Tutto quello che ti serve per realizzare il tuo sito web – parte 5

un sito su misura - parte 5

Ciao e bentornata/o sulla rubrica del Fabbro!
Questa è la parte conclusiva di un articolo più ampio; se vuoi leggerlo dall’inizio fai click qui, se invece ti fossi perso solo la quarta parte .

La scorsa settimana ho introdotto tanti termini nuovi in questa guida, come landing page, CRM e automazioni.
Oggi scopriremo in che modo collocare questi strumenti nella tua strategia di comunicazione con l’obiettivo finale di generare Clienti Su Misura e vendere attraverso il tuo sito.

Se ti stai chiedendo:
“Fabbro, ma perché devo utilizzare tutti questi strumenti per gestire il mio sito web?”, allora ti ripeto nuovamente che un sito web da solo non basta per vendere online. Se non gli affianchi tutti gli strumenti di cui ti parlo oggi, non riuscirai mai a trasformarlo in una macchina da vendita e sarà utile alla tua attività come un soprammobile.

Detto ciò, afferra una tazza del tuo caffè preferito e partiamo!

caffè

Che cos’è un CRM

schermata active campaign - crm

 

Adesso che sai che cos’è una landing page e cosa ti serve per realizzarla tecnicamente, devo spiegarti come puoi utilizzarla per generare contatti e trasformarli in clienti paganti.
Come già accennato settimana scorsa, devi creare un form (o modulo di contatti), piazzarlo all’interno della landing e far sì che gli utenti lo compilino.

Ma come si crea questo form? E, soprattutto, dove vanno a finire i dati di chi lo compila?

Qui entra in gioco il CRM. Si tratta appunto di un programma attraverso cui puoi creare dei form di contatto e immagazzinare i dati di chi li compila.
Ho volutamente semplificato il concetto, ma in realtà il CRM è molto più di tutto questo.
Non esagero se affermo che il CRM è il miglior dipendente che tu possa avere, quello che non si stanca mai e produce 24 ore su 24 senza cali di concentrazione.

Grazie al CRM puoi infatti:

  • creare moduli e inserirli nelle tue landing page;
  • assegnare tag (etichette) e note sui contatti immagazzinati;
  • inviare campagne mail ai tuoi utenti;
  • monitorare i tassi di apertura delle campagne che invii e i click sui bottoni;
  • effettuare degli a/b test (se non sai di cosa sto parlando puoi approfondire questa tecnica facendo click qui);
  • creare automazioni semplici o avanzate (ci arriviamo tra poco);
  • creare segmenti di pubblico attraverso dei campi personalizzati;
  • monitorare le vendite sul tuo sito;
  • capire attraverso quali social network gli utenti arrivano a te…

… e moltissimo altro ancora.

Le possibilità di ciò che puoi realizzare attraverso un CRM sono illimitate!

simbolo infinito

Se pensi di non aver bisogno di tutte queste funzioni allora sappi che sei un tipo strano, ma siccome tivvibì lo stesso cercherò di farti capire in tutti i modi che senza un CRM non puoi vendere nulla online, neanche il prodotto più figo del mondo.

Che cos’è un’automazione

automazione
Ehm… no, non è proprio una cosa del genere

So che questo termine può spaventare e far pensare a robot che fanno robe strane, però devi considerare l’automazione come l’arma più potente a tua disposizione per generare una valanga di vendite sul tuo sito.
Per farti capire cos’è e a cosa serve un’automazione, ci riagganciamo al prossimo passo che devi compiere dopo aver immagazzinato i dati dei tuoi utenti sul CRM: dargli il benvenuto all’interno del mondo della tua attività.
Per farla semplice: devi scrivergli delle mail.

“Ok Fabbro, mi stai dicendo che devo scrivere una mail ad ogni contatto che compila i moduli sulla mia landing page?”
Sì… però no. Cioè non nel modo che pensi tu! Devi farlo attraverso un’automazione. Questo significa che, ogni volta che un contatto compila il modulo sulla landing page, il tuo CRM deve inviargli una mail di benvenuto in automatico.
Pensaci bene: cosa succede se mi iscrivo sulla tua landing page durante l’orario di chiusura della tua attività e non hai un’automazione? Mi dai il benvenuto il giorno dopo? E se ti dimentichi? E se io mi dimentico chi sei nel frattempo?
Un casino totale, non trovi?
Se invece hai impostato bene la tua automazione e mi iscrivo alle 4 del mattino sulla tua landing… nessun problema! L’email di benvenuto mi arriva in automatico e tu non devi pensare a nulla.
Se ti sembra già potente così, prova a moltiplicare questa cosa per ogni utente che si iscrive alla tua landing page.

Già! È proprio come ti dicevo prima: il tuo miglior dipendente darà il benvenuto ad ogni utente a qualsiasi orario del giorno, tutti i giorni, e non si stancherà mai di farlo.

Ora che hai afferrato questo concetto posso finalmente spiegarti cos’è un funnel di vendita.

Che cos’è un funnel di vendita

funnel di vendita

Dal nome sembra una cosa antipatica, ma il funnel di vendita è un meccanismo che ti permette addiriturra di vendere in automatico sfruttando il potere delle automazioni.

Mi spiego meglio. Facciamo finta che tu abbia già creato un’automazione per dare il benvenuto agli utenti freschi di iscrizione. Qual è il prossimo passo?

Grazie alle automazioni puoi decidere in anticipo cosa succederà a quell’utente un giorno dopo, una settimana dopo, un mese dopo e addirittura un anno dopo dall’iscrizione.

Per “cosa succederà” intendo che puoi programmare in anticipo le mail da inviare ad ogni utente tot giorni dopo l’iscrizione.

Immagina questo percorso:

  • mi iscrivo sul modulo della tua landing page e ricevo in cambio qualcosa di utile (questa strategia è descritta in modo approfondito in questo articolo) più una mail di benvenuto;
  • il giorno dopo ricevo un’altra mail in cui mi inviti a leggere il tuo blog;
  • volevo leggere il tuo blog ma tra un impegno e l’altro me ne sono dimenticato. Però il giorno dopo ricevo un’altra mail in cui mi chiedi cosa ne penso del tuo blog e quindi mi torni in mente;
  • stavolta ho letto il tuo blog e il giorno dopo ricevo una mail in cui mi dici che hai un prodotto/servizio in offerta che potrebbe interessarmi. Ora, se il tuo blog è pieno zeppo di contenuti utili e mi hai fatto capire che posso fidarmi della tua attività, clicco sul bottone dell’ultima mail che mi hai inviato. Questo bottone mi porta sul tuo sito, dove posso comprare il prodotto/servizio;
  • non ho comprato il tuo prodotto/servizio perché voglio prima capire per bene quali benefici posso trarne, però il giorno dopo mi arriva un’altra tua email con dentro dei video. In questi video, i tuoi clienti soddisfatti mi parlano bene di te e del tuo prodotto/servizio e mi spiegano i benefici che ne hanno tratto. A questo punto, mi convinco ad acquistare il tuo prodotto/servizio.

Capisci quanto è potente questo meccanismo? Immagina che ogni persona che si iscrive alla tua landing page venga immesso in automatico all’interno di questo processo di vendita. A quel punto il CRM, il tuo venditore più instancabile, gli venderà i tuoi prodotti/servizi in automatico, nel modo che tu hai pianificato. Questo è un funnel di vendita.

Una volta che hai implementato all’interno della tua strategia di comunicazione un funnel di vendita, puoi continuare a perfezionarlo nel tempo, aumentando ancora di più le vendite.

Qual è il miglior CRM?

logo active campaign

Esistono tantissimi CRM in commercio, però non sono tutti validi. Altra cosa da considerare è che magari quelli validi sono difficilissimi da usare.

Il miglior CMR per te che segui la mia rubrica e che vuoi partire col piede giusto è Active Campaign.

Si tratta di un software molto intuitivo ma, allo stesso tempo, potentissimo. Diciamo che usare Active Campaign è un po’ come giocare agli scacchi: iniziare a muovere i pezzi è facile, però elaborare delle strategie complesse e far funzionare tutto alla perfezione è un altro paio di maniche.

È proprio per questo motivo che ho deciso di pubblicare il mio primo videocorso su Active Campaign: “Automazione su Misura”.

Automazione su Misura è l’unico Videocorso che ti insegna a usare da zero le automazioni per la tua attività senza che tu debba fare tutto da solo.

Infatti un tecnico dei Sarti del Web imposterà tutto il lavoro con te in soli 7 giorni
… e inizierai IMMEDIATAMENTE a raccogliere i contatti dei tuoi potenziali clienti per trasformarli in fan adoranti e paganti!

Fantastico, vero?

Presta attenzione però: il corso è disponibile soltanto agli iscritti alla newsletter e ci sono soltanto 30 posti disponibili (e ti assicuro che finiranno in fretta), perciò non perdere altro tempo ed effettua l’iscrizione qui!

Conclusioni
Siamo giunti alla conclusione della guida “Tutto l’occorrente per realizzare il tuo sito web”. È stato un viaggio lungo ma finalmente hai a tua disposizione una guida completa da poter mettere in pratica subito!

Nel tempo continuerò ad aggiornare questa guida, perciò iscriviti subito alla rubrica del Fabbro per non lasciarti scappare neanche un articolo! Fai click qui e sono convinto che presto per te sarà facilissimo… usare il martello per spaccare il web.

A martedì prossimo,
Il Fabbro

 

 

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

4 pensieri su “Tutto quello che ti serve per realizzare il tuo sito web – parte 5

  1. Veronica Forconi dice:

    Ciao Manuel!
    Una domanda al volo (probabilmente dalla risposta complicata, ma sii pure super sintetico, mi basta anche “si” “no”)

    Se un’attività utilizza Mailchimp e volesse sostituirlo con Active Campaign, lo può fare? O ci sono cose complicatissime da fare paragonabili a “modificare un intero sito”?
    Cioè, se fino ad oggi ho utilizzato Mailchimp per la Newsletter e valuto di passare a Active campaign (che ha anche il CRM a differenza di M.) è una cosa fattibile?

    grazie in anticipo per la risposta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *