Come automatizzare le vendite sul tuo e-commerce

come automatizzare le vendite del tuo e-commerce

Ciao e bentornata/o sulla rubrica del Fabbro,
Ti ho parlato di e-commerce per un mese intero ma, come avrai intuito, l’argomento è vasto e richiede parecchie attenzioni.
In questo momento, se hai seguito alla lettera i miei ultimi quattro articoli, hai un e-commerce funzionante ma ti starai chiedendo da dove iniziare per vendere il tuo primo prodotto online.

Se speri che ti basterà attendere qualche giorno affinché uno sconosciuto effettui un acquisto sul tuo negozio online, purtroppo devo darti una cattiva notizia: non accadrà.

Per ora non importa quanto sia bello, veloce e funzionale, semplicemente devi affiancare al tuo e-commerce altri strumenti per assicurarti venga visitato dagli utenti giusti al momento giusto.

Fortunatamente, sul blog dei Sarti puoi trovare tantissime guide utili per affinare la tua Comunicazione Su Misura e comprendere come curare nel modo giusto tutti i canali attraverso cui promuovi la tua attività.
La mia rubrica, nello specifico, si occupa di siti web, blog, e-commerce e automazioni. Si tratta di argomenti tecnici, ma ho promesso al Sarto di semplificare il più possibile per permettere a tutti gli imprenditori come te di masticarli.
Mentre, ad es., sulla rubrica dell’Arciere troverai delle guide fenomenali per migliorare i tuoi annunci Facebook; sulla mia imparerai prima a comprendere la potenza incredibile delle automazioni e poi a come sfruttarle per automatizzare le vendite sul tuo e-commerce.
Dico “incredibile” perché io stesso, prima di entrare in questo mondo, non riuscivo a credere a tutte le possibilità che le automazioni sono in grado di offrire.
Implementarle nel tuo arsenale per comunicare sul web equivale a “dopare” il tuo business e correre più veloce della concorrenza senza stancarsi mai.

Non mi credi? Allora afferra una tazza del tuo caffè preferito e leggi tutto l’articolo!

caffè

Cosa diamine sono queste benedette automazioni?

Spulciando un po’ la mia rubrica potresti imbatterti in qualche articolo in cui ho parlato di “risposte immediate”, “siti web con i superpoteri” e “Active Campaign”.

Tutti questi termini si possono riassumere in un’unica parola che per te non dev’essere più soltanto una parola, bensì un obiettivo da raggiungere: Automazione.

Per realizzare tante vendite online devi automatizzare la maggior parte dei processi aziendali che ti portano via più tempo.

Comincia ora! Scrivi su un foglio tutte le cose che fai ogni giorno per la tua attività e che ti portano via più tempo.

Fatto? Molto bene: tra qualche tempo dovrai smettere di farle!

Devi trasformare tutti quegli orribili micro-task in processi automatici e lasciare che di quelle faccende si occupi qualcun altro. Nello specifico, quel qualcun altro è il tuo sito web, il tuo e-commerce, il tuo blog, il tuo Active Campaign.

D’altronde il Sarto lo dice spesso: devi cambiare quello che sei e che fai ogni giorno per raggiungere risultati che finora non hai mai raggiunto.

Ma c’è di più.

Devi automatizzare anche il tuo e-commerce.

Cosa significa automatizzare il tuo e-commerce? Ad es. non puoi pensare di chiedere manualmente a ogni cliente di effettuare una recensione sui tuoi prodotti in cambio di uno sconto sul prossimo acquisto, è un processo che devi automatizzare.

Non puoi metterti a scrivere ogni volta una mail per avvertire gli utenti che è disponibile un nuovo prodotto sull’e-commerce, così come non puoi metterti a scrivere una mail di ringraziamento personalizzata ogni volta che viene acquistato un prodotto specifico.

O meglio, potresti anche farlo, ma impazziresti nel giro di poche ore.

Devi tassativamente automatizzare tutti questi processi e fare in modo che il tuo sito invii comunicazioni ai tuoi utenti autonomamente.

Il punto non è soltanto che, così facendo, risparmierai una miriade di tempo, il punto è che queste comunicazioni devono arrivare agli utenti al momento giusto!

automazioni

Qual è il momento migliore per chiedere una recensione al tuo utente?

Quando quest’ultimo riceve il tuo prodotto/servizio e lo utilizza per qualche giorno. Non puoi anticipare questo passaggio o ritardarlo troppo, convieni con me?

Amazon ti invia una richiesta di recensione via mail non appena ricevi il prodotto, ci hai mai fatto caso?

Bene: non c’è nessuna persona al lavoro dietro questo sistema. Non c’è un omino del customer care che ti invia una mail, è un processo automatizzato al 100%.

Puoi farlo anche tu.

Come? Con le automazioni. E come crei le automazioni? Con Active Campaign.

Che cos’è Active Campaign e perché tu e il tuo e-commerce ne avete bisogno?

Active Campaign è un software che si integra alla perfezione con WordPress e WooCommerce.

logo active campaign

Al suo interno potrai registrare tutti i nominativi dei tuoi clienti e tutte le informazioni che ti interessano: indirizzo email, numero di telefono, indirizzo fisico, data di compleanno.

Più informazioni sui tuoi clienti riesci a raccogliere e più possibilità hai di realizzare una comunicazione mirata, in grado di vendere qualsiasi cosa al prezzo che decidi tu.

Forse ti starai chiedendo:
“Scusami Fabbro, ma se devo aggiungere uno per uno i miei contatti su Active Campaign non mi ci vorrà un’infinità di tempo?”

E infatti non dovresti farlo tu, ma il tuo e-commerce!

Mi spiego meglio.

Ogni volta che un utente effettua un acquisto sul tuo e-commerce, WooCommerce immagazzina tantissimi dati, tra cui:

  • nome dell’utente;
  • cognome dell’utente;
  • indirizzo email dell’utente;
  • numero di telefono dell’utente;
  • indirizzo di fatturazione dell’utente (via, numero civico, città, provincia, CAP, nazione);
  • i nomi dei prodotti acquistati;
  • il valore in euro (o qualsiasi altra valuta in cui ti fai pagare) della transazione;
  • l’orario in cui è stato effettuato l’acquisto;
  • la data in cui è stato effettuato l’acquisto;
  • l’indirizzo IP della persona che ha effettuato l’acquisto;
  • il browser che l’utente ha utilizzato per navigare sul tuo sito ed effettuare l’acquisto.

Come avrai notato, si tratta di una miriade di dati!

Converrai con me che, se WooCommerce raccoglie già questi dati, è stupido tu vada a copiarli da lì e li inserisca all’interno di Active Campaign.

E infatti non ce n’è bisogno.

Una volta collegato WooCommerce ad Active Campaign, troverai tutti questi dati già all’interno del software.

Ma Active Campaign non è solo questo (che già non è poco), è anche lo strumento di invio mail più potente e facile da utilizzare.

Se ad es. volessi inviare una mail di ringraziamento personalizzata agli utenti che effettuano un acquisto sul tuo e-commerce ti basterà creare una semplice automazione su Active Campaign.

Ti sembrerà una cosa da nulla, ma grazie a questo tipo di automazione noi Sarti siamo riusciti ad accrescere di un terzo il fatturato di un nostro cliente, Eterea Edizioni.

Nel nostro caso, non abbiamo inviato una sola email, ma una sequenza di più email spalmate nell’arco di una settimana in cui abbiamo parlato in modo approfondito di un prodotto che volevamo vendere in upsell.

Ebbene tanti utenti che avevano acquistato un solo prodotto sull’e-commerce di Eterea hanno letto queste mail e, nel giro di pochi giorni, hanno acquistato altri 6 prodotti che avevamo racchiuso in un bundle.

Abbiamo scritto e programmato queste email una volta soltanto e poi Active Campaign per diversi mesi ha continuato a inviarle a tutti gli utenti che effettuavano il loro primo acquisto sull’e-commerce.

Tutto quello che abbiamo fatto nei giorni successivi è stato aprire un rapporto statistico in Active Campaign e calcolare i profitti generati dall’automazione.

Una figata atomica, non trovi?

Parliamo della possibilità di generare un terzo dei ricavi della tua attività in modo totalmente automatico.

Tutto questo senza Active Campaign non sarebbe stato possibile, né tantomeno immaginabile!

È proprio questo che significa automatizzare il tuo e-commerce.

Come funziona un’automazione

Il principio alla base è semplice, però ti suggerisco di afferrare un’altra tazza del tuo caffè preferito prima di procedere con la lettura.

L’invio di una mail (o di più mail) attraverso un’automazione dev’essere innescata da un’azione. Nel caso di un e-commerce, l’azione in questione (nel gergo “trigger” dell’automazione) è l’acquisto di un prodotto (può essere un prodotto qualsiasi oppure uno o più prodotti specifici che scegli tu).

Puoi ritardare l’invio della mail dopo l’acquisto per diversi minuti, diverse ore e diversi giorni.

Cioè ad es. io acquisto un prodotto sul tuo e-commerce e tu puoi fare in modo che io riceva una mail di ringraziamento (oppure una mail in cui mi comunichi qualsiasi altra cosa) subito dopo oppure dopo dieci minuti o dieci ore.

Puoi sfruttare questi timer, ad es., per inviarmi in automatico una mail qualche giorno dopo che ho ricevuto il prodotto a casa.

Quanto ci metti a spedirmi il tuo prodotto? 5 giorni? Allora puoi inviarmi 12 giorni dopo l’acquisto una comunicazione del tipo: “Ciao Fabbro, hai avuto modo di provare il nostro prodotto? Che sensazioni hai a riguardo? La tua opinione per noi è importante perché ci permette costantemente di migliorare i nostri prodotti. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di regalarti uno sconto del 10% sul tuo prossimo acquisto in cambio del tuo feedback.”

NOTA: è solo un esempio, spero che il Modellista non legga questa cosa… potrebbe uccidermi con il pensiero! Se vuoi capire come impostare i testi della tua comunicazione online dovresti studiare a dovere gli articoli della sua rubrica: “trasforma le tue parole in soldi”

Torniamo all’esempio! Se il tuo prodotto è figo e io ho avuto un’esperienza positiva ti lascio volentieri una bella recensione in cambio di uno sconto del 10% sul prossimo acquisto, no? Sarei un tipo un po’ strano altrimenti. Naturalmente il mondo è pieno pure di tipi un po’ strani, però la maggior parte degli utenti soddisfatti sarà ben disposta a scrivere delle ottime recensioni sui tuoi prodotti.

Ottimo, ti ho inviato una bella recensione, e adesso?

Adesso:

  • Active Campaign l’ha immagazzinata;
  • tu hai ricevuto una notifica da Active Campaign e sai che ti ho scritto una recensione;
  • puoi utilizzare questa recensione per dimostrare ai tuoi prossimi clienti che la tua azienda lavora duro e bene;
  • oh! toh, mi è arrivata un’altra mail automatica con su scritto il codice da inserire all’interno del tuo e-commerce per ottenere uno sconto del 10% sul tuo prossimo ordine. Sulla mail c’è anche scritto che questo sconto sarà valido per un periodo di tempo limitato, quindi…
  • voilà! Ho effettuato un altro acquisto sul tuo e-commerce sfruttando il codice promozionale che il tuo Active Campaign mi ha inviato in automatico;
  • hai ottenuto una recensione e un acquisto in più senza fare nulla, contenta/o?

Ecco come funziona un’automazione.

Ti basta impostarla una sola volta, poi puoi dimenticartene e incassare.

Conclusioni
Spero di averti fatto comprendere tutti i vantaggi che puoi ottenere grazie al tuo e-commerce e Active Campaign!

Nelle prossime settimane continueremo a parlare di Active Campaign e ti spiegherò tutte le sue funzioni più utili.

Nel frattempo, se non l’hai già fatto, iscriviti subito alla rubrica del Fabbro e non perderti mai una guida gratuita come questa su siti web, e-commerce e automazioni. Fai click qui, compila il modulo e ti invierò in anteprima un articolo ogni martedì alle 7 in punto direttamente all’interno della tua casella mail preferita!

Continua a seguirmi e vedrai che presto per te sarà facilissimo usare il martello per spaccare il web!

A martedì prossimo,
Il Fabbro

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.