Tutto quello che ti serve per realizzare un sito web – parte 1

un sito su misura

Ciao e bentornata/o sulla rubrica del Fabbro,
L’articolo di oggi è un vero e proprio listone di tutto l’occorrente di cui hai bisogno per realizzare (o completare) il tuo sito web.
Ogni argomento qui presentato è trattato ampiamente in un articolo a sè, perciò troverai un link all’approfondimento per ognuno di essi.
Da oggi non hai più scuse: hai tutto (ma proprio tutto) quello che ti serve per realizzare/completare il tuo sito web e per poterlo gestire in totale autonomia.
L’articolo è diviso in più parti perché dovresti procedere per gradi e non ingozzarti in una sola volta.
Gli argomenti sono tanti, è vero, però credimi: chiunque può realizzare il proprio sito web e gestirlo in autonomia nel tempo like a boss, leggendo e mettendo in pratica le guide che trovi all’interno della mia rubrica.

Sei pronta/o? Mettiti comoda/o, afferra una tazza del tuo caffè preferito e partiamo!

caffè

Come realizzare un sito web

Qui hai 3 scelte:

  1. apri il portafogli e ti prepari a sborsare un sacco di quattrini, pregando che l’agenzia/professionista sia effettivamente in grado di fare un buon lavoro. Sia chiaro: in giro ci sono tanti professionisti in gamba, però sono la minoranza e hanno prezzi elevati. Se puoi, affidati sempre a un professionista e dedica il tuo tempo ad altro. Ma se vuoi fare da solo, hai altre due opzioni.
  2. Ti butti sul risparmio e affidi la realizzazione del tuo sito web ad un’agenzia/professionista/cugino spendendo due lire. Ma perché mai dovresti farlo? Siamo seri: il sito web oggi è troppo importante per lasciarlo nelle mani di persone incompetenti, rischi di rovinare permanentemente la tua reputazione online. Tra l’altro, le agenzie che costano poco di solito non sono strutturate per fare un buon lavoro, perciò per favore non fidarti di chi vuole farti il sito a prezzi stracciati!
  3. Te lo fai da solo. Proprio così: se non puoi permetterti di investire la cifra giusta, allora è meglio se fai da te. Don’t panic, il Fabbro è qui per aiutarti.

Se scegli l’opzione numero 3, tivvibì e continua a leggere quest’articolo.

Cosa serve per realizzare un sito web

Anzitutto impegno, costanza e pazienza, soprattutto se sei alle prime armi. Avrai bisogno anche di una guida esperta, e per tua fortuna ci sono qua io!

WordPress

Hai bisogno di WordPress. Si tratta di un programma potentissimo, affidabile e gratuito: una vera e propria macchina sforna-siti.

Senza WordPress non puoi realizzare un sito web. O meglio, puoi realizzare dei siti web scadenti o malfunzionanti.

Se non hai mai sentito parlare di WordPress, allora devi leggere obbligatoriamente questo articolo prima di proseguire: link all’articolo su WordPress.

Dominio

nome a dominio, confusione

Il dominio è l’indirizzo del tuo sito. Per farti un esempio, il dominio del sito su cui stai leggendo questa rubrica è “isartidelweb.it”.

Per ottenere un dominio dovrai acquistarlo, però per adesso non farlo.

Leggi prima questo articolo e poi torna di nuovo qui: link all’articolo sui domini.

NON COMPRARE ANCORA NULLA.

Hosting

immagini provider hosting

L’hosting è lo spazio fisico che ospita il tuo sito. Anche questo, come il dominio, va acquistato e ti consiglio di farlo su OVH.

In giro esistono tanti provider da cui puoi acquistare un hosting, ma io ti consiglio a occhi chiusi OVH. Leggi quest’articolo per farti un’idea più chiara di cosa intendo: link all’articolo sugli hosting.

Insieme all’hosting, puoi acquistare anche un dominio (quest’ultimo è gratis per il primo anno, se acquistato insieme ad un hosting).

“Ok Fabbro, ma quanto mi costa questa roba?”
Meno di 30€ all’anno. Una cifra ridicola rispetto a quello che puoi guadagnarci!

Certificato SSL

ladro che forza una porta

Il certificato SSL dice ad internet che il tuo sito è sicuro. Cosa succede se non ce l’hai?
Che puoi prendere il tuo sito e buttarlo fuori dalla finestra urlando.
Se non ci credi, ti invito a leggere subito questo articolo: (link)
Se hai seguito il mio suggerimento e hai acquistato un hosting su OVH, complimenti: hai già un certificato SSL.
Però c’è un’ultimo passo da compiere: configurarlo correttamente. Don’t panic, ce la farai! Hai soltanto bisogno di seguire questa guida e sorseggiare un paio di tazzine del tuo caffè preferito: link all’articolo sul certificato SSL (scorri fino al punto 2).

Tema WordPress

immagine vettoriale di un sito web

Presta particolare attenzione a questo argomento. La scelta del tema WordPress non la puoi sbagliare e i motivi sono tantissimi:

  • il tema definisce l’impronta grafica del tuo sito;
  • un tema che non viene aggiornato periodicamente da chi l’ha sviluppato può mettere a rischio il tuo sito web, rendendolo più vulnerabile agli attacchi informatici;
  • un tema scadente può essere penalizzato dai motori di ricerca, che nasconderanno il tuo sito e ti faranno perdere utenza;
  • un tema scadente può avere ripercussioni gravi sulla velocità del tuo sito;
  • un tema scadente può far smettere di funzionare il tuo sito da un giorno all’altro, compromettendolo per sempre;
  • un tema complicato da usare può rendere un inferno le tue giornate di lavoro sul sito;
  • un tema scadente può limitare l’utilizzo di plugin essenziali per problemi di compatibilità (vai più in basso per capire cosa sono i plugin e perché sono indispensabili);
  • una volta scelto un tema, il rischio di adattare il design del tuo sito al tema (e non viceversa) è altissimo. Il risultato è un sito impersonale e privo di vita.

Insomma, si tratta di una scelta delicata ma don’t panic.

bottone don't panic

Ho scritto un intero articolo dedicato alla scelta del tuo primo tema e ti invito a leggerlo subito: link all’articolo sui temi WordPress.

Testi e immagini

lucchetto su sfondo blu
Devi presentarti online nel miglior modo possibile. Apri un qualsiasi editor di testo (ad es. Microsoft Word) e scrivi la tua storia e perché hai aperto la tua attività. Fatti fare delle belle foto da un fotografo e preparati a caricarle sul tuo sito.
Attenzione: prima di caricare le foto sul tuo sito devi comprimerle! Perché? Perché altrimenti il tuo sito può risultare lento da navigare e annoierai i tuoi utenti, che schiacceranno il tasto “Chiudi” e andranno a navigare su Facebook o peggio ancora sui siti dei tuoi concorrenti.
Puoi seguire questa guida per scoprire dei fantastici siti web da cui scaricare tante immagini bellissime e gratuite: link all’articolo sulle immagini.

Per capire come puoi comprimere le immagini del tuo sito dai un’occhiata a questo articolo: link all’articolo sulla compressione delle immagini (scorri fino al punto 10).

Blog

Tanti imprenditori tralasciano l’idea di aprire un blog sul proprio sito, rinunciando a innumerevoli vantaggi.
Il primo è che, attraverso la pubblicazione di articoli di blog, puoi farti riconoscere immediatamente come un esperto del tuo settore.
Di conseguenza aumenterai il valore percepito dagli utenti nei confronti del tuo prodotto/servizio: chi ti reputa un professionista sarà disposto a pagarti di più.
Non ci credi? Ti invito fortemente a leggere questo articolo perché sono convinto ti farà cambiare idea: link all’articolo sul blog.

Font

Ora che hai scritto dei contenuti e hai aperto un blog, hai bisogno di scegliere dei font che si adattino al tuo sito web.
Ma che cos’è un font?
Un font è un file attraverso cui possiamo applicare dei caratteri tipografici.
Si tratta di uno degli aspetti più sottovalutati da chi realizza siti web (non soltanto da parte di chi è alle prime armi), ma in realtà i font sono a tutto tondo un elemento grafico importante per il tuo sito.
Di recente ho pubblicato una guida dettagliata sulla scelta dei font e sui siti migliori da cui scaricarli, dai un’occhiata: link all’articolo sui font.

Colori

viso colorato

Scegliere i colori giusti per il tuo sito è fondamentale perché l’impatto visivo ha molto valore in termini di fruizione.
Se non scegli i colori giusti rischi di inviare segnali sbagliati e di far scappare via la tua utenza.
Ma quanti colori dovresti scegliere per il tuo sito? E quanti?
Per tua fortuna ho risposto a questi e ad altri interrogativi su questa guida: link all’articolo sulla scelta dei colori per il tuo sito web.

Plugin

bambini vestiti da supereroi

WordPress è lo strumento più potente su cui puoi mettere le mani per realizzare tutti i siti web che vuoi, su questo non ci piove.
Il suo punto di forza è la versatilità: puoi espandere le funzioni di WordPress in modo rapido e gratuito grazie all’utilizzo dei plugin.
Ti dirò di più: non è possibile utilizzare WordPress senza l’ausilio di almeno 3 o 4 plugin.
I plugin sono dei programmi che permettono al tuo sito di ampliarne o di espanderne le funzionalità.
Donano i superpoteri al tuo sito WordPress, permettendogli di effettuare operazioni che prima non gli erano possibili.
L’argomento stuzzica la tua curiosità e vorresti saperne di più?
Allora troverai utilissimo questo articolo introduttivo: link all’articolo sui plugin.
L’hai letto? Molto bene. Adesso che ne sai di più sono certo che vorrai scoprire anche quali sono i migliori plugin che puoi utilizzare sul tuo sito.
Sarai felice di sapere che ho pubblicato questa lista sui 5 plugin da installare sempre su qualsiasi sito WordPress: link alla lista dei 5 plugin da installare sempre su WordPress.

Ottimizzazione mobile

scrivania con cellulare e tazza di caffè

Il tuo sito è bello se visto dal tuo computer ma fa schifo sui cellulari?
Abbiamo un problema enorme: devi correre ai ripari immediatamente.
Credimi, non sto esagerando, stai rischiando di compromettere per sempre la visibilità del tuo sito.
Cosa significa? Devi sapere che in Italia circa il 92% di chi naviga in internet lo fa col cellulare.
In pratica 9 persone su 10 fanno una pessima esperienza visitando il tuo sito (dati Istat).
Posso confermarti personalmente questi dati perché rispecchiano quasi in modo identico l’utenza di tutti i siti che gestisco con i Sarti del Web (che attualmente ammontano a 106).
Il tuo sito non fa schifo su cellulare? Molto bene… per cominciare!
Devi infatti sapere che un sito web ottimizzato per cellulare non è soltanto uno sito web con una bella impostazione grafica.
Un sito lento da caricare su cellulare, ad esempio, è un sito non ottimizzato.
Ma come puoi avere la certezza che il tuo sito sia a posto lato mobile?
Devi leggere assolutamente quest’articolo: link all’articolo sull’ottimizzazione mobile.

Backup e sicurezza

i problemi piu letali di tutti i siti

Ora che il tuo sito sta prendendo forma, devi metterlo al sicuro.
Come mai?
L’errore numero uno che compie chi si cimenta per le prime volte con la realizzazione di un sito web è trascurare quest’argomento.
Mi rendo conto che curare graficamente un sito è più divertente che occuparsi della sua sicurezza, però devo metterti al corrente di quali sono i rischi a cui vai incontro.
Il cyber crimine è una pratica molto diffusa in tutto il mondo ed è il pericolo numero 1 per la salute del tuo sito web.
Secondo una ricerca dell’università di Maryland, si verifica nel mondo un attacco hacker ogni 39 secondi.
Spaventoso, non è così? Beh, don’t panic: puoi correre ai ripari.
Dovresti infatti effettuare delle copie di backup del tuo sito periodicamente.
Se sulla voce “Plugin” più in alto hai aperto l’articolo sui 5 plugin essenziali, avrai scoperto che ce n’è uno semplicissimo da utilizzare per creare delle copie di backup del tuo sito.
Però a volte un backup non basta.
Se hai un sito web Ecommerce, ovvero un sito su cui avvengono delle transazioni monetarie, dei malintenzionati potrebbero scippare un sacco di soldi a te e ai tuoi utenti.
Non vuoi che questo accada, giusto? Allora corri a leggere questa guida per scoprire come mettere in sicurezza il tuo sito in 4 mosse: link all’articolo su come mettere in sicurezza il tuo sito.

Scopri anche quali sono i problemi più letali di tutti i siti web: link ai problemi più letali dei siti web.

Difenditi dallo spam

bidone dell'immondizia

Molto spesso accade, anche se non te ne accorgi, che il tuo sito sia vittima di spam.
Se ti colleghi al pannello di amministrazione WordPress sulla voce “Commenti”, di tanto in tanto potrà capitarti di trovare dei messaggi incomprensibili, scritti in inglese il più delle volte.
Ecco, quello è spam.
Non cliccare mai sui link che trovi su questi commenti perché sono dannosi, non soltanto per il tuo sito ma anche per i tuoi account social e i tuoi conti in banca.
Cosa puoi fare per difenderti?
Ad oggi il modo più efficace di farlo è usare il tasto “Contrassegna come spam”. Quando contrassegni un commento come spam, WordPress lavorerà da dietro le quinte e bloccherà il mittente.
Ma lo spam non è solo questo.
Devi sapere infatti che il tuo sito invia delle mail di sistema ai tuoi utenti quando, ad esempio, si registrano sul tuo sito o compilano un modulo.
Ecco, delle volte semplicemente quelle mail non partono e i tuoi utenti non ricevono notifiche dal tuo sito.
Ma come mai? La faccenda è più complessa di quel che sembra, ma don’t panic: leggi questo articolo, metti in pratica e poi tira un sospiro di sollievo: link all’articolo sullo spam. Il tutto sorseggiando avidamente tazze del tuo caffè preferito.

Conclusioni
Wow, abbiamo concluso soltanto la prima parte, ma se hai letto tutto con attenzione probabilmente sei già più esperto di tanti professionisti che operano in questo settore, perciò complimenti!
La seconda parte di questo articolo sarà pubblicata il prossimo martedì e, se non vuoi rischiare di perdertela, ti suggerisco un’ultima azione da compiere al più presto prima di lasciare questa pagina:
iscriviti subito alla rubrica del Fabbro e resta sempre aggiornato nel tempo su tutto ciò che riguarda la realizzazione e la gestione dei siti web. Fai click qui e vedrai che presto per te sarà facilissimo usare il martello per spaccare il web.

A martedì prossimo,
Il Fabbro

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

2 pensieri su “Tutto quello che ti serve per realizzare un sito web – parte 1

  1. Il Fabbro dice:

    Ciao Veronica, spero la guida possa esserti utile😁 Se c’è qualche punto che a tuo parere merita qualche approfondimento in più o se ho tralasciato qualcosa fammelo sapere ☕️

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *