FUORI TUTTO!

Copertina FUORI TUTTO

Perché con me, queste cose non funzionano…

Hai presente quell’amarezza che ti si incolla e non ti vuole mai abbandonare?

Ecco, questa è una storia amara che parla di una scritta, di una giacca costosa e di sogni abbandonati nel cassetto.

È andata così:

scarpe e cravatta

mattina presto, la gente fa colazione nei bar e va al lavoro.

Io torno a casa da Palestra e vedo la vetrina di un negozio di abbigliamento.

A caratteri cubitali, verniciati, leggo la scritta:“FUORI TUTTO!”

Bianca, storta, imponente su una grande vetrina.

E mi coglie la tristezza.

Magari non ti piace il Sarto triste, ma continua comunque a leggere: questa storia ha una lezione importante nascosta dentro. Ed è una storia comune.

Magari è successo anche a te! Magari ti sta succedendo proprio ora.

Per capire dobbiamo fare un salto indietro nel tempo.

88 miglia orarie.

ritorno al futuro

Torniamo a più di 3 anni fa. Il progetto Sarti non era ancora partito, era appena un germe nella mia mente inquieta.

Insieme ad un collaboratore torno a casa e vedo questa scritta “FUORI TUTTO!” sulla vetrina.

Si, proprio la stessa che ti ho descritto a inizio articolo.

Il bianco si staglia bene, pure troppo, contro l’interno del negozio scuro, con i capi di abbigliamento senza marca, di quelli con molti zeri sui cartellini che ti chiedi il perché.

Però ci sono dei vestiti interessanti, ed una giacca che da nonancoraSarto ho adocchiato da tempo.

Entriamo entrambi, io ed il collaboratore.

All’interno troviamo due ragazzi che ci servono dall’inizio alla fine con cortesia e competenza. Provo i vestiti, si chiacchiera, si rompe un po’ il ghiaccio.

Ed è a quel punto che appiccico un nome a quei volti visti di sfuggita tante volte e scopro che hanno una storia personale, due vite intense fatte di passione e professionalità.

Una vita a decidere e infine quel mettersi in proprio come scommessa in cui puntano tutto.

Il loro negozio è il loro sogno.

“Niente male” mi dico “Può funzionare!”

negozio di vestiti eleganti

Acquisto quella giacca che per miracolo mi sta, guarda la fortuna! Ultimo numero e così grande è difficile che stia bene a qualcuno…

Aspetto di pagare, poi gli racconto che lavoro faccio io.

Ancora, a quei tempi, mi capitava di avere tempo libero. Ah, la gioventù!

Quindi parlo, spiego, emozionato.

Cosa realizzo per i miei clienti, le potenzialità della Comunicazione sui Social!

Mi rispondono vaghi e con cortesia ma è palese quanto la cosa non gli interessi. O magari c’è altro?

Nella voce…

quel tono, già sentito. Quel fare da gente vissuta che ha già visto come va a finire quella storia.

Non è bello, ma capita…

Non me la prendo, scavo più a fondo. Un motivo per comportarsi così lo dovranno pur avere!

E scopro che “ci hanno già provato ma con loro non funziona”.

Testuali parole

PER NOI NON FUNZIONA

verso la vittoria

Mi dessero un euro per ogni volta che l’ho sentita, sta frase, potrei comprarmi la villa sui colli di Bologna con tre piscine e un cucciolo di drago in cantina!

Ci hanno già provato, dicono. Una ragazza, brava eh? Un’esperta, MOLTO esperta, che lo fa già in una grande azienda (?) ed è amica di un amico e gli ha fatto un buon prezzo (!!!) ma davvero… scarsi risultati, neanche il ritorno sull’investimento.

Al tempo ero meno Sarto di oggi, lo ammetto. Ad ascoltarla adesso questa storia perdo le staffe… ma al tempo no, dovevo farmi ancora le ossa.

E poi mi era rimasto quel briciolo di pazienza che ora è andato disperso.

Scavo, insisto, voglio saperne di più.

Non mi do pace: l’amica, la grande azienda, il buon prezzo… da brividi lungo la schiena.

Viene fuori che:

– Avevano fatto un po’ di Instagram, che la moda funziona solo lì (e infatti si sono visti i risutatoni, eh?)

– Avevano investito fra i 50 ed i 200 €uro al mese (che non ci paghii manco la manica di sto cappotto che ti ho comprato, ti sei sprecato eh?)

– Avevano resistito BEN 3 mesi, poi basta (aspetta che ti asciugo il sudore…)

Da quel momento erano tornati alle strategie di sempre: un po’ di passaparola, le foto inviate agli amici, e poi due o tre mesi all’anno fanno lo svuota tutto. Proprio così, scrivendo “FUORI TUTTO!” sulla vetrina e aspettando che i clienti entrino.

Me ne andai, dispiaciuto per loro e per quelle belle storie che non sarebbero state mai ascoltate da nessuno, per quelle belle speranze troncate da una spessa miopia.

Negozio di vestiti sportivi

Quanto può un’esperienza mal gestita distruggere per sempre i tuoi progetti, i tuoi sogni?

Quanto può una pozza di pantano fermare quello che sembrava un esercito all’attacco?

Oggi, anni dopo, quella scritta “FUORI TUTTO!” non se ne va quasi mai.

Da che la usavano un paio di mesi all’anno, oggi è diventata una vista fissa.

E un po’ mi fa male il cuore.

Ci passo spesso. Ed è sempre lì. A ricordarmi che il mondo è un postaccio e che la cultura su ciò che faccio è così scarsa da avere il potere di distruggere delle brave persone, coraggiose, che vogliono solo vivere bene facendo un lavoro che amano…

Ora non entro più in quel negozio. Non reggerei un discorso come quello di tre anni fa.

Perché?

Perché tutto questo oramai l’ho visto troppe volte.

E mi fa arrabbiare…

MI FA INCAZZARE COME UN TORO

E, bada bene: non do la colpa a quelle due brave persone. Nemmeno all’amica dell’amico che gli ha fatto Instagram tre mesi.

Ora lo so.

La colpa è MIA.

Mia e di tutti quelli che fanno il mio lavoro bene.

(perché ce ne sono eh, pochissimi ma ce ne sono)

La colpa è mia perché ANCORA non ho portato la cultura a quel livello che fungerebbe da ANTIDOTO al male dei nostri Business: la Comunicazione A Caso.

Abiti eleganti

Sono forse arrivato tardi?

Quante persone, se avessero capito PRIMA di pagare come funziona la Comunicazione Social avrebbero potuto evitarsi sperperi di denaro, sfiducia in uno strumento fantastico e FUORI TUTTO tristissimi?

Quanti imprenditori e imprenditrici avrei potuto mettere in guardia, se avessi iniziato prima?

Ma so che non tutto è perduto.

Che, forse, qualcosa ancora la posso fare. O la possiamo fare insieme.

Imprenditore, imprenditrice, ascoltami bene…

Ci aspettano tempi duri. La condizione economica dell’intero pianeta sta subendo un’evoluzione (o involuzione?) che ha dell’imprevedibile.

E nel frattempo ogni giorno nuovi imprenditori si lanciano in nuovi business. Sempre nuove persone che cercano di realizzare i propri sogni, proprio mentre altrettanti (in realtà molti di più) chiudono per sempre, oramai corrosi dalle tasse, dalla crisi, dai debiti…

A chi tocca cambiare il destino che sembra inevitabile?

Negozio di abiti eleganti

Ci aspettiamo qualcosa dallo Stato? Riempiranno di soldi gratis le aziende?

Dall’Istruzione? La scuola inizierà ad insegnare come far fruttare il proprio tempo e il proprio sudore?

Io non credo. Nessun supereroe verrà a salvarci.

Solo NOI, imprenditori e imprenditrici, possiamo cambiare il mondo.

Magari ti sembra esagerato, ma non è così.

Ognuno di noi ha una rete sociale immensa e ognuno di noi può essere la fonte di ispirazione per qualcun altro.

E quindi, come facciamo a cambiare il mondo?

Iniziamo a farlo NOI. Ognuno di noi, nel proprio quotidiano, nel proprio lavoro, può AGIRE.

Ed essere da esempio per chi gli sta attorno.

E la prima azione, la più determinante di tutte, è quella di NON ACCONTENTARSI di ciò che si sa.

Delle proprie esperienze, della propria visione del mondo.

Il primo passo è la CULTURA.

Studiamo, impariamo, applichiamo.

Tutti i giorni.

Partiamo dal nostro negozio, la nostra azienda, la nostra vetrina.

Abbandoniamo quei FUORI TUTTO motivati da un vero buco nero culturale.

cravatta

Io faccio la mia parte. Con tutte le mie energie. Scrivo per te articoli come questo ogni giovedì.

Giro un video ogni settimana e lo pubblico ogni domenica. (trovi tutti i video qui!)

Per aiutarti a far crescere la tua azienda, ti “istigo” a fare di più per raggiungere i tuoi sogni… e a non accontentarti di quello che hai “sentito dire da un amico”.

Se anche tu vuoi iniziare a cambiare “il tuo mondo e quello dei tuoi clienti”, inizia da qui: clicca e iscriviti alla Newsletter del Sarto!

Aiutami a far arrivare il mio messaggio a più persone possibili!

E, dove il mio messaggio arriva meglio, ho anche l’onore di poter aiutare persone splendide, con sogni incredibili e un’energia sproporzionata, a realizzare i propri desideri imprenditoriali.

I miei clienti, le persone più coraggiose che io conosca, che ogni giorno lottano con me per fare un nuovo passo verso la vetta!

Tu, in questo momento, hai una strategia migliore di FUORI TUTTO?

O inizi a sentirne il bisogno…

Se questo è IL TUO MOMENTO, allora devi solo cliccare qui e fissare la tua chiamata con il Responsabile Tutor: scoprirai cosa può fare per te il Laboratorio dei Sarti del Web!

E non scordare mai… VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Il Sarto

logo i sarti del web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *