Trasforma le tue parole in soldi 43 – Come scrivere Newsletter che vendono – Parte 5: Sette trucchi per far leggere le tue Newsletter

Questa è la quinta settimana che ti parlo di Newsletter.

E non ho ancora finito!

Ora forse ti starai chiedendo: perché tutta questa attenzione alle Newsletter?

Dopotutto… sono solo mail! Che ci vuole a scrivere una mail?

 

Ed è vero. Non ci vuole nulla a scrivere una mail.

Sai cosa, invece, è veramente difficile?

Scrivere mail CHE VENDONO.

Il mio obiettivo, con questa rubrica, è darti tutte le competenze necessarie per:

  • Scrivere newsletter che vengono lette e apprezzate;
  • Scrivere newsletter che vendono;
  • Scrivere newsletter in pochissimo tempo.

 

La settimana scorsa ti ho parlato di Oggetto della mail. E ti ho dato ben sette tipologie di oggetto che puoi utilizzare, ognuna con tre esempi pratici.

Ma non mi basta. Voglio darti ancora di più. Devi diventare un vero mago delle newsletter se vuoi che la tua azienda raggiunga i risultati che stai sognando da sempre.

Quindi: rimboccati le maniche e imbraccia carta e penna!

Oggi vediamo insieme

 

I SETTE TRUCCHI PER SCRIVERE OGGETTI CHE FANNO LEGGERE LE TUE NEWSLETTER

 

#1 L’ERA DEGLI SMARTPHONE

Secondo recenti indagini oltre l’80% delle tue mail vengono lette (se vengono lette!) da uno smartphone.

E questa tendenza è in aumento. Supereremo il 90% entro l’anno o poco più.

Questo perché?

Beh… seriamente, non è una domanda a cui ha senso dare risposta. È una tendenza e continuerà in quella direzione e se noi vogliamo vendere dobbiamo accettare che le cose vadano così e comportarci di conseguenza!

La lettura tramite smartphone, per noi che mandiamo Newsletter e usiamo le tecniche di Scrittura Persuasiva, è un bel cazzotto nei denti. Vabbè, puliamo il sangue e proseguiamo cercando la migliore soluzione.

Il fatto è che sugli smartphone l’oggetto della tua mail viene visualizzato solo in parte. E questo vuol dire che hai MENO SPAZIO per far capire che vale la pena aprire la tua mail!

Quindi non hai molta scelta. Riduci il testo del tuo Oggetto e assicurati che, se non si legge tutto da schermata smartphone, almeno la parte che compare sia chiara e stimoli l’attenzione del lettore!

 

#2 NOTIZIE

Tutte le volte che ti è possibile, usa una notizia recente nell’Oggetto della tua Newsletter.

Ma come fare a scegliere quale notizia utilizzare perché stimoli l’interesse e l’attenzione del cliente fino a portalo ad aprire e leggere la tua mail?

Ecco alcune regole d’oro che devi SEMPRE rispettare (e se non puoi, per qualunque motivo, evita di usare le notizie!):

  • Deve essere una notizia recente, sulla cresta dell’onda mediatica. Se è vecchia, se è passato troppo tempo, lascia perdere. E troppo tempo vuol dire: la gente non ne sta parlando più;
  • La notizia deve potersi, anche in maniera relativamente fantasiosa, collegarsi al tuo prodotto o servizio, o alla tua azienda, o alla tua narrazione;
  • Più la notizia è “vicina” al tuo Cliente Su Misura, meglio è. Non è una regola rigida, ma è bene tenerla in considerazione;
  • Non limitarti al genere di notizie frivole. Usa pure fatti di cronaca e argomenti “controversi”. Stimoleranno maggiormente la curiosità morbosa del lettore!

Ed è ovvio che, se già nel titolo ti riferisci a una notizia… è importante che il testo della tua mail inizi parlando di quella!

 

#3 I FATTI TUOI

Se stai lavorando bene sul tuo pubblico, hai già mostrato chi sei e cosa ti piace fare. Tratti di personalità, opinioni, modi di vivere, aneddoti e storie personali sono fondamentali per creare legame con il tuo pubblico.

Non avere timore di esporti!

Le persone sono tremendamente affascinate dai fatti privati di una persona di cui seguono “gli affari pubblici”.

E le Newsletter che parlano di cose tue personali spesso hanno tassi di apertura molto più alti della media!

Non limitarti solo ai tuoi, di fatti personali. Racconta anche quelli che hanno a che fare con il tuo lavoro: rapporti con i dipendenti o con i clienti, racconti divertenti di fatti avvenuti, eccetera.

Mettendo “i panni sporchi in piazza” starai dimostrando ai tuoi lettori di essere una persona VERA, con sfaccettature, tratti unici, caratteristiche peculiari.

Un essere umano e non solo un venditore di un prodotto o servizio!

Questo è anche, quindi, un buon modo per stimolare l’apertura delle tue newsletter:

fin dall’Oggetto, in questi casi, dichiara apertamente di cosa stai parlando. Avverti il lettore che leggerà qualcosa di intimo, privato.

Lui non saprà resistere e rimarrà chino sul suo smartphone a leggere tutto quello che hai scritto!

 

#4 SCARSITÀ

La Scarsità è una tecnica di vendita molto potente. Quando un potenziale cliente vede di avere poche possibilità per comprare (poco tempo a disposizione, disponibilità limitata, ecc), molto più facilmente si fionderà a scoprire cosa si sta perdendo.

Tra le tecniche di Scrittura Persuasiva, sicuramente una delle più efficaci.

Tuttavia, se non la si “sbatte in faccia” al lettore, questa passa inosservata e non rende in alcun modo.

Ho visto fin troppe newsletter di aziende che dichiarano la scarsità ALLA FINE della newsletter.

Nell’ultima riga!

Beh… sono qui a dirti che devi fare esattamente L’OPPOSTO!

Inserisci la scarsità già nell’Oggetto, subito, ben in vista.

Evidenziala in stampatello o tra due parentesi. Fai in modo che salti all’occhio immediatamente.

Ad esempio:

  • [ULTIMI 4 POSTI]…
  • [- 2 GIORNI]…
  • [ULTIMA CHIAMATA]…

 

 

#5 PERSONALIZZA

Chi aprirebbe mai una mail “inviata a tutti” senza criterio di selezione?

Chi si sentirebbe incuriosito da un oggetto scritto perché stimoli l’apertura della mail per migliaia e migliaia di persone?

Nessuno!

Eppure, quando invii le tue Newsletter fai esattamente questo: cerchi di rendere la mail appetibile per più persone possibili!

Tuttavia, il tuo lettore deve percepire esattamente l’opposto.

Deve vedere l’Oggetto della mail e pensare: hey, ma questo sta parlando proprio con me!

E come si ottiene questo effetto?

Ci sono due strategie e puoi usarle CONTEMPORANEAMENTE.

  • Identificare dall’Oggetto una forte caratteristica in cui il tuo lettore si identifica (tipo: venditore, imprenditore, artista, timido, determinato, ecc)
  • Chiamare il tuo lettore PER NOME già nell’Oggetto della mail!

Con i software in commercio, fortunatamente fare questa cosa è diventata una passeggiata. Un tempo sarebbe stato un vero incubo!

Ti basta saper usare le Automazioni e ci vuole un istante!

Hai difficoltà nell’usare i CRM per le automazioni? Nessun problema: ecco la soluzione per te!

Il Laboratorio dei Sarti del Web ha sfornato un Videocorso completo per imparare ad usarle come un vero professionista (e con un VERO supporto diretto dei nostri tecnici!)

Clicca qui e corri a prenderlo, potrebbe veramente cambiarti la vita e trasformare finalmente ogni mail che invii in una vendita!

 

#6 OBIEZIONI

I tuoi clienti, dal primo giorno in cui hai tentato in qualunque modo a vendergli qualcosa, hanno avuto dubbi che, spesso, hanno fatto sì che desistessero dalla voglia di comprare.

Le Obiezioni che ti vengono espresse dai clienti (o potenziali clienti) sono, gira e rigira, sempre le stesse.

Solo che… la maggior parte dei clienti è SILENZIOSA e non ti viene a dire un bel niente.

Ha dei dubbi, delle domande.

Ma non te le fa.

Non ti chiede niente, non compra, se ne va, addio.

Il tuo compito come esperto di Scrittura Persuasiva è raccogliere queste obiezioni e scrivere testi per smontarle una ad una!

E poi ci fai le newsletter mettendo come titolo proprio la domanda del potenziale cliente!

Se ci pensi, questo ti crea una lista lunghissima di Newsletter che puoi fare e che, senza dubbio, colpiranno tutti i silenziosi e incerti potenziali clienti.

 

#7 COPIA (MA NON TROPPO)

Se ti occupi di Scrittura Persuasiva e te ne appassioni, non potrai fare a meno di fare due cose:

  • Cercare esempi in rete di testi di successo;
  • Osservare con occhio diverso – studiare – tutti i testi che trovi in giro!

E facendo in questo modo troverai sempre tanti spunti interessanti!

E sai cosa devi fare?

COPIALI

Copiali senza ritegno. Adattali alla tua Comunicazione e copia. A scuola ti dicevano di non farlo. Il Modellista ti dice che ora puoi, niente nota sul registro.

Tuttavia…

Copiare non è tutta sta gran abilità. Va bene farlo, ma ha un grande limite: come fai ad esprimere tutto il tuo potenziale se ti limiti a copiare?

Allora ecco cosa ti consiglio:

cerca Oggetti di Newsletter che ti colpiscono per efficacia. Cerca e studia casi di successo. E poi fatti ispirare!

Invece di copiare, prendi le frasi che ti hanno colpito e dissezionale, smontale, studiale e usa tutto ciò che impari per arrivare a costruire qualcosa di originale, riconoscibile, tuo.

Se copiando bene avrai successo, creando bene raggiungerai qualunque obiettivo avrai deciso di raggiungere!

 

Ed ecco terminato il nostro approfondimento sull’Oggetto delle tue Newsletter.

E così abbiamo visto due punti su quattro… abbiamo ancora della strada da fare assieme prima che tu possa conoscere e padroneggiare tutte le tecniche di Scrittura Persuasiva per scrivere Newsletter che vendono!

Quindi preparati: la settimana prossima parleremo del CONTENUTO della tua mail:

  • Cosa devi scrivere al cliente?
  • Quanto deve essere lungo?
  • Cosa devi fare affinché non smetta di leggere e divori ogni tua parola?

Non perderti il mio prossimo articolo: ti basta cliccare qui, lasciare il tuo nome e la tua mail e iscriverti alla mia Newsletter.

Riceverai ogni settimana una nuova lezione sulla Scrittura Persuasiva… e imparerai, con attenzione ed esercizio, a trasformare le tue parole in SOLDI!

 

Ci vediamo giovedì prossimo su questo Blog (e sulla tua piattaforma Social preferita).

 

Trasforma le tue parole in soldi

Il Modellista

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.