Guida alla procrastinazione III – L’ape operaia

Ricordo ancora i bizzarri anni dell’università, e per la precisione i mesi vicino alla sessione di esami. Quel terrificante momento in cui decidevi quale tortura ti saresti inflitto durante le vacanze di Natale o durante quelle estive.

Era interessante vedere come tutti ragionassero quasi sempre allo stesso modo, affrontando prima tutti gli esami più facili e poi quelli davvero difficili.

Un’idea che spesso ti si ritorceva contro, perché al culmine della stanchezza, svolgere gli esami più complicati spesso significava voti bassi e umore sotto i piedi. In alcuni casi, rimandare l’esame più difficile all’ultimo poteva significare perdere l’anno universitario.

Magari il mondo dell’università ti sembra molto lontano da te e la tua impresa.

Ma purtroppo.. spesso anche tu perdi decine di occasioni per far decollare la tua attività, scegliendo la strada più facile e sicura prima di affrontare le sfide davvero difficili.

E se anche tu ti trovi a rimandare gli impegni complicati, per poi riempirti la giornata di quelli più familiari… allora questo è l’articolo che fa al caso tuo!

Oggi parliamo delle api operaie, ovvero del terzo tipo di procrastinatore!

In italiano non usiamo questa espressione molto spesso, mentre invece nell’inglese americano il termine busy bee (letteralmente ape indaffarata o ape operaia) è parte del vocabolario comune.

Dietro questo nome grazioso si nasconde una pericolosa tendenza a rimandare le cose importanti da fare, spesso senza affrontarle mai.

L’idea di essere operosi e procrastinatori allo stesso tempo può sembrare un controsenso, ma lascia che ti spieghi.

A differenza di sognatori e perfezionisti, le api operaie non hanno nessun problema né a iniziare né a finire un compito. In realtà sono già incredibilmente impegnate!

La loro agenda sembra straripare di impegni, con nessuna possibilità di inserire un nuovo progetto o iniziare una nuova attività.

Tutto davvero stimolante e decisamente ammirevole… ma poi basta dare un’occhiata agli impegni per capire che la realtà non è esattamente quella.

Gli impegni di cui parlano spesso sono cose completamente superflue.
Per gli imprenditori come te può significare dedicare ore intere a rispondere alle email, occuparsi di contattare i fornitori o risolvere personalmente quel particolare problema con la stampante dell’ufficio.

Tutte attività che potrebbe tranquillamente svolgere qualcun altro, e soprattutto che distolgono l’attenzione dalle cose che davvero potrebbero fare la differenza per la tua impresa!

E purtroppo, la cosa peggiore delle api operaie è che ignorano totalmente di essere delle procastrinatrici.

Chi rimanda le cose in questo modo ha sempre nel suo repertorio una serie di scuse molto precise.
I grandi classici includono “non ho tempo”, “sono troppo impegnato” o “non riuscirei mai a occuparmi anche di questo”.

Ma tutte queste frasi non sono altro che modi per restare al sicuro dentro la zona di comfort, e di non affrontare il problema principale.

La grande paura dell’ape operaia è quella di perdere il controllo sulle cose. È convinta che iniziando un nuovo progetto, tutto quello che ha costruito prima crollerà, e che iniziare qualcosa di nuovo cambierà le cose in peggio.

Per questo, invece di abbracciare il cambiamento decide di continuare a sistemare e rimettere in ordine le cose che ha già, e in questo modo continua a restare dove si trova in questo momento. In altre parole, si incaglia.

Ma se ti comporti in questo modo, la tua impresa resta in porti sicuri, ma senza sbocchi verso il mondo esterno.

Per l’ape operaia non esiste un’unica soluzione: il suo modo di sconfiggere la procrastinazione attraversa una strategia con quattro fondamentali passaggi!

La prima è individuare il valore di ogni ora, come in QUESTO ARTICOLO che ho già citato un paio di settimane fa.

Una volta che ci si scontra con la realtà, è facile capire quanti impegni superflui si accumulano in ogni giornata, e quanti potrebbero essere tranquillamente delegati o lasciati a un secondo momento.

La seconda cosa da fare è capire quale progetto affrontare.

Un imprenditore non ha mai una sola idea per la sua azienda, ma decine di progetti diversi.
Per capire come dividerli, il mio suggerimento è quello di imparare a ragionare non più giorno per giorno, ma a distanza di anni. In QUESTO ARTICOLO, ti suggerisco come farlo, parlando dell’importanza della visione a lungo termine.

Una volta stabilito l’impegno,  la terza cosa da fare è capire come affrontarlo.

Anche in questo caso, la strategia migliore è quella di dividere l’attività in piccoli step, come per i procrastinatori sognatori.

E a questo punto… arriviamo al quarto punto. Questo è il momento di inserire gli step negli impegni di tutti i giorni!

Per esempio, puoi dedicare un’ora della tua giornata al tuo nuovo sito.
Magari il lunedì ti occupi dei contenuti della schermata iniziale, il martedì crei una scaletta di titoli per il tuo blog, il mercoledì studi gli articoli del Fabbro per capire come creare una grafica accattivante…

Insomma, devi iniziare a integrare il nuovo progetto nella tua normale vita  lavorativa, dedicandogli sempre un preciso lasso di tempo.

In poco tempo, l’impegno sembrerà molto meno inaffrontrabile. Inoltre, stabilire un orario preciso da dedicare all’attività ti permetterà di restare molto più concentrato e di non lasciarti travolgere dagli impegni meno importanti.

E così, tutte quelle giornate che sembravano troppo piene per cominciare a fare qualcosa di nuovo… avranno improvvisamente spazio per cominciare una nuova avventura!

Per esempio… forse sono anni che ti dici di non avere tempo per migliorare la tua Comunicazione.

Ma se dovessi cominciare… semplicemente leggendo un libro?

Per aiutarti a iniziare il tuo viaggio verso la perfetta Comunicazione su Misura, il Sarto ha creato il suo primo libro, VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE.

Un manuale pratico, arrivato alla sua seconda edizione con tante informazioni inedite e consigli da mettere subito in pratica per far decollare il tuo modo per comunicare con i clienti!

Ordina subito la tua copia CLICCANDO QUI  per mettere le mani sulla perfetta guida alla tua comunicazione.

Se invece vuoi conoscere di più sul mondo della procrastinazione, e sei certo di non essere un’ape operaia quando devi rimandare i tuoi impegni…

…allora non ti resta che iscriverti alla nostra newsletter CLICCANDO QUI, per poi aspettare mercoledì prossimo per scoprire un nuovo tassello della tua guida alla procrastinazione.

Ti aspetto. Come sempre sarò qui per soddisfare la tua fame di successo, di saperne di più e di crescita costante!

Il Mastino

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *