Ma quanto costa la SEO

E poi… ma la devo fare per forza?

Quella con cui apro l’articolo di oggi è la domanda che tutti gli imprenditori rivolgono almeno una volta a web agency e professionisti: quanto costa la SEO? Quanto budget mi serve?

Come? Non hai mai sentito parlare di SEO? Tranquillo! Qui sotto il buon Fabbro ti ha scritto una breve introduzione. Se invece sei già informato a riguardo, skippa e vai oltre.

Seo: breve introduzione

Con il termine SEO (acronimo di Search Engine Optimization) si intendono tutte quelle pratiche volte a migliorare la scansione, l’indicizzazione e il posizionamento di un’informazione o contenuto presente sul web da parte dei motori di ricerca.

Grazie a queste tecniche puoi migliorare il posizionamento del tuo sito web sui motori di ricerca e aumentare, di conseguenza, il volume di traffico organico.

Quando dico volume di traffico “organico” non intendo che si accumula spazzatura sul tuo sito, tranquillo! Con questo termine “differenzio” (che simpatico umorista) il volume di traffico gratis da quello a pagamento.

“Sono confuso, Fabbro. Se parliamo di volume di traffico gratis vuol dire che la SEO non costa nulla?”

Lasciami prima finire! Oltre alle pratiche SEO esistono anche le pratiche SEM (acronimo di Search Engine Marketing), ovvero la creazione di annunci “pay per click”.

Oggi però mettiamo da parte il SEM e occupiamoci soltanto di SEO.

sam che piange
Dai, non far così, sarà per un’altra volta!

Perché è importante investire nella SEO

Prima di rispondere alla domanda della vita, voglio farti comprendere perché devi investire al più presto nella SEO.

Non so se hai già realizzato un sito internet o se ci stai lavorando, ma in entrambi i casi ti dico una cosa: se non hai investito tempo e denaro nella SEO è meglio se distruggi ciò che hai fatto finora.

Il tuo sito internet è completamente inutile se nessuno lo visita, non credi? E mi spiace dirtelo, ma i tuoi parenti e amici non contano.

Immagina un utente che ha bisogno del tuo prodotto/servizio. Fatto? Bene, ti spiego cosa succede:

  1. l’utente accende il pc o prende in mano lo smartphone;
  2. digita su Google il nome del prodotto/servizio di cui ha bisogno;
  3. non ti trova. Trova un tuo competitor che ha saggiamente deciso di investire nella SEO;
  4. compra il prodotto/servizio dal tuo competitor.

Cosa ti aspettavi?

Oggi la competizione online è altissima. La maggior parte delle aziende ha capito che per fare del business vincente sul web non si possono trascurare questo tipo di dettagli.

TUTTI effettuano ricerche su Google per entrare in contatto con i venditori e ricercare informazioni su prodotti e servizi. Anche tu, altrimenti non saresti qui a leggermi! E se lo fai anche tu, perché dovrebbe essere diverso per i tuoi utenti?

Se invece investi nella SEO e riesci a farti trovare dagli utenti che hanno bisogno dei tuoi prodotti/servizi… complimenti! Significa che molto probabilmente il tuo è un sito che vende.

“Va bene Fabbro, solo che non so da dove devo iniziare.”

E allora è il momento della buona notizia: la prossima settimana realizzerò per te una breve guida sugli aspetti SEO più importanti che devi curare. Perciò iscriviti subito alla newsletter del Fabbro e non perderti neanche un articolo!

Ora che hai capito perché è così importante investire nella SEO posso finalmente svelarti quanto costa.

E la risposta è…

Dipende.

dipende

Per capire quanto può costarti la SEO devi porti queste domande:

Qual è la tipologia di sito che devo ottimizzare in chiave SEO (blog, sito statico, e-commerce)?

Inoltre, ogni sito è diverso e ogni sito si rivolge ad un target specifico. Uno specialista di SEO è come un dottore che esamina ogni singolo paziente con specificità.

In conclusione, ogni sito ha bisogno di una diagnosi precisa.

Che risultati voglio ottenere?

Con le pratiche di SEO si possono raggiungere obiettivi diversi, come:

  • aumento di traffico sul blog del tuo sito;
  • ottenere lead;
  • aumentare le vendite dirette dal tuo e-commerce;
  • consolidare la percezione della tua autorità nel settore da parte del pubblico.

È importante che ti concentri su un obiettivo alla volta per realizzare una campagna SEO di successo.

In quanto tempo voglio ottenere questi risultati?

Come con tutte le cose, minore è il tempo e maggiore è il costo.

Se hai tanta fretta, allora ti consiglio di guardare più al SEM che alla SEO. La strategia SEO è sempre efficace sul lungo termine. Innanzitutto devi sapere che i motori di ricerca non passano tutto il giorno a scansionare il tuo sito web, sono molto indaffarati! Pensa che al momento in cui sto scrivendo questo articolo esistono online 1.196.298.727 di siti. Più di un miliardo! Ragion per cui Google e compagnia impiegano diverse settimane a scansionare nuovamente il tuo sito. Questo significa che le modifiche SEO che applichi al sito non sono visibili da subito ai motori di ricerca, si tratta di tempi tecnici di attesa.

Il SEM invece permette tempi più rapidi di conversione perché la pubblicazione degli annunci Pay per click è immediata e avviene in un altro spazio apposito della pagina dei risultati delle ricerche. D’altronde, paghi direttamente il motore di ricerca, è giusto che sia così.

A chi mi rivolgo per l’ottimizzazione SEO del mio sito?

La SEO, a differenza del SEM, non la paghi al motore di ricerca, ma all’agenzia/professionista.

Se te la fai da solo è gratis (o quasi), se ti rivolgi ad un professionista può essere molto costosa.

Occhio alle truffe

attento alle truffe
Poi non dire che non te l’avevo detto, eh!

Stai molto attento quando un’agenzia o un professionista ti propone un fantomatico “pacchetto per essere primo su Google a (inserisci cifra a caso) euro”.

Non si può assegnare un prezzo SEO senza conoscere il sito e sapere per cosa posizionarlo.

E non è tutto.

Non si può garantire la prima posizione su Google. Certo è possibile analizzare i siti dei tuoi competitor per capire se si è in grado di superarli, ma non è possibile prevedere come questi agiranno domani e se investiranno più di noi in futuro.

Per questo motivo è molto facile capire se hai di fronte un professionista o un presunto tale: se non si propone di analizzare dettagliatamente il tuo sito e quello dei tuoi competitor, mandalo a spendere!

A volte la SEO non basta

Ebbene sì! Ci sono dei casi in cui la SEO può essere completamente inutile.

Se il tuo sito ha problemi strutturali gravi, lascia perdere la SEO. Prima di investire nella SEO, accertati che il tuo sito internet:

  • sia responsive, ovvero ottimizzato per i dispositivi mobile;
  • sia veloce in fase di caricamento;
  • sia costruito attorno ad una call to action ben definita;
  • sia aggiornato;
  • abbia un certificato di sicurezza SSL.

“Cosa succede se il mio sito non soddisfa questi requisiti?”

Ottima domanda. Se il tuo sito non soddisfa tutti questi requisiti, i motori di ricerca ti penalizzano. Anche se hai eseguito alla perfezione tutte le strategie SEO possibili. Anche se sei bbello/a e brillante.

Sarebbe terribile, vero?

Ma niente paura. Puoi rimediare! Ti basta continuare a seguire la mia rubrica per imparare come risolvere tutti i problemi che affliggono il tuo povero sito. Clicca qui e iscriviti subito alla newsletter del Fabbro! Se non lo fai, shame on you!

E per dimostrarti che il Fabbro tvb, eccoti subito un articolo approfondito sui problemi più letali di tutti i siti web e su come risolverli.

Conclusioni

Se sei arrivato fin qui, sono certo che hai compreso tante nozioni sulla SEO e che adesso non vedi l’ora di saperne ancora di più! Non devi fare nient’altro che continuare a seguirmi e vedrai che presto per te diventerà facilissimo… usare il martello per spaccare il web!

Al prossimo martedì,
Manuel, il Fabbro

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *