo, sono ore in cui non guadagni.
E probabilmente stai perdendo molto più di quanto immagini…

Vuoi un esempio pratico?

Immagina una persona con un guadagno annuale di 40.000 euro, che lavora per 8 ore al giorno.
Se questa persona procrastina per 3 ore al giorno ogni giorno, significa che perde ogni anno 15.000 euro di potenziali guadagni.

QUINDICIMILA.


Prova a pensare a come cambierebbe la tua azienda se avessi quella quantità di denaro da utilizzare e investire ogni anno!

A questo punto probabilmente ti aspetti il consiglio o il trucco che ti permetterà di smettere di perdere tempo.

Ma il problema è che… non tutti i procrastinatori sono uguali.

Esistono una serie di approcci all’abitudine di rimandare le attività.
Per la precisione, dopo una chiacchierata con il Sarto e il solito camion di libri che sono stata invitata a leggere, sono riuscita a estrarre da diversi studi 5 principali personalità da procrastinatore.

Nei prossimi articoli le analizzerò una per una.
Non solo spiegherò quali sono le caratteristiche di ogni stile di procrastinazione, ma ti darò anche dei suggerimenti pratici con cui affrontare ogni diverso modo di rimandare le cose!

Per non perderne neanche una di queste piccole guide ISCRIVITI alla nostra newsletter. In questo modo restarai aggiornato su questi articoli e su tanti altri.

Oppure… puoi smettere di procrastinare subito, e affrontare immediatamente i problemi che colpiscono la tua azienda.
Per esempio, per migliorare immediatamente la Comunicazione nella tua azienda… il Sarto ha soluzione giusta per te!

VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Un manuale pratico, che ti darà tutti i suggerimenti per cambiare per sempre la tua comunicazione, e che ti permetterà di raggiungere fiumi di Clienti su Misura.

 

CLICCA QUI per avere subito la tua copia!

Io invece come sempre ti aspetto il prossimo mercoledì.
Sarò qui per parlare di valore, di saperne di più e di crescita costante!

Il Mastino

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *