Google apre la sua università

Ma qualcuno davvero si stupisce?

È una notizia freschissima che, diciamocelo, darà un bel calcio dove non batte il sole alle università di tutto il mondo!

Per ora questi corsi arrivano solo in America, ma quanto ci metteranno a prendere piede ovunque?

Un soffio, sicuro!

E saranno calci nel didietro per tutti.

Anche stavolta Google non scherza!

Andiamo con ordine

Qui nel Laboratorio, bisogna dirlo, siamo felici di questa cosa.

Google ha annunciato dei corsi di formazione che partiranno da ottobre, costeranno poche centinaia di euro, dureranno 6 mesi e, udite udite… avranno la valenza di una laurea!

Ora, questa ultima affermazione è ovviamente buttata lì per fare arrabbiare qualcuno, in maniera da far caciara, far girare i chitarrini a più gente possibile e fare da tamtam pubblicitario. Una tecnica di Comunicazione molto semplice ed efficace.

Ma ripeto, qua ne siamo tutti molto felici.

Anche perché quelli di Google non sono nati ieri e stanno usando la tecnica della Controversia con tutta la forza possibile.

Stanno DAVVERO attaccando le Università!

Tutto il loro programma, dal primo all’ultimo punto, è un assalto armato diretto al mondo dell’istruzione accademica.

Dice chiaramente: “per poche centinaia di euro, in solo sei mesi, impari un lavoro ed appena terminato puoi iniziare a lavorare in aziende grandi e sicure. Ed hai un bel foglio di carta a certificare che è tutto vero.”

Si chiama Google Career Certificate, un bel nome altisonante.

Qui siamo tutti contenti per due motivi: primo perché è sempre bello vedere quanto la Comunicazione possa essere la vera anima di un progetto. E secondo perché… qui abbiamo un’opinione comune sull’istruzione istituzionale!

Lo sai, ad esempio, che nessuno fra i Sarti fa quello per cui ha studiato?

Lo sai che non esiste una università che prepari una persona per quello che serve a noi?

Ognuno di noi ha fatto un percorso di studi diverso: filosofia, regia, lingue, psicologia… ma nessuno fa quello che per cui ha fatto esami e sborsato fior di quattrini.

Ognuno di noi ha RICOMINCIATO a studiare e speso ancor più quattrini per fare quello che fa nel Laboratorio!

Ci hai mai parlato con una persona che ha studiato per una vita una cosa… e ti tocca dirle che no, le cose si fanno in maniera diversa?

Io l’ho fatto.

Almeno una volta per ognuno dei Sarti del mio Laboratorio.

Tocca disimparare tutto e ricominciare quasi da zero…

Come diceva Moshé Feldenkrais, “dimenticare per imparare meglio”.

Allora… non nascondiamo la testa sotto la sabbia. La scuola è passata, è vecchia, è defunta.

Il modello, la struttura, il metodo… non saprei neppure da dove cominciare!
Eppure quando si parla di riformarla, tutti ad alzare scudi. Probabilmente costerebbe una follia e ai piani alti lo sanno molto ma molto bene!

Ed un sacco di fannulloni perderebbero il posto, sospetto la maggior parte, quindi puoi immaginare con quanta forza intendano difendere la situazione attuale.

Quindi per tanto tempo si è scelto di lasciarla così com’è, istituendo di tanto in tanto dei corsi fantoccio come Scienza della Comunicazione che…

Lasciamo stare, dai.

E nel frattempo il mondo è cresciuto, è cambiato, si è evoluto. Ed oggi le aziende che funzionano hanno bisogno di figure totalmente nuove.Gli studenti, una volta usciti da scuola, devono trovare la loro strada in un mondo sconosciuto, vittime di una forma mentis totalmente sballata, obsoleta!

La scuola è oramai una cariatide,specialmente se applicata al Business.

Ora magari starai pensando: ma io conosco un sacco di gente che fa quello per cui ha studiato!

E sicuramente hai ragione. Ma su questo ho ben due cose da dirti:

  1. Ne parliamo tra mezza generazione. Quando chi ora fa, per esempio, la terza media, cercherà di creare un futuro per sé e per la propria famiglia con una laurea E BASTA.
  2. Un medico specialista fa un lavoro di un’importanza incalcolabile per la società, senza il quale saremmo estinti. Ma l’imprenditore che ha fondato la ditta che gli produce guanti e camici guadagna molto di più. Lo trovi ingiusto? Benvenuto nel mondo della scuola applicato al business! Quel medico ha studiato decenni, ha investito cifre spaventose e si è spaccato la schiena per guadagnare molto meno di un Imprenditore che ha solo un buon prodotto ed il giusto sistema di Comunicazione!

Un mio amico programmatore di computer ha trovato lavoro il giorno dopo essersi laureato. Tuttavia, mi ha confidato che è stato solo grazie alla sua passione, che lo portava A STUDIARE ALTRO DOPO LE LEZIONI, che ha trovato subito “un buon lavoro”.

Chiaro? Gli è andata bene per quello che ha fatto lui OLTRE la scuola!

Mentre a lezione si annoiava, nel tempo libero si costruiva autonomamente una figura professionale di tutto rispetto. Faticosamente e a spese proprie.

Ma allora che senso ha il nostro apparato scolastico?

Potremmo dire che forma la mente, che apre la visione, ma anche qua ci prendiamo in giro!

Io ho fatto tutto il percorso scolastico e ricordo solo 2 professori in grado di accendere l’entusiasmo su ciò che insegnavano. In tutta la scuola dell’obbligo, dalle elementari all’ultimo anno del liceo. Due su… quanti?

Ma chi prendiamo in giro? La scuola non serve a nulla, è una tradizione come tante, giusto un pelo più ingombrante, mantenuta in vita da grigi burocrati e maestri e maestre che ancora covano un poco di speranza e ci danno l’anima, ma quanti sono davvero? E perché, poveretti, devono farsi venire i capelli bianchi dietro a tutto questo schifo?

Lo so, ci sono persone eccezionali all’interno delle scuole. Magari non sono tantissime, ma valgono come un esercito.

Solo che… sono chiusi in un sistema senza speranza.

Le loro grandi capacità, le loro motivazioni, non potranno più salvare ciò che è clinicamente morto.

E loro non potranno nemmeno mai monetizzare davvero il loro impegno!

Questo è quello che più di tutto mi disturba.

Mi disturba perché è talmente evidente e sotto gli occhi di tutti che ci vuole POCHISSIMO a fare davvero qualcosa.

E Google non si è fatta scappare l’occasione.

Certo, ora l’offerta è limitata solo al mercato americano e i corsi non sono molti. Non si sanno ancora i prezzi, ma si parla già di borse di studio…

Vedi: il mondo ha un buco.

Un buco enorme.

E quel buco è l’istruzione.

Google, un’azienda che sa come far crescere il proprio fatturato dando ai propri clienti servizi incredibili e che usa la Comunicazione nel modo più efficace, sta coprendo quel buco.

Ed ora ti do una notizia:

vale la stessa cosa per te.

Da qualche parte il tuo mercato ha un buco. Una falla enorme. Magari la vedono in pochi, ma il primo a trovarla e colmarla, sarà ricco.

Ogni mercato, in ogni condizione, ha la possibilità di sfruttare il “buco”.

Tu non hai ancora trovato il tuo?

Intanto, non smettere di formarti. Studia, impara, applica. Non fermarti mai. Non hai scelta. E se vuoi un aiuto, clicca qui e iscriviti alla mia Newsletter: avrai ogni settimana contenuti utili per apprendere sempre più dettagli fondamentali alla crescita del tuo business!

Se invece vuoi scoprire dove si trova il tuo “buco da colmare”, allora forse sei pronto a lanciarti nel mercato con un sistema di Comunicazione ben lontano da quello che insegnano all’università (e che da risultati ben più solidi!).

In questo caso, clicca qui e prenota la tua chiamata con il Responsabile Tutor dei Sarti del Web: sarà una telefonata illuminante!

E nel frattempo…

VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Il Sarto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *