I numeri delle Automazioni

Ciao e bentornata/o sulla rubrica del Fabbro,
La scorsa settimana ti ho spiegato quanto sono importanti le automazioni per aumentare a dismisura le vendite sul tuo e-commerce.

Se non l’hai già fatto, recupera subito l’ultimo articolo che ho pubblicato facendo click qui, perché nelle prossime settimane continuerò a parlarti delle automazioni e voglio assicurarmi tu abbia compreso a fondo le basi prima di procedere.

Oggi voglio mostrarti un po’ di numeri riguardanti le automazioni per farti venire l’acquolina in bocca.
Ti ho già parlato del nostro cliente Eterea Edizioni e di come è riuscito ad aumentare del 33% le vendite sull’e-commerce grazie ad un’automazione semplicissima, ma devi sapere che quest’azienda non è l’unica ad aver beneficiato dell’implementazione di questa strategia.

Per quanto l’argomento possa sembrarti “nuovo” o “esclusivo”, voglio che osservi con i tuoi occhi alcuni numeri statistici che potrebbero farti cambiare idea.

Le automazioni sono sempre più presenti all’interno delle aziende (italiane e non) e nel prossimo futuro, se non ti darai una mossa ad implementarle, i tuoi concorrenti ti seppelliranno.

Lo so, sembra che stia esagerando, però no, mi spiace: non puoi competere con le aziende che utilizzano le automazioni… a meno che non inizi ad usarle anche tu!

Ora che ho sganciato questa bomba è arrivato il momento giusto per afferrare una tazza del tuo caffè preferito e tuffarti a capofitto nell’articolo!

caffè

Un po’ di numeri sulle automazioni

Devi sapere che, in media, il 51% delle aziende in questo momento sta già utilizzando le automazioni all’interno delle proprie strategie di comunicazione online.

Questi numeri dalla ricerca “Marketing Automation Platform Insights”, a cura di Demand Spring, dimostrano come la maggior parte delle aziende nel mondo (51%) stanno già utilizzando le automazioni.

Inoltre la ricerca prevede che le dimensioni del mercato dell’automazione raggiungerà gli 8.42 miliardi di dollari entro il 2027.

Secondo un’altra ricerca condotta da Gartner’s, il 68% delle aziende prevede di aumentare il budget investito nelle automazioni entro il prossimo anno. Questo tasso percentuale ci fa capire che la maggior parte delle aziende che utilizza le automazioni ha avuto un ritorno economico tale da voler aumentare l’investimento iniziale. E ciò non mi stupisce affatto.

Ma c’è un altro dato ancora più interessante: il 50% di queste aziende ha implementato le automazioni a partire dagli ultimi 4 anni (Demand Spring, Marketing Automation Platform Insight).
Questo numero ho deciso di mostrartelo per farti capire che le automazioni non sono più una tecnologia “nuova” o “sperimentale”, quella fase è iniziata ben 16 anni fa.

Esatto, i primi processi automatizzati sono stati sperimentati 16 anni fa, ne è passata di acqua sotto i ponti! Non devi più guardare alle automazioni come a qualcosa di nuovo, per cui c’è ancora tempo; dovresti invece cercare di implementarle il prima possibile per recuperare il tempo e i soldi persi!

Come sfruttano le automazioni queste aziende?

Per capire meglio come le aziende sfruttano le automazioni, dai un’occhiata a questo grafico a cura di “House of Marketing”:

grafico che mostra come le aziende sfruttano le automazioni
Come vedi, l’8% delle aziende nel mondo utilizzano software di apprendimento automatico e intelligenza artificiale.

Il 12% si avvale delle analisi predittive basandosi sulla lettura dei dati raccolti tramite le automazioni.

Ben il 24% delle aziende raccoglie dati e preferenze dei propri utenti tramite moduli (form) di contatto. Questi dati vengono poi immagazzinati all’interno di software come Active Campaign in modo completamente automatico.

Il 36% delle aziende segmenta i propri utenti in base a preferenze, acquisti effettuati in passato e interessi. In questo modo possono praticare una comunicazione più precisa e mirata.

Il 48% delle aziende sfrutta tool come Active Campaign per creare automazioni di qualsiasi tipo.

Il 50% delle aziende effettua dei test A/B per massimizzare i profitti delle loro ADS e ottimizzare il budget investito.

Queste aziende sono anche denominate “data driven”, ovvero gestiscono le proprie strategie di comunicazione basandosi sulla raccolta e l’analisi dei dati. Naturalmente questi dati non li raccolgono a mano né su fogli Excel, vengono elaborati da tool come Active Campaign e Google Analytics in automatico.

Quali sono i numeri che riguardano i vantaggi dell’utilizzo delle automazioni?

grafico sui vantaggi delle automazioni

Spoiler: questi numeri sono spaventosi!

Il 63% delle aziende che utilizzano le automazioni ha superato la propria concorrenza.
Proprio così. Secondo “Moosend”, le aziende che utilizzano le automazioni sbaragliano totalmente la concorrenza in termini di vendite e ROI.
La verità è che nei prossimi anni la pubblicità digitale sarà completamente automatizzata, il che ne aumenterà la qualità degli annunci e, di conseguenza, i ricavi.

pubblicità automatizzata

In media le vendite delle aziende che utilizzano le automazioni aumentano del 14,5%.
Infatti secondo i dati di Sales Fusion il 77% degli imprenditori che hanno implementato le automazioni all’interno delle proprie strategie di comunicazione hanno registrato un aumento delle conversioni.
Ma c’è di più! Le spese generali della comunicazione di questi imprenditori sono diminuite in media del 12,2%.
Questo ci dimostra che la produttività, il numero delle conversioni e i tassi di vendita sono influenzati positivamente dalle automazioni.

L’80% delle aziende ha visto un aumento del numero dei potenziali clienti (lead) dopo aver utilizzato software di automazioni come Active Campaign.

aumento dei lead con le automazioni

80%! È un numero incredibile, ma posso aggiungerne un altro io stesso: il 100% dei clienti dei Sarti del Web che utilizzano Active Campaign hanno visto un aumento del numero dei potenziali clienti (lead). Tutti!

L’utilizzo dei chatbot ha tagliato fino al 30% i costi dell’assistenza clienti.
Devi sapere che le aziende spendono quasi 1.3 trilioni di dollari ogni anno per soddisfare le esigenze dei propri clienti attraverso servizi di assistenza clienti.
È una cifra esorbitante! Ebbene le aziende che hanno incorporato i chatbot all’interno delle loro automazioni sono riusciti a tagliare le spese di questo reparto del 30%.

L’86% dei professionisti della comunicazione online considera la semplicità d’uso il fattore più importante nella valutazione degli strumenti di automazione.
Proprio per questo motivo, se non sai da dove iniziare, ti suggerisco di utilizzare Active Campaign.

ragioni per cui non si utilizzano le automazioni

Active Campaign è un tool di automazioni potentissimo ma molto semplice da usare rispetto a tutti i suoi concorrenti.
Il 61% delle aziende afferma che il processo di implementazione delle automazioni è stato difficile.
Vuoi far parte dell’altro 39%? Allora affianca Active Campaign alla tua azienda ad occhi chiusi. Non tutti gli strumenti di automation sono così semplici da utilizzare, anzi! La maggior parte è dotata di interfacce incomprensibili e non ti permettono di selezionare una lingua che non sia l’inglese. Active Campaign, invece, è completamente tradotto in italiano ed è pensato proprio per gli imprenditori.

Ricavi delle automazioni e statistiche sui risultati

Il 77% delle aziende ha visto aumentare il numero delle loro conversioni.

Questa statistica raccolta da “Venture Beat” ci dimostra che ben oltre la metà delle 43 piattaforme di automazioni esistenti hanno registrato aumenti per quanto riguarda lead e conversioni.

Il 78% delle aziende afferma che l’automazione è la responsabile principale del miglioramento delle proprie entrate.

Ovviamente l’aumento delle entrate è un obiettivo comune a tutte le aziende, ragion per cui non ci sono davvero motivi per cui non dovresti implementare questa tecnologia!

Il 57% delle aziende B2B ha aumentato il proprio ROI attraverso i test A/B.

Secondo “Slideshare” la maggior parte delle aziende che sfrutta le automazioni ha aumentato i propri ricavi grazie a dei semplici test basati sulle preferenze del proprio pubblico.

Che cosa puoi fare subito per aumentare anche tu i ricavi della tua azienda?

Ora che hai letto questi numeri scommetto che ti è venuta la voglia di approfondire la tua conoscenza delle automazioni e di implementarle all’interno delle tue strategie di vendita.

Molto bene! C’è una cosa importante che puoi fare subitissimo, proprio in questo momento!

Fai click qui e iscriviti alla rubrica del Fabbro per non perderti mai una guida gratuita sui siti web e le automazioni! Compila il modulo con i tuoi dati e preparati a ricevere ogni martedì mattina alle 7 una mia guida gratuita… direttamente all’interno della tua casella mail preferita!

Continua a seguire la mia rubrica nelle prossime settimane perché ti fornirò informazioni più dettagliate su Active Campaign e su come puoi utilizzarlo per automatizzare i tuoi processi aziendali e aumentare le vendite della tua azienda.

Conclusioni
Oggi ti ho mostrato tanti numeri e statistiche interessanti sulle aziende che sfruttano la potenza delle automazioni.

Se per te questo è ancora un argomento nuovo: don’t panic. Continua a seguire la mia rubrica e i Sarti del Web e vedrai che presto ti sarà tutto più familiare.

bottone don't panic

Non ti nascondo che però devi darti una mossa se non vuoi restare indietro e soccombere alla concorrenza. Tante aziende in Italia stanno già sfruttando le automazioni in questo momento e saranno sempre di più! Anche perché una volta provate non si torna indietro, gli effetti benefici sono immediati… ma a patto che le si utilizzino bene.

Ma tu continua a segurmi e vedrai che presto per te sarà facilissimo usare il martello per spaccare il web!

A martedì prossimo,
Il Fabbro

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.