6 consigli per farti trovare nel 2022

6 consigli per farsi trovare nel 2022

Ciao e bentornata/o sulla rubrica del Fabbro,
Sei pronta/o per migliorare il punteggio SEO del tuo sito nel 2022?

Lo scorso anno è stato particolarmente duro per quanto riguarda l’argomento SEO, con tutte le sue incertezze legate alle continue interruzioni delle attività per la pandemia e i cambiamenti nel comportamento dei consumatori.
Se però hai seguito i miei consigli generali riportati nell’articolo “Utili accorgimenti SEO” (lo trovi qui) sei già parecchio avanti rispetto alla concorrenza!
Nel caso tu non l’abbia ancora fatto, don’t panic: sei ancora in tempo, però provvedi al più presto!

Per aiutarti a partire col piede giusto dall’inizio dell’anno ho deciso di pubblicare questa guida in cui ho raccolto 6 consigli SEO da applicare alla tua strategia.

Are you ready? Allora raccogli tutta la concentrazione possibile e afferra una tazza del tuo caffè preferito: cominciamo!

caffè

1. Pubblica contenuti basandoti su frasi chiavi strategiche per intercettare i bisogni dei tuoi clienti

Per riuscire ad applicare questa strategia correttamente devi prima soddisfare un pre-requisito molto importante: conoscere bene il tuo pubblico.

Ultimamente, all’interno della mia rubrica, sto insistendo molto su questo punto.

Le ragioni sono molteplici e se ci rifletti un attimo puoi riuscire ad intuirle facilmente.

Se non conosci il tuo pubblico non sai in che modo questo effettua le ricerche su Google e, di conseguenza, non puoi pubblicare dei contenuti in grado di intercettarle.

Per capire se conosci bene il tuo pubblico puoi disegnare su carta uno schema del suo percorso d’acquisto e comprenderne tutte le fasi. In caso contrario, devi assolutamente raccogliere più informazioni possibili, altrimenti non sarai mai in grado di scrivere e pubblicare dei contenuti in grado di intercettare i bisogni dei tuoi potenziali clienti.

Se sei una piccola o media impresa devi assolutamente informare il tuo cliente su argomenti poco approfonditi in rete (ovviamente sempre inerenti con la tua tipologia di prodotto/servizio) per colmare le sue lacune e instaurare un rapporto di fiducia.

Proprio così!

Rispondendo in modo approfondito a questioni poco conosciute relative al tuo settore riuscirai immediatamente a farti percepire dall’utenza come un esperto.

La SEO dei nostri giorni è sempre più basata sui contenuti: se riesci a fornirli agli utenti le risposte giuste al momento giusto sui tuoi prodotti/servizi fai schizzare alle stelle la visibilità del tuo sito all’interno dei motori di ricerca.

2. Pianifica saggiamente i tuoi contenuti

Se non lo stai già facendo, dovresti iniziare a produrre regolarmente contenuti sul tuo blog al più presto.

Devi smettere di pensare alla tua attività soltanto come a un’azienduccia locale che fa le cose come 50 anni fa e iniziare a trasformarla in una macchina sforna-contenuti.

D’altronde, come è risaputo, la SEO è un giochino lungo e i suoi effetti non sono visibili nell’immediato, perciò prima cominci e meglio è!

Crea dei contenuti autorevoli sfruttando tutti i canali possibili: post, articoli di blog, podcast e video e informa i tuoi clienti su tutto ciò che i tuoi concorrenti non dicono.

Per contenuti autorevoli intendo nello specifico che dovresti sempre affermare la tua opinione riguardo gli argomenti trattati.

Metti in mostra la tua esperienza! È il modo più rapido ed efficace per instaurare un rapporto di fiducia.

Non dimenticare poi di inserire all’interno dei tuoi contenuti anche recensioni, testimonianze e riconoscimenti!

contenuti blog

3. Utilizza frasi chiave lunghe

Durante la creazione dei contenuti, concentrati su frasi chiave lunghe.

Puoi utilizzare Answer the public per individuare velocemente quelle che fanno al caso tuo. Ho mostrato in un articolo pubblicato un po’ di tempo fa come sfruttare al meglio questo strumento. Nel caso in cui te lo fossi perso, recuperalo facendo click qui.

Non ti limitare a una o due frasi chiave, raccogline tantissime! Fai una lista e poi decidi a quali dare priorità rispetto ad altre.

Ma perché le frasi lunghe?

Perché sono quelle su cui di solito c’è meno competizione! Hai più possibilità di comparire all’interno della pagina dei risultati per la frase chiave “migliori scarpe da trekking invernali 2022” che per la frase chiave “migliori scarpe del 2022” o “migliori scarpe da trekking”.

frasi chiave lunghe
Utilizza frasi lunghe come un bassotto

4. Non copiare le strategie SEO delle grandi aziende

È inutile copiare i contenuti e le strategie SEO delle grandi aziende. Non è detto che funzionino allo stesso modo per la tua, anzi! La maggior parte delle volte è il contrario, perciò devi concentrarti invece sul tuo valore aggiunto e sulle caratteristiche peculiari del tuo pubblico.

Dopotutto ogni pubblico è diverso e quello delle grandi aziende è più ampio e variegato. I tuoi contenuti devono essere studiati per rispondere ad esigenze specifiche e mirate!

Perciò non copiare, al massimo prendi spunto ma poi adatta alla tua realtà e ai bisogni reali della tua utenza.

Tieni sempre presente le differenze tra la tua “voce” e quella dell’azienda da cui prendi spunto.

Molte grandi aziende utilizzano all’interno dei propri contenuti un tono molto neutro e generico, non cadere nella stessa trappola!

Ancora una volta devi metterti nei panni dei tuoi utenti e capire qual è il tono di voce più adatto da utilizzare all’interno delle tue comunicazioni.

Per meglio comprendere cosa intendo prendi spunto da questa rubrica (ma non copiare!). Molto spesso, all’interno dei miei articoli, tratto argomenti un po’ complessi e a volte pesanti che infarcisco di battute stupide nel mio dialetto, gif con meme e immagini di gattini e cagnolini. In questo modo cerco di strappare una risata a chi legge e di rendere i contenuti più fruibili. Uagliò, non è detto che lo stesso funzioni col tuo pubbico e/o i tuoi argomenti, ma è per farti capire che puoi benissimo andare contro le regole del tuo settore per trarne vantaggio.

Ti sfido a cercare altri blog che trattano gli stessi argomenti della mia rubrica, vedrai che:

  • ti annoieranno da morire;
  • i siti web ti faranno schifo;
  • la tua vita ti farà schifo;
  • prenderai il tuo pc, lo lancerai dalla finestra urlando e ti butterai dalla finestra pure tu (vabbuò forse ho esagerato)!
non copiare le grandi aziende
Non copiare!

5. Condividi le interazioni tra la tua azienda e i tuoi clienti

Prendi le interazioni quotidiane tra te e i tuoi clienti in qualsiasi fase del percorso: dalla richiesta del prodotto/servizio al confronto degli stessi alle vendite effettive e al post-vendita (come ad es. l’assistenza clienti) e utilizzale per scrivere delle storie.

Rendi queste storie parte del tuo sito web e condividile sui social network.

Lo so che può sembrare un passo piccolo e semplice, però può davvero farti arrivare lontano.

Fai attenzione però: distingui queste storie dalle semplici recensioni e/o testimonianze. L’obiettivo è pubblicare e condividere dei racconti in grado di rassicurare gli utenti e annullare le loro preoccupazioni in ciascuna delle fasi di acquisto (e post-acquisto).

condividi le interazioni

6. Utilizza gli strumenti giusti

Oggi hai a tua disposizione un’infinita di strumenti utili per elaborare strategie SEO efficaci.

Google ti mette a disposizione gratuitamente tool potentissimi come Analytics e Search Console che dovresti sfruttare al massimo per meglio comprendere come il tuo pubblico interagisce sul tuo sito e grazie a quali frasi chiave lo trova sul motore di ricerca.

Come se già non bastasse, hai anche Answer the Public per trovare le giuste frasi chiave e spunti interessanti per i tuoi contenuti.

Google stesso è un altro tool che puoi imparare a sfruttare al massimo! Prova ad effettuare tu stesso una ricerca sul motore di ricerca e scoprirai che il motore di ricerca ti darà dei suggerimenti su come completarla. Se ad es. scrivi semplicemente “libri” nella barra di ricerca, Google ti suggerirà le ricerche “libri da leggere”, “libri da leggere 2022”, “libri gratis pdf”, “libri per bambini” e così via. Ecco, quelle sono alcune delle query più ricercate e dovresti tenerne sempre conto per elaborare strategie SEO di successo.

Lo stesso discorso si applica a YouTube. Sai che YouTube, come Google, è a tutti gli effetti un motore di ricerca?

youtube motore di ricerca

Proprio così! Effettua delle ricerche all’interno di questo social per capire quali sono gli argomenti più ricercati in linea con il tuo settore e i tuoi prodotti/servizi.

Lo vuoi un altro strumento gratuito in grado di farti sbaragliare la concorrenza? Eccolo, lo stai utilizzando proprio in questo momento: la mia rubrica! Iscriviti subito alla newsletter del Fabbro per non perderti mai una novità su siti web e SEO. Fai click qui e preparati a ricevere ogni martedì una guida gratuita in anteprima direttamente all’interno della tua casella di posta elettronica preferita!

Conclusioni
Il 2022 sarà un anno pieno incertezze, ma don’t panic! Le piccole imprese sintonizzate sulle esigenze specifiche dei clienti e pronte a intercettarle otterranno i maggiori guadagni di quest’anno, perciò inizia col piede giusto anche tu e metti in pratica tutti i suggerimenti che ti ho fornito in questa guida.

Ribadisco ancora una volta che per applicare al meglio questi consigli e, in generale delle strategie SEO efficaci, è necessario tu aumenti di continuo la consapevolezza sul tuo pubblico di riferimento.

Solo così sarai in grado di comprendere il loro modo di prendere decisioni e le informazioni che necessitano per completare il percorso d’acquisto dei tuoi prodotti/servizi.

Colgo l’occasione per ricordarti ancora una volta che ogni strategia SEO va pianificata sul lungo periodo, perciò non perdere altro tempo e mettiti subito al lavoro se vuoi raccogliere i frutti al più presto!

Ti è piaciuto l’articolo? Fammelo sapere nei commenti!

Continua a seguirmi e vedrai che presto per te sarà facilissimo usare il martello per spaccare il web!

A martedì prossimo,
Il Fabbro

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.