Come dopare il tuo e-commerce – parte 4

Ciao e bentornata/o sulla rubrica del Fabbro,
Questa è la quarta parte di un articolo più ampio. Per leggerlo dall’inizio puoi fare click qui.

Nelle scorse settimane abbiamo parlato davvero tanto di plugin in grado di dopare all’inverosimile il tuo e-commerce, ma sono convinto che non ne hai ancora avuto abbastanza.

Sicuramente avrai un gran da fare nei prossimi giorni per imparare ad usare al meglio Zapier e tutto quello che ti ho fatto vedere lo scorso martedì, però voglio concludere questa guida col botto mostrandoti altri plugin dalle potenzialità mostruose.

Bada bene, nella lista di oggi compariranno diversi plugin “non essenziali”, perciò è bene chiarire cosa intendo con questa definizione.

I plugin non essenziali non sono plugin che puoi semplicemente ignorare.

Si tratta comunque di funzioni molto utili che puoi aggiungere al tuo e-commerce, diciamo soltanto che potresti non avere sempre bisogno di utilizzarle in base al tuo caso specifico, ma ti consiglio caldamente di darci un’occhiata.

È arrivato il momento di raccogliere tutta la concentrazione che puoi e di afferrare una tazza del tuo caffè preferito: iniziamo!

caffè

Checkout Field Editor for WooCommerce (PRO), consigliato

Quando un utente decide di acquistare sul tuo e-commerce, prima di inserire i dati della carta (o di PayPal) deve compilare un form con i propri dati.

Di solito questi dati sono:

  • nome
  • cognome
  • indirizzo email
  • numero di telefono
  • indirizzo fisico
  • città
  • provincia
  • CAP
  • ecc.

Di default, ovvero senza l’ausilio di plugin specifici, non hai modo di modificare o gestire questi campi.

checkout field editor

Se ad es. volessi chiedere agli utenti qualsiasi altro dato non potresti farlo.

Proprio per questo motivo un plugin come “Checkout Field Editor” potrebbe esserti utilissimo.

Grazie ad esso, infatti, sarai in grado di creare, modificare ed eliminare tutti i campi del tuo form di acquisto WooCommerce.

Il plugin esiste in due versioni: una gratuita e una a pagamento. Ti consiglio fortemente di provare prima quella gratuita e poi di valutare o meno il passaggio a quella a pagamento.

Il senso è questo: se con la versione gratuita riesci a creare e gestire tutti i campi di cui hai bisogno sei a posto, nel caso in cui incontri delle limitazioni valuta di passare all’account Premium.

Facebook for WooCommerce, consigliato

facebook for woocommerce

Se sei alle prime armi potresti aver seriamente bisogno di questo plugin per collegare il pixel di Facebook (o Meta) al tuo e-commerce.

Come mai il plugin è consigliato e non essenziale?

In realtà reputo essenziale sfruttare le potenzialità del pixel di Facebook su WooCommerce, però il plugin è consigliato perché puoi farne a meno.

Puoi infatti installare con successo il pixel di Facebook anche senza l’aiuto di questo plugin, ma se non sai cosa stai facendo e dove mettere le mani fatti aiutare dal plugin.

Utilizzarlo è piuttosto semplice: ti basta creare il pixel su Facebook e, una volta giunto alla schermata di installazione, selezionare dalla lista partner “WooCommerce”.

A quel punto potrai scaricare il plugin direttamente da Facebook e poi seguire la procedura di installazione guidata.

WooCommerce Stripe Gateway, consigliato

Hai mai sentito parlare di Stripe?

È il metodo di pagamento più sicuro ed efficace per accettare sul tuo e-commerce qualsiasi carta di credito.

Se ti stai chiedendo:
“ma PayPal non fa già la stessa cosa?”

Sì e no, e questo è uno dei motivi per cui il plugin compare in questa lista come consigliato e non essenziale.

Il problema di PayPal, quando si tratta di pagamenti con carta di credito, è che purtroppo tantissime persone ignorano di poter pagare con la carta di credito anche se non hanno registrato un account PayPal.

woocommerce stripe payment gateway

Quello che ti sto dicendo è che se non hai Stripe rischi che tantissime persone, vedendo soltanto PayPal come metodo di pagamento, decidano di non acquistare presso il tuo e-commerce, credendo di non poterlo fare.

Diciamo che è un ostacolo alla vendita di cui è meglio che ti sbarazzi al più presto.

Questo plugin è facile da installare e configurare?

Sì, e forse la cosa più ostica è proprio registrare un account Stripe, nel senso che ci vuole un po’ di tempo.

Comunque sia, armati di coraggio e segui la procedura guidata, vedrai che alla fine ci riuscirai senza troppa fatica.

Una volta che hai aperto un account su Stripe potrai installare e attivare il plugin, completare la configurazione su WooCommerce (e abilitarlo come metodo di pagamento) e iniziare a ricevere pagamenti con carte di credito.

WooCommerce Dynamic Pricing & Discounts, consigliato

Lo so, questi dannati plugin hanno tutti dei nomi in inglese incomprensibili!

Dynamic pricing sta per prezzatura dinamica e discounts per sconti, e infatti questo plugin serve a sbloccare sul tuo pannello di amministrazione WordPress una sezione all’interno della quale potrai creare, modificare ed eliminare prezzi e sconti su prodotti dell’e-commerce.

woocommerce dynamic pricing and discounts

Ok, se hai pochi prodotti sul tuo e-commerce sicuramente starai pensando:

“Ok Fabbro, questo plugin non mi sembra poi così utile…”

Ed è proprio per questo motivo che il plugin è consigliato se hai pochi prodotti ed essenziale se ne hai tanti.

Se hai pochi prodotti potresti trovare comunque comodo impostare prezzi e sconti sui vari prodotti o sul carrello senza doverli modificare uno ad uno.

In questo modo hai sotto controllo tutto in un’unica schermata e non devi aprire ogni dannata scheda prodotto se vuoi applicare uno sconto del 20% su una categoria specifica (o su più categorie).

Questo plugin è disponibile soltanto a pagamento.

Attenzione: di default i prezzi e gli sconti che imposti sul plugin vanno a sovrascrivere quelli già esistenti.

Ti faccio un esempio:
se hai impostato un prezzo di 10€ dalla scheda prodotto e poi sul plugin hai impostato 5€, il prezzo finale che vedrà il tuo utente sul sito sarà 5€.

Puoi davvero sbizzarrirti e configurare un sistema di scontistica sempre più complesso, andando ad aggiungere regole che, soddisfate determinate condizioni, andranno a sbloccare altre regole.

Potrai ad es. decidere di applicare uno sconto su tutto il carrello se dentro vi è presente un prodotto specifico, oppure sbloccare la spedizione gratuita per il cliente raggiunta una soglia minima di spesa o all’inserimento di determinati prodotti nel carrello.

Alla fine della fiera questo plugin è utilissimo e, nonostante non sia semplicissimo da utilizzare, ti darà grandi soddisfazioni.

Advanced Cash on Delivery with Fee, situazionale

advanced cash on delivery with fee

Questo plugin è considerato situazionale nel senso che potrebbe essere utile solo a una minoranza di e-commerce.

Cash on Delivery significa “pagamento alla consegna”, e il plugin ti permette di aggiungere un supplemento addizionale al metodo di pagamento.

Se ad es. scegli di voler far pagare 5€ in più a chi sceglie questo metodo, una volta configurato accadrà questo:
quando il cliente farà click sull’opzione del pagamento alla consegna, WooCommerce applicherà in automatico un supplemento di 5€ al carrello.

Comodo, no?

Personalmente non sono un fan del metodo pagamento alla consegna e, se sei curioso di saperne le motivazioni, puoi fare click qui e leggere un articolo che ho scritto a riguardo tempo fa.

Se però non vuoi proprio fare a meno di questo metodo, allora considera il plugin essenziale.

Digital Goods for WooCommerce Checkout, situazionale

digital goods for woocommerce checkout

Anche questo plugin è situazionale e può essere utile soltanto a chi vende prodotti digitali (tipo ebook, servizi ecc., tutti quei prodotti che non sono fisici e non necessitano di essere spediti).

Grazie a questo plugin potrai rimuovere dal modulo di acquisto WooCommerce tutti i campi inerenti le spedizioni fisiche, cioè:

  • indirizzo fisico
  • città
  • provincia
  • CAP
  • e cose così.

In poche parole l’utente desideroso di acquistare un tuo prodotto digitale sul tuo e-commerce non dovrà compilare tutti quei campi lì.

“Ok Fabbro, ma se vendo sia prodotti fisici che digitali?”

Don’t panic: ciò avverrà in automatico soltanto sui moduli di acquisto dei prodotti digitali. I moduli di acquisto dei prodotti fisici resteranno invariati.

Conclusioni
E con quest’ultimo plugin chiudiamo la lista… per ora!

Prossimamente ti prometto che torneremo a parlare di e-commerce perché esistono tanti altri plugin che voglio consigliarti.

Per il momento penso di averti dato già tanti compiti da fare a casa (o in ufficio). Mi aspetto infatti che tu provi tutti i plugin di questa guida e che mi faccia sapere nei commenti cosa ne pensi!

Iscriviti subito alla rubrica del Fabbro per non perderti neanche una guida come questa. Fai click qui, compila il form e preparati a ricevere in anteprima ogni mia guida direttamente all’interno del tuo indirizzo email preferito!

Vuoi scoprire altri metodi infallibili per gestire il tuo sito web al meglio senza dover prendere a martellate il tuo computer? Allora ho una buona notizia per te: è uscito da poco il mio primo libro: “Forgia il tuo sito web”!

Al suo interno ti svelerò tutti i trucchi più rapidi e le soluzioni migliori per realizzare e gestire in autonomia il sito web della tua azienda.

Per farti capire quanto è utile ti dico una cosa: puoi fare click qui e acquistarlo senza neanche dover prima afferrare una tazza del tuo caffè preferito!

Continua a seguirmi e vedrai che presto per te sarà facilissimo usare il martello per spaccare il web!

A martedì prossimo,
Il Fabbro

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.