8 falsi miti su WordPress – parte 1

Ciao e bentornata/o sulla rubrica del Fabbro,
Che tu sia un nuovo arrivato o un lettore affezionato probabilmente stai sfogliando queste pagine digitali alla ricerca di maggiori informazioni su WordPress.
Se sì, questo articolo è per te ed è un’occasione perfetta per approfondire le tue conoscenze sul tema.

Proprio così! Oggi andiamo a sfatare tutti i falsi miti su questo strumento famoso e ormai immancabile nell’arsenale di chi vuole realizzare il proprio sito web in autonomia.

Qualunque sia il tuo livello di consapevolezza su WordPress, se deciderai di seguire fino in fondo questo articolo apprenderai tutto ciò che ti serve sapere per raggiungere al meglio il tuo obiettivo, perciò mettiti comodo e afferra una tazza del tuo caffè preferito: iniziamo!

caffè

1. Realizzare siti web con WordPress è completamente gratuito

FALSO, ma non troppo distante dal vero.

Mi spiego meglio: WordPress è a tutti gli effetti uno strumento gratuito.
Puoi scaricarlo completamente gratis collegandoti a questo indirizzo e facendo click sul bottone blu “Get WordPress”.

“Ok Fabbro, ma allora perché questo sarebbe un falso mito?”

Perché scaricare WordPress è gratis, ma realizzare un sito web e metterlo online è un altro paio di maniche.

Per esistere in rete, ogni sito web ha bisogno di un dominio e un hosting.
Per farla breve, il dominio è la frase che serve scrivere nel browser per raggiungere il sito e navigarlo, mentre l’hosting è lo spazio fisico su cui esiste.

Nonostante oggi questi due servizi siano in vendita su tante piattaforme a prezzi molto convenienti, non sono gratis.
Possiamo quindi affermare che realizzare un sito web con dominio, hosting e WordPress sia “quasi” gratis, senza allontanarci troppo dall’affermazione del primo falso mito.

Ma c’è un però grande come una casa che devo piazzare necessariamente sul tavolo della conversazione:
realizzare un sito web con dominio, hosting e WordPress è quasi gratis… però solo se sei in grado di farlo autonomamente.

È vero: WordPress è facile da utilizzare e puoi iniziare da subito, ma se un giorno dovessi manomettere per sbaglio le sue funzioni irrimediabilmente potresti vederti costretto a pagare delle agenzie o dei professionisti per fartelo mettere a posto. E credimi: non ti costerà poco!

Ma don’t panic! La mia rubrica esiste proprio per questo motivo ed è piena zeppa di guide utili per evitare gli errori più comuni e creare un ambiente di sviluppo protetto, in grado di salvare letteralmente la vita del tuo sito web.

Se avrai la costanza di seguirmi nel tempo, ti assicuro che presto conoscerai WordPress come le tue tasche e che non avrai paura di sperimentare e aggiungere funzioni sul tuo sito, ma soprattutto… risparmierai tantissimi soldi! Perciò fai click qui e iscriviti subito alla rubrica del Fabbro per non perdere mai in anteprima una guida gratuita! Te ne invierò una ogni martedì direttamente all’interno della tua casella di posta elettronica preferita.
In conclusione:
Realizzare siti web con WordPress è completamente gratuito: falso.
Realizzare siti web con WordPress leggendo gli articoli della rubrica del Fabbro è quasi gratis: vero.

2. WordPress è una piattaforma di blogging

blogging

Anche questo, come il primo assunto, è FALSO ma poco distante dal vero.

La prima versione di WordPress lanciata in internet risale al 27 maggio 2003 da Matt Mullenweg e Mike Little e si presenta come una piattaforma di blogging, e non a caso.

Erano gli anni in cui esplose furiosamente il blogging e internet si riempì di centinaia di migliaia di blog in tutte le lingue del mondo.

WordPress, per la sua semplicità d’uso, permise a chiunque avesse un pc di mettere online il proprio blog in pochi click e ciò decretò la sua fortuna.

Negli anni seguenti i fan dello strumento si moltiplicarono in tutto il mondo dando vita ad una delle community più grandi mai esistite in internet.

Ma oltre alla sua semplicità d’uso, WordPress aveva un’altra peculiarità in grado di renderlo irresistibile: la flessibilità.

Trattandosi di un software open-source, chiunque ha sempre potuto scaricarlo e leggerne il codice sorgente. In questo modo, molto presto gli sviluppatori della community hanno messo a disposizione di tutti dei plugin per migliorare e aumentare le funzioni di WordPress.

Naturalmente sempre più persone hanno scaricato e installato questi plugin all’interno dei loro blog finché gli sviluppatori di WordPress non hanno deciso di arricchire il codice sorgente del software per realizzare uno strumento più completo, in grado non soltanto di generare dei semplici blog ma anche dei siti web professionali.

Quindi WordPress nasce come piattaforma di bloggin ma nel tempo diventa uno strumento flessibile, in grado di incorporare al suo interno le più svariate funzioni e di dar vita a dei siti web sempre più sofisticati.

WordPress è una piattaforma di blogging: vero. È ancora lo strumento più completo e funzionale per realizzare e mettere online un blog di successo.

Ma WordPress è “soltanto” una piattaforma di blogging? Falso. Oggi con WordPress puoi mettere al mondo qualsiasi tipo di progetto tu abbia in mente.

3. Non puoi realizzare e-commerce con WordPress

FALSISSIMO. Più passano gli anni e più falso diventa questo assunto, perché WordPress viene perfezionato di continuo.

Ti dirò di più: se sei un imprenditore devi assolutamente realizzare il tuo e-commerce con l’ausilio di questo strumento!

Eppure ti garantisco che se ti colleghi su wordpress.org, scarichi il software e lo installi sul tuo hosting non troverai all’interno del pannello di amministrazione del tuo sito nessuna opzione per configurare un e-commerce.

“Ma come, Fabbro? Prima dici una cosa e poi la smentisci? Ti tiro un pugno!”

Ahia! Aspetta, dammi ancora un momento, non ho finito!
Quello che voglio dire è che, di default, WordPress non è in grado di offrirti la possibilità di realizzare un e-commerce.

Per aprire un negozio virtuale sul tuo sito devi prima scaricare un plugin chiamato WooCommerce.

Nota: esistono altri plugin WordPress per realizzare e-commerce ma ti garantisco che nessuno è potente e flessibile come WooCommerce, perciò non perdere altro tempo in ricerche di questo tipo.

WooCommerce è un plugin totalmente gratuito che puoi scaricare e installare sul tuo sito per realizzare il tuo e-commerce in pochi click.

A proposito di e-commerce vorrei fare una piccolissima digressione. Esistono due tipi di imprenditori:

  1. quelli che hanno un e-commerce;
  2. quelli che non hanno ancora compreso appieno tutti i vantaggi di avere un e-commerce.
    Se al momento appartieni alla seconda tipologia ti consiglio di leggere al più presto (nel caso tu non l’abbia già fatto) l’articolo che ho pubblicato la scorsa settimana e che puoi raggiungere facendo click qui.

5 motivi per creare il tuo e-commerce

Fine della digressione.

Torniamo a WooCommerce. Questo plugin può esistere soltanto su WordPress per via della sua malleabilità. Come? In che senso?
Nel senso che è potente proprio perché, girando su WordPress, può beneficiare dell’utilizzo dei suoi plugin per diventare ancora più sofisticato.

Come il suo papà WordPress, anche lui può avere accesso a superpoteri di qualsiasi tipo grazie ai plugin messi a disposizione dalla community.

Perciò potremmo concludere dicendo: non puoi realizzare e-commerce utilizzando soltanto WordPress, ma puoi farlo grazie ai suoi plugin.

4. Devi avere una laurea in informatica per creare siti su WordPress

Questo assunto l’ho sentito spessissimo e lo voglio distruggere. FALSO!

Se ciò fosse vero, allora WordPress non avrebbe motivo di esistere. Credimi, non sto esagerando e adesso ti spiego perché.

WordPress esiste proprio per dare indiscriminatamente a tutti la possibilità di creare il proprio sito/blog/e-commerce.

Il suo creatore, Matt Mullenweg, lavora e investe tempo e risorse su questo progetto da quasi 20 anni con la missione di dare la possibilità a chiunque lo voglia di mettere in rete i propri contenuti in modo semplice, senza aver bisogno di conoscenze informatiche (se mi stai leggendo, Matt, sappi che tivvibì!).

Sicuramente avere qualche conoscenza di PHP, database SQL, Javascript, HTML e CSS può renderti il lavoro più facile, non voglio mentirti, però non sono assolutamente richieste.

E ti dirò di più: WordPress è talmente figo e ben realizzato che anche se conosci a menadito questi linguaggi può esserti utilissimo come base per realizzare un sito. È vero, puoi programmare e mettere online dei siti web complessi senza usare WordPress, ma hai idea di quanto tempo ci voglia a implementare funzioni di blogging e e-commerce senza una base di partenza?

Proprio per questo motivo, WordPress viene utilizzato ogni giorno da programmatori e non.

Se finora non hai mai realizzato un sito web perché non hai competenze informatiche per favore ripensaci e corri a installare WordPress.

Fai attenzione però perché, come spesso accade, anche in questa bugia si nasconde un briciolo di verità.

Non disponi di competenze informatiche e non hai mai utilizzato WordPress prima d’ora? Allora devo metterti in guardia.

Con le tue sole forze potresti fallire la missione e:

  • non riuscire a realizzare il tuo primo sito web;
  • realizzare un sito web scadente;
  • perdere tantissimo tempo e, alla lunga, demoralizzarti;
  • spaccare il tuo sito dopo pochissimo tempo;
  • essere soverchiato dalle tantissime funzioni di WordPress e il suo ecosistema di plugin.

Mi piace pensare che usare WordPress sia come giocare a scacchi: muovere i pezzi non è difficile, ma per vincere la partita ci vogliono esperienza e strategia.

scacchi

Però don’t panic: sei nel posto giusto. Ho realizzato questa rubrica proprio per metterti nella condizione di realizzare e gestire nel tempo il tuo primo sito web in totale autonomia.

Io e Matt Mullenweg condividiamo la stessa missione, perciò sei in ottime mani!

Tutto quello che devi fare è registrarti alla mia newsletter e continuare a seguirmi. Fai click qui, lasciami il tuo indirizzo email e giuro che non mancherò di inviarti in anteprima tutti i miei articoli ogni martedì e non ne salterò neanche uno.

Conclusioni
Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi arricchirlo con la tua opinione? Hai qualche domanda? Allora scrivimi un commento e risponderò non appena possibile, garantito!

Per oggi ti saluto e ti aspetto martedì prossimo per la seconda parte di questo articolo e gli ultimi quattro falsi miti.

Nel frattempo continua a seguirmi e vedrai che presto per te sarà facilissimo usare il martello per spaccare il web!

A martedì prossimo,
Il Fabbro

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.