Trasforma le tue parole in soldi 10 – Che titolo scelgo per vendere?

Forse ti starai chiedendo: Modellista, perché aspetti l’articolo numero 10 per parlarmi della prima cosa che devo scrivere, cioè il titolo?

La risposta è semplice: NON DEVI SCRIVERE IL TITOLO PER PRIMO.

Il Titolo è ciò che il tuo cliente legge per primo. E proprio per questo deve essere curato nei minimi dettagli.

Per questo, non solo non deve essere scritto per primo, ma probabilmente sarà l’ultima cosa che scriverai!

Il Titolo è il primo e più importante spartiacque del tuo testo: è lui a determinare se il potenziale cliente leggerà (o almeno proverà a leggere) le tue parole o se ti ignorerà.

Attento: non sto dicendo che il titolo è TUTTO, ma è anche vero che senza saper scrivere perfettamente il titolo, non c’è tecnica di Scrittura Persuasiva che tenga!

 

Quindi rimboccati le maniche, afferra carta e penna e preparati ad imparare tutto quello che ti serve per scrivere i titoli dei tuoi testi!

(SPOILER: mi basterà un articolo per dirti il necessario, ma stavolta ho deciso di strafare e di darti un arsenale potentissimo di armi affilate).

Prima di iniziare, facciamo una breve digressione su un argomento importante: DOVE leggono i tuoi testi i tuoi clienti?

Può essere il tuo Blog, la tua Newsletter, la tua Rivista. O la tua Landing Page, il tuo articolo sul giornale, il tuo volantino, il tuo annuncio su Google… e infinite altre possibilità.

Tra queste spiccano i Social.

Sui Social trovi senza ombra di dubbio TUTTI i tuoi potenziali clienti al mondo. E sui Social hai il vantaggio di poter investire denaro per raggiungere proprio quei clienti. Fantastico, vero?

Uno spazio efficiente e ben organizzato dove semplicemente PAGANDO puoi arrivare a chi vuoi, quando vuoi e come vuoi, anche se il tuo potenziale cliente non ti sta cercando attivamente. Dove puoi sparargli in faccia la tua pubblicità mentre lui sta pensando ad altro. In qualunque momento del giorno e della notte!

Una grande opportunità per tutte le aziende del mondo, non trovi?

 

Sì, lo è.

Se non fosse che…

 

  • Tutti i tuoi concorrenti possono fare la stessa identica cosa;
  • Spendere soldi non basta, bisogna saperli spendere bene (per approfondimenti, leggi la rubrica dell’Arciere – clicca qui per andarla a vedere!);
  • Tutti le aziende del mondo, anche non tue concorrenti, stanno saturando l’attenzione del tuo potenziale cliente;
  • I Social ti danno pochissimo tempo per agire!

Seguimi, così tra qualche riga non potrai rischiare di sottovalutare il Titolo.

Ognuno di noi (al mondo eh, mica solo al tuo paese!) è invaso da circa 10.000 pubblicità ogni giorno. 10.000 aziende che cercano di convincerci a dare a loro i nostri soldi.

Per non soccombere sotto questo attacco pubblicitario, stiamo tutti sviluppando una serie di atteggiamenti, che definirei “di sopravvivenza”, per selezionare molto velocemente il punto in cui vale la pena focalizzare l’attenzione e dove invece è meglio lasciar perdere velocemente e non farsi distrarre.

Per questo, quando non siamo dalla parte dei clienti, ma vogliamo Vendere, DOBBIAMO tenere presente un aspetto vitale per le nostre campagne: la regola dei 3 secondi!

 

Cioè:

HAI TRE SECONDI PER PRENDERE L’ATTENZIONE DEL TUO CLIENTE!

 

Nei primi tre secondi devi:

  • Cogliere al volo l’attenzione del cliente (e di questo parleremo tra qualche settimana, quando ti parlerò di DESIGN al servizio della Scrittura Persuasiva: iscriviti alla mia newsletter per non perdere questo importante articolo – ti basta cliccare qui, proprio ora, e poi tornare a leggere!)
  • Convincerlo che qui troverà quello che gli serve;
  • Portarlo a leggere tutto il tuo testo.

 

Cosa significa quindi? Che hai giusto il tempo del titolo per vincere in una gara tra 10.000 aziende!

Spero che ora ti sia chiaro che, se vuoi diventare un asso della Scrittura Persuasiva, questo articolo ti è assolutamente vitale!

 

Ora che abbiamo capito l’importanza del titolo, andiamo ad osservarlo da vicino.

 

Il Titolo si compone di tre elementi (e non dovrai usarli sempre tutti e tre).

  1. PRE-HEADLINE (la parte in piccolo sopra il titolo vero e proprio)
  2. HEADLINE (il copro del titolo, la parte centrale, la più evidente)
  3. SUB-HEADLINE (la parte appena dopo il titolo, generalmente breve)

 

Per quanto siano tutti importantissimi, sappi che la parte centrale, il corpo, sarà quella che non potrai mai evitare di utilizzare, mentre le altre due possono essere non necessarie.

Per definire quando e come usarle, ricorda la regola generale: è una tecnica, quando puoi applicala senza sconti!

 

Vediamole da vicino:

 

#1 PRE-HEADLINE

La funzione principale di questa parte del Titolo è QUALIFICARE il tuo lettore.

Il tuo prodotto o servizio non è per tutti. Magari è dedicato solo a mamme, o a meccanici, o a sportivi, estetiste, imprenditori, amanti della pesca e chi più ne ha più ne metta. La pre-headline serve a definire per chi è (e per chi non è) il tuo messaggio pubblicitario.

In questo modo, quando capiterà sotto gli occhi di una potenziale Cliente, lui potrà capire immediatamente che si tratta di un messaggio scritto proprio per lui.

È la parte del titolo che ti permette di PERSONALIZZARE il messaggio!

 

#2 HEADLINE

La tua unica grande occasione di fare breccia nel cuore del cliente!

Qui ci va il tuo messaggio, la tua Comunicazione Su Misura si manifesta in tutta la sua forza. Poche e studiate parole che ti permettono di vincere nella guerra tra 10.000 distrazioni!

Questa è la parte che tratteremo maggiormente in questo articolo!

Ed è proprio qui che andrà la tua Big Idea! (attenzione: se ancora non sai cosa sia, non preoccuparti, sta per arrivare l’articolo che ti spiega tutto! Ti sei iscritto alla mia newsletter vero? Se non lo hai fatto, rimedia subito cliccando qui!)

 

#3 SUB-HEADLINE

Questo è quel piccolo spazio tra il Titolo e l’Incipit (di cui ho parlato approfonditamente in QUESTO ARTICOLO e nei successivi)

Poche righe, a volte solo qualche parola… eppure così importante.

In questo breve spazio hai l’opportunità di dare subito al lettore una spinta, un incoraggiamento a leggere. Come?

Puoi usarlo per:

  • Creare ulteriore curiosità;
  • Evidenziare subito il maggior beneficio del tuo prodotto o servizio;
  • Rispondere alla principale obiezione dei tuoi clienti;
  • Sottolineare il principale motivo per cui valga la pena leggere;
  • Mettere in forze il tuo Meccanismo Unico (di cui ti parlerò tra qualche settimana, insieme alla Big Idea).

Se decidi di usare la sub-headline, ricorda che qui hai l’opportunità di far spingere il piede del tuo cliente sull’acceleratore… ma attento: se non saprai con precisione COSA muove il tuo cliente, avrai l’effetto contrario: pur avendo preso la tua attenzione con la Headline, farai arenare proprio qui quell’emozione che lo ha spinto a leggere.

In altre parole: se gli hai dato un buon motivo per fermarsi sul tuo messaggio pubblicitario, qui devi rafforzare quel motivo. Ti concentri sul punto sbagliato? Il lettore perderà ogni tipo d’attenzione!

 

Bene, abbiamo visto insieme come si struttura un bel titolo per i tuoi testi.

Ora addentriamoci nella tecnica: cosa andrai a scrivere nel corpo del titolo?

 

Il Titolo deve esprimere in maniera immediata il fatto che tu sei la risposta ai problemi del cliente.

Non si tratta quindi di dire cosa vendi e quanto costa, tutt’altro!

In quei tre secondi di tempo che hai a disposizione, devi immediatamente colpire il nervo scoperto del tuo lettore. Farlo saltare dalla sedia, fargli sentire quella spinta irrefrenabile: qui, nelle tue parole, c’è qualcosa di grandioso per lui!

Sì, lo so: è vago. Non preoccuparti, ci stiamo avvicinando alla parte pratica.

 

Prima, è di vitale importanza che tu sappia che non esiste il Titolo che vende, ma il TITOLO CHE VENDE PER QUEL DETERMINATO CLIENTE.

Quindi, per scrivere un titolo perfetto, devi prima conoscere alla perfezione il tuo cliente!

  • Devi definire il suo livello di consapevolezza (ne ho parlato qui)
  • Devi conoscere il suo problema, la sua storia, i suoi tentativi, i suoi fallimenti… devi scoprire cosa lo tiene sveglio la notte! Se non conosci quel motivo profondo per cui il tuo cliente si abbandonerà a te e deciderà di darti la sua fiducia, non c’è titolo che tenga!

E come lo conosci bene il tuo cliente?

Ecco lo strumento perfetto: la Checklist – Clienti Su Misura: il Laboratorio dei Sarti del Web ha creato per te questa Checklist GRATUITA per aiutarti a conoscere a fondo il tuo cliente (e scrivere titoli che vendono!). Scaricala ora cliccando qui!

 

Le 27 domande che trovi dentro la Checklist, sono le esatte 27 domande a cui devi rispondere per scrivere un Titolo di successo. Questo perché, grazie ad una conoscenza profonda del tuo cliente, saprai con precisione quale emozione lo spinge all’acquisto. E potrai costruire proprio su di essa il tuo Titolo!

 

Arrivati a questo punto, potrei già fermarmi. Questa è la teoria, qui ci sono le regole.

Ma se tu sei qui, è perché sei stanco della teoria. Tu vuoi trasformare le tue parole in soldi. Giusto?

Molto bene.

Allora ti dico cosa ho in serbo per te.

Ti mostrerò la tecnica più potente per definire il tuo Titolo. Quattro mosse per ipnotizzare il tuo lettore distogliendolo da qualunque cosa stia facendo.

E non solo!

Ti darò 9 esempi di Titoli che potrai scopiazzare come un ragazzino in seconda superiore, rendendo IMMEDIATAMENTE i tuoi Titoli migliori di quelli di tutti i tuoi avversari!

 

Dovrai aspettare la settimana prossima, certo. Ma intanto ho un esercizio per te.

 

Visto che lavoreremo principalmente sulla Headline, ecco due compiti per definire perfettamente le tue pre-headline e sub-headline:

 

ESERCIZIO NUMERO 1: LA PRE-HEADLINE

Scrivi con precisione cosa caratterizza, ai suoi occhi e relativamente alla tua azienda, il tuo cliente.

Per esempio, puoi scrivere:

“solo per imprenditori”

Oppure…

“solo per imprenditori e venditori”

O magari…

“solo per imprenditori e venditori che vogliono aumentare il fatturato”

Fatto?

Bene. Ora fai il contrario. Scrivi per chi non è il tuo prodotto o servizio.

Ad esempio:

“ATTENZIONE: questo post non è per imprenditori e venditori che vogliono battere la fiacca”

ESERCIZIO NUMERO 2: LA SUB-HEADLINE

Scrivi con attenzione per quale motivo il tuo lettore dovrebbe leggere il tuo post dopo aver letto il titolo.

Mettici dentro il più forte argomento di vendita che puoi descrivere in una breve frase.

Ecco un esempio:

“scopri come vendere più spesso, a prezzi più alti e a più clienti grazie al Videocorso Vendi ai Clienti Su Misura”

 

ESERCIZIO BONUS: TITOLO COMPLETO

Anche se non ho ancora pubblicato i prossimi articoli (che ti saranno utilissimi!), prova già a mettere giù un Titolo completo.

Per esempio:

ATTENZIONE: solo per Imprenditori e venditori che non vogliono battere la fiacca.

Anche tu sei stanco di fare trattative su trattative e di chiuderne una ogni mille?

scopri come vendere più spesso, a prezzi più alti e a più clienti grazie al Videocorso Vendi ai Clienti Su Misura

 

ecco, ora (se ti va) mandami i tuoi esercizi. Puoi farlo commentando il blog… se sei abbastanza coraggioso!

 

 

A giovedì prossimo, dove parleremo delle quattro “U” e di quanto possano renderti facile scrivere titoli perfetti!

 

Trasforma le tue parole in soldi

Il Modellista

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *