Infusionsoft Combo – parte 2

logo infusionsoft con i superpoteri

Bentornato/a sulla rubrica del Fabbro.

Durante le ultime settimane ti sto parlando molto del software perché a breve pubblicherò il mio libro “Infusionsoft fa schifo… se non sai come usarlo” e credo fortemente sarà un aiuto incredibile per chiunque voglia avvicinarsi al mondo delle automation.

In futuro continuerò a parlare di siti web, SEO e Analytics perché sono indispensabili per il corretto funzionamento di Infusionsoft, quindi iscriviti alla mia newsletter (ti basta cliccare qui!) e continua a seguirmi ogni settimana!

Oggi ti parlo di un tool straordinario capace di far comunicare Infusionsoft con tutti i programmi che usi quotidianamente.

“Ok Fabbro, sembra una cosa bella. Puoi farmi un esempio pratico?”

Certamente.

Come ti avevo detto la scorsa settimana, esistono sul web tantissimi software per vendere online. Se hai realizzato il tuo sito con WordPress, hai a disposizione WooCommerce: un plugin molto potente e gratuito per mettere online i tuoi prodotti.

Tutto molto bello fin qui. Però c’è un problemino.

Di default WooCommerce e Infusionsoft non parlano tra loro.

“E questo cosa vuol dire?”

Significa che quando un utente acquista un tuo prodotto su WooCommerce devi registrarlo manualmente all’interno di Infusionsoft. Epic fail.

statua che fa facepalm

So cosa stai pensando ma… stop! Dimentica!

Ho detto “di default” WooCommerce e Infusionsoft non parlano tra loro. E in realtà, sempre “di default”, Infusionsoft non può comunicare con tanti altri software.

“Ma come, Fabbro? Non hai detto che Infusionsoft è supermegapowaaaa?”

E lo è, ci puoi scommettere. Devi considerare però che ogni programma viene sviluppato con tecnologie diverse, a seconda delle esigenze e delle competenze dei team che ci lavorano.

Sarebbe impossibile per Infusionsoft riuscire a interfacciarsi con ogni programma.

Per fortuna, però, esiste un metodo per sbloccare tutti i suoi superpoteri.

E te lo svelo subito perché tivvibì!

Il metodo ZAP

Sai che al momento in cui scrivo esistono 2 milioni di App?

Si tratta di un numero impressionante in continuo aumento. Ogni app è sempre più focalizzata sul fare bene una cosa e, per un’azienda al passo coi tempi, non è una rarità utilizzarne oltre 20.

Io stesso ne uso tantissime:

  • WordPress
  • WooCommerce
  • Infusionsoft
  • Kajabi
  • Gmail
  • EM Client
  • Funnelytics
  • Google Analytics
  • Google Search Console
  • Google Tag Manager
  • Google Data Studio
  • Google Fogli
  • Google Documenti
  • Facebook Pixel
  • Filezilla
  • Caesium
  • Adobe Photoshop
  • Canva
  • Microsoft Word

…e altre ancora, per non parlare delle estensioni per browser.

Proprio per questo motivo, molte software house stanno promuovendo un ecosistema basato sull’interazione tra le varie App. Viviamo in un’epoca bellissima.

Zapier nasce con questo intento ed è davvero uno dei miei software preferiti, uno di quelli di cui non potrò mai fare a meno.

Grazie a Zapier, potrai collegare moltissimi software a Infusionsoft e raccogliere dati in modo totalmente automatico.

Se non ci credi (ma perché dovresti dubitare del buon Fabbro?) dai un occhio qui. Si tratta dell’elenco di tutte le App con cui lavora Zapier e sono convinto troverai tutte quelle che usi ogni giorno.

Piccola parentesi: se così non fosse, cambia App. Sul serio. Zapier lavora soltanto con quelle più aggiornate e popolari; hai così tante alternative oggi che dovresti abbandonare i sistemi “chiusi” per abbracciare la filosofia dei collegamenti tra App. Non te ne pentirai.

Utilizzi WordPress? Allora grazie a Zapier puoi:

  • pubblicare un articolo di blog e notificarlo in automatico a tutti i tuoi lettori;
  • inserire in automatico su Infusionsoft i dati di un contatto che si iscrive si iscrive al tuo sito o commenta un articolo di blog;
  • notificare in automatico i tuoi collaboratori quando un utente pubblica commenti sul tuo blog.

Questo ti sblocca infinite possibilità. Grazie a Infusionsoft puoi:

  • applicare un tag a tutti i contatti quando commentano un articolo di blog;
  • inviare una mail di ringraziamento automatica quando gli utenti si iscrivono al tuo sito o commentano;
  • inviare sequenze mail ai tuoi lettori più attivi per vendergli i tuoi prodotti in automatico.

Meraviglioso, vero?

Vendi video-corsi su Kajabi? Grazie a Zapier puoi immagazzinare in automatico tutti i dati dei tuoi clienti in Infusionsoft e inserirli in una campagna di automation.

E se invece vendi prodotti su Ebay, Amazon o Shopify? È uguale, puoi automatizzare tutti i tuoi processi di vendita grazie a Zapier e Infusionsoft.

Riesci a comprendere come è potente la filosofia dei software “aperti”? Hai a disposizione letteralmente una marea di possibilità.

Zapier è difficile da usare?

Sì e no.

Per le automazioni più semplici puoi sfruttare i modelli messi a disposizione da Zapier, li trovi tutti sul sito.

Per quelle più complesse all’inizio non sarà un gioco da ragazzi, ma la curva di apprendimento è agevole e, con un po’ di impegno e qualche tazza del tuo caffè preferito, ci puoi riuscire.

Quando avrai preso confidenza col software non potrai più farne a meno. Io stesso testo e creo nuovi zap in continuazione e dedico sempre parte delle mie giornate lavorative a interrogarmi su come poterlo sfruttare per automatizzare le operazioni più brigose.

Su questa pagina trovi addirittura degli Zap pre-fatti catalogati per ruolo aziendale. Gira il link ai tuoi collaboratori/dipendenti e consultati con loro per trovare le automazioni più adatte a snellire i processi aziendali.

Quanto costa Zapier?

Puoi scegliere tra varie fasce di abbonamento mensili, il costo varia in base al numero di operazioni Zap a disposizione.

Ti faccio un esempio concreto per renderti tutto più chiaro: hai creato uno Zap per immagazzinare su Infusionsoft i dati di chi acquista sul tuo e-commerce? Molto bene.

Ogni volta che un contatto viene registrato su Infusionsoft in questo modo consumi uno Zap.

In questo caso il mio consiglio è testare il piano gratuito creando qualche Zap e osservare alla fine del mese quanti ne consumi, dopodiché scegliere il piano più adatto alla tua azienda.

Utilizzando correttamente Zapier e Infusionsoft il volume di affari online della tua attività crescerà e, a quel punto, avrai la possibilità di modificare il tuo abbonamento Zapier e sceglierne ogni volta uno più adatto.

Conclusioni

Il futuro del web è fatto di tanti micro-software specializzati e Zapier ne è la testimonianza vivente. E non lo dico per dire! Sai quante persone lo usano al giorno d’oggi?

Un milione!

Proprio così! Un milione di persone utilizzano già Zapier per snellire i processi aziendali e collegare le proprie App a software CRM come Infusionsoft.

Nei prossimi anni saremo ancora di più e spero fortemente sarai anche tu dei nostri.

Ti ho convinto ma non sai ancora da dove iniziare? Niente paura!

Iscriviti subito alla newsletter del Fabbro e vedrai, spero sarà facilissimo per te usare il martello per spaccare il web!

A martedì prossimo,
Il Fabbro

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *