Fai decollare le tue sponsorizzate con il pixel!

C’è una parola che ha serpeggiato in tutti i miei articoli di recente.
Ma non solo: questa parola è stata protagonista di articoli del Fabbro, e perfino di un articolo scritto dal Sarto in persona.

E questa parola indica uno degli strumenti più potenti che Facebook ti mette a disposizione.

Sto parlando del Pixel, il protagonista dell’articolo di oggi!

Il Pixel è uno strumento che ti permette di raccogliere dati importantissimi per la tua azienda.

Un esempio è quella funzione del pixel ti permette di creare dei pubblici personalizzati (ti ricordano qualcosa? Se vuoi rinfrescarti la memoria clicca QUI), un aiuto fondamentale per creare campagne ad hoc per chi compie particolari azioni sul tuo sito.

Se vendi oggetti per la casa e hai un e-commerce con cui indirizzi le persone a una pagina specifica del tuo sito, potrai creare un pubblico con solo quelle persone all’interno, e fare un’azione di remarketing specifica, per spingerle a passare da interessati a clienti!

Con il pixel puoi anche inserire nella tua rete di sponsorizzate persone interessate al tuo prodotto, anche se queste non hanno MAI interagito con la tua pagina. Questo è ottimo, perché significa avvicinare alla tua azienda un pubblico potenzialmente interessato, che ha più possibilità di diventare tuo cliente!

Per esempio, se sei un’azienda dolciaria che deve vendere le proprie torte e dolci per San Valentino e non ha problemi a livello di spedizione in tutta Italia, utilizzare questo tipo di pubblico potrebbe rivelarsi utile.

Infatti il pixel assorbe informazioni dalle persone che ti seguono, che hanno già effettuato acquisti da te, che sono state sul tuo sito… in altre parole, tutti quelli che hanno compiuto azioni che riguardano  la tua azienda.

In questo modo cercherà di attirare nella tua attività solo persone che assomigliano il più possibile a quelle che attualmente stanno portando fatturato nella tua azienda, permettendoti di avere senza fatica un pubblico pronto a trasformarsi in cliente!

Un altro vantaggio del pixel è che ti permette di ottimizzare le tue conversioni, in modo da ottenere risultati migliori man mano che vendi, grazie a un lavoro sempre più preciso dell’algoritmo.

Per esempio, se ti occupi di vendere oggetti per la casa tramite un e-commerce, all’inizio l’algoritmo potrebbe fare fatica a cercare nel tuo pubblico persone interessate alla tua attività. Si tratta di un argomento generico, e per questo potrebbe volerci del tempo.
Ma grazie all’aiuto del pixel, l’algoritmo capirà più velocemente chi è realmente interessato e chi no, e di conseguenza noterai un miglioramento dei risultati delle tue sponsorizzate a parità di investimento.

Il pixel in questo caso infatti permette di definire diversi tipi di pubblico, in modo che tu possa crearne di nuovi e targettizzare con sempre maggior precisione il tuo cliente su misura!

Quindi, in parole povere, il pixel è un collegamento che esiste tra il tuo sito e la tua zona business di Facebook, ed è uno strumento che non puoi non avere nella tua azienda se desideri il successo per la tua attività.

Bene, ora che abbiamo fatto un’introduzione di quello che il pixel può fare, vediamo come aggiungerlo al tuo BM!

Per accedere a questo strumento, dovrai loggarti nella zona “Business” di Facebook.
Una volta all’interno, dovrai accedere alle “impostazioni business”, per poi andare su “Origini dei dati” e cliccare sulla voce “Pixel”.

Una volta fatto questo ti troverai nella schermata “Pixel”, e a questo punto non ti resta che cliccare sul tasto aggiungi!

Per attaccare il pixel al tuo sito invece puoi affidarti al Fabbro, che ha dedicato a questo argomento un intero articolo: te lo lascio QUI!

Una volta installato il Pixel, assegnalo alle persone, agli account pubblicitari e in generale chiunque necessiti di accesso allo strumento.
Per assegnare la “risorsa”, dovrai solamente cliccare il tasto grigio “Aggiungi risorsa” .

Ho già parlato di questo argomento nell’articolo della scorsa settimana, che puoi recuperare CLICCANDO QUI!

Ricorda che è fondamentale farlo: nel caso in cui non sia assegnato alla persona, all’account pubblicitario ed al BM, non riuscirai ad utilizzare il pixel all’interno delle tue inserzioni.

Ora, per vedere tutto ciò che hai raccolto con il tuo pixel, ti basterà andare su “gestione eventi” e nell’apposita schermata, vedrai un grafico con alcune voci.

Quelli sono i dati raccolti dal pixel!

Per farti capire come funziona il pixel, ho preso due screenshot da diversi account. Nel primo, troverai esattamente quello che vedrai nella TUA schermata non appena avrai creato il pixel.

Nella seconda schermata invece, vedrai come pian piano, i risultati inizieranno a vedersi e riuscirai a osservare molte informazioni utili per la tua comunicazione.
Purtroppo, la visualizzazione massima dei dati del pixel è fino a 28 giorni, quindi se ti servono dei dati sul medio-lungo periodo ricordati di tenere da parte i tuoi report mensili per non rischiare di perdere informazioni importanti!

L’inserimento del pixel all’interno delle inserzioni è fondamentale.

Non puoi veramente farne a meno: il tracking dei risultati ottenuti è troppo importante per riuscire a tenere sotto controllo l’andamento di quello che stai pubblicando.

Ma ricorda che il pixel non è tutto: perché la tua azienda abbia successo è fondamentale avere una comunicazione solida, in grado di spingere i clienti a comprare da te!

E per aiutarti a progettarla, il Sarto ha creato il suo SECONDO VOLUME: COMUNICAZIONE SU MISURA – LA STRATEGIA DIGITALE CHE PORTA LA TUA AZIENDA AL SUCCESSO!

406 pagine di indicazioni, suggerimenti e strategie per far decollare la tua azienda attraverso la perfetta comunicazione attira clienti!

Per mettere subito le mani sulla tua copia non devi fare altro che cliccare qui!

Se invece non ti sei ancora iscritto alla nostra newsletter, e non vuoi perdere neanche uno dei miei articoli su come muoverti nel mondo dei social, non devi fare altro che cliccare qui!

Alla prossima freccia,

L’Arciere 🏹

 

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.