Trasforma le tue parole in soldi 25 – Come ottenere una Testimonianza (magari senza muovere un dito)

La settimana scorsa abbiamo iniziato a parlare di Testimonianze: ti ho descritto i sette punti per renderle PERFETTE e i tre modi per renderle credibili.

Se ti sei perso l’articolo corri subito a rimediare CLICCANDO QUI!

 

Ma ora dobbiamo farci una domanda: come facciamo ad avere simili testimonianze dai clienti?

 

Prima di procedere con le strategie che ti toglieranno per sempre questo pensiero, diamo un’occhiata ai numeri.

Una recente statistica dichiara (e io le credo!) che solo il 4% dei clienti soddisfatti lascia una recensione, mentre ben l’84% di quelli non soddisfatti si sfrega le mani e vomita la sua insoddisfazione sulla tastiera.

Da questo si evincono due cose:

  1. La gente ama incazzarsi e dirtelo dall’altra parte dello schermo;
  2. La gente, tendenzialmente, non fa recensioni positive.

 

E ora forse starai pensando: ma, quindi, quante persone soddisfatte del mio lavoro non si sono prese un minuto per scriverlo su internet! Oh, MALEDETTI!

Ma permettimi di fare l’avvocato del diavolo: tu fai la recensione positiva di OGNI luogo in cui ti trovi bene?

Ok, c’è una persona di millemilioni che lo fa (tipo il Sarto, giuro), ma quella persona probabilmente non sei tu, non è il tuo cliente e comunque non è la maggior parte della popolazione.

Quindi…

La base semplice da comprendere prima di leggere questo articolo è:

SE NON SEI TU A FARTI FARE UNA TESTIMONIANZA COME SI DEVE, SCORDATI LE TESTIMONIANZE!

 

Ora che abbiamo chiarito che (ancora una volta) nulla succede da solo e che stare a guardare il tempo che scorre non può far altro che far arenare la tua azienda a dove è oggi, senza crescita… o al massimo con la prospettiva di un calo inesorabile del fatturato…

…andiamo a vedere assieme cosa devi fare per avere un flusso costante di Testimonianze positive per la tua azienda!

 

#1 NON FARE IL TIMIDO

La regola numero 1, quella che non devi mai e poi mai dimenticare o sottovalutare, è che devi CHIEDERE le Testimonianze e non stare lì a sperare che ti arrivino. Molte volte gli imprenditori e le imprenditrici, così come il personale assunto, teme di “disturbare” a chiedere una testimonianza. Di infastidire il cliente. Di risultare pesante.

Togliti sta roba dalla testa e fallo subito.

Davvero, ti stai frenando da solo. Stai cercando di correre in pista con il freno a mano tirato!

Hai paura che ti dicano di no? Che preferiscano non farti la testimonianza perché non si trovano così bene, o magari sono timidi, che so…

Queste sono scuse. Se su 100 persone a cui chiederai domani una testimonianza in 99 ti diranno no, avrai comunque una nuova testimonianza.

Che vale tantissimo. E più tardi vedremo insieme quanto vale!

Quindi poche scuse: chiedi le testimonianze. Punto.

 

#2 IL PREMIO

Chiediti: perché un mio cliente dovrebbe darmi la sua Testimonianza esattamente come la voglio io?

Se ci pensi… a lui frega ben poco della tua azienda e di quanto ti può essere utile. Ma tu puoi creare un sistema di scambio.

Cioè…

PAGARE la testimonianza.

E ora stai pensando ai soldi, vero? Che gli devo dare, 10 euro? 100 euro? MILLE euro?

Tranquillo, la cosa è molto più semplice di così. Anzi, così sarebbe proprio squallido e ti farebbe fare una pessima figura!

Devi creare un sistema di scambio in cui il tuo cliente viene PREMIATO per averti fatto una buona testimonianza!

Dipende, ovviamente, sia dal tuo modelli di business e da come funziona la tua Azienda… ma anche – e soprattutto – dai gusti del tuo cliente!

Ecco una carrellata di esempi in ordine rigorosamente sparso da cui puoi prendere spunto per escogitare il giusto premio per il tuo cliente:

  • Sconto al prossimo acquisto
  • Prodotto in omaggio subito
  • Prodotto in omaggio al prossimo acquisto
  • Il dolce al ristorante se durante la cena fa una testimonianza
  • La maglietta, il cappellino, la borsina o un gadget qualunque della tua azienda
  • Il tuo libro
  • Accesso ad un’area riservata del tuo sito dove ci sono offerte speciali
  • Una guida che spiega come usare al meglio il tuo prodotto
  • Un prodotto o servizio di un’altra azienda (con cui magari stai collaborando…)
  • E altro… usa la fantasia e, soprattutto: STUDIA CON PRECISIONE COSA VUOLE IL TUO CLIENTE!

 

#3 IL DEBITO

Questa strategia è molto simile alla precedente… ma gioca d’anticipo!

In questo caso tu premi il cliente PRIMA della testimonianza!

Cioè: dai al tuo cliente un premio/omaggio e gli alleghi un testo in cui chiedi, gentilmente, di dedicare un piccolo spazio del suo tempo per lasciarti una testimonianza come ringraziamento.

Non ci crederai, lo so. Ma funziona che è uno spettacolo, specialmente quando consegni a domicilio o invii per posta!

E non essere timido, mi raccomando! Il cliente SA PERFETTAMENTE che la recensione serve a te e che lo stai prendendo con questo stratagemma che stimola una sensazione di debito emotivo. Non hai bisogno di nasconderti. Ecco un esempio di testo da cui puoi rubare praticamente ogni parola:

“ciao, sono Umberto, il Titolare del ristorante DAL MODELLISTA, SPECIALITÀ CARNE CRUDA. Ti scrivo perché vorrei chiederti un gesto di supporto nei miei confronti: vorrei che tu andassi sul mio sito www.dalmodellistacarnecruda.it e lasciassi una recensione. Per te sono solo un paio di minuti del tuo tempo, ma per me ha un valore immenso! Grazie e buon appetito”

 

#4 IL MOMENTO GIUSTO

A prescindere dalla formula che userai, chiedere una testimonianza è ANCHE una questione di tempismo.

Spesso vedo aziende chiedere una recensione dopo 4/5 giorni, o una settimana dall’acquisto. In un certo senso, questo serve a non avere la percezione di “disturbare” il cliente.

SBAGLIATO. SBAGLIATO MALE.

La Testimonianza è un gesto entusiastico di una persona che ti ha dato i suoi soldi per qualcosa ed è contento di dire al mondo che lo ha fatto. Il momento in cui richiedere la Testimonianza è ESATTAMENTE quando il cliente è al massimo del suo entusiasmo. E di solito è appena ha ricevuto o consumato il prodotto.

Quindi… non aver timore, sii rapido!

Lo so, sei lì che ti arrovelli a cercare una scusa per dire che nel tuo settore non funziona così.

Mi spiace.

Non è vero. Te la stai raccontando.

E se non credi a me… chiedi a Google. Pensaci: quando vai a prenderti un caffè in un bar o a comprare una giacca in un negozio, quanti ci mette Google a mandarti la notifica per chiederti di recensirlo?

Ecco. Ha ragione Google.

 

#5 COGLI DI SORPRESA

Una modalità molto efficace (e che io adoro perché è ludica e incentrata sul rapporto) è quella per cui “imponi” al cliente di farti una Testimonianza cogliendolo di sorpresa.

Che vuol dire (più o meno, a seconda dei casi ovviamente è diverso. Tu declina questo concetto per la tua attività) che… gli piazzi la videocamera in faccia e gli fai le domande a cui vuoi che risponda!

Lo so, è una modalità che sembra aggressiva.

Ma, se hai creato un buon rapporto con il tuo cliente, ti assicuro che è potentissima: ne viene fuori una Testimonianza genuina, vera, che non può dare l’idea di essere preparata… perché non lo è!

 

Abbiamo appena visto assieme ben cinque modi per chiedere una testimonianza.

E direi che per un articolo potrebbe bastare: hai da lavorarci tutta la vita su questi cinque!

Ma io voglio darti ancora due chicche importanti.

 

La prima è GUIDA TU.

Come hai letto nello scorso articolo (lo hai letto, vero? O dobbiamo litigare?) una Testimonianza perfetta è composta di ben 7 elementi. E lo sappiamo entrambi che non è nemmeno immaginabile di avere un cliente che te la fa esattamente in questo modo.

E allora tu… guida il cliente! Puoi farlo nella modalità intervista, facendogli le domande direttamente, oppure mandandogli le domande scritte… o in altri modi che possono venirti in mente, proprio per le unicità della tua azienda.

L’elemento importante, qui, è che tu sia consapevole che devi essere tu a gestire la Testimonianza del cliente. La devi chiedere, lo devi fare in maniera che per il cliente sia una buona cosa fartela, e poi devi spingere il cliente a farla in un determinato modo…

 

E qui veniamo alla seconda cosa importante che ho da dirti.

 

Da solo potresti non farcela. Anzi, è veramente improbabile che tu possa riuscirci, se non con una scarsa percentuale di tutti i tuoi clienti. E inevitabilmente in questo modo lasci per strada testimonianze che potrebbero letteralmente cambiarti la vita!

E questo è OVVIO e NORMALE.

Altrimenti, il tuo lavoro sarebbe chiedere le testimonianze e non dirigere un’azienda.

 

E non puoi nemmeno pensare di farlo fare al tuo personale. Dovresti investire una cifra enorme per fare in modo che la Testimonianza venga richiesta a tutti, sempre.

Quante persone dovresti assumere? Una, due?

Tre?

Oppure…

Nessuna?!?

Non ti sto prendendo in giro e non stai sognando.

Tutto quello che hai letto negli ultimi due articoli può essere fatto SENZA CHE TU MUOVA UN DITO.

 

E come?

Ti servono le Automazioni!

Cioè: ti serve un sistema completamente autonomo e automatizzato che funzioni a prescindere dalla tua azione o da quella dei tuoi dipendenti!

Un CRM, un software, che una volta impostato lavora da solo e va a caccia (tra le altre cose) di testimonianze! Non va mai in pausa. Non va mai in ferie. Non va mai in malattia. E non ha nemmeno la tredicesima!

E non solo…

Costa due spicci. Ma sul serio: due spicci.

Ti piacerebbe averlo anche tu?

Beh… non posso farti spoiler, altrimenti il Mastino del Web mi morde.

Ma ti consiglio, se non l’hai ancora fatto, di iscriverti alla newsletter dei Sarti del Web CLICCANDO QUI.

E di stare attento: a brevissimo ti arriverà una mail con un’opportunità da non perdere.

Solo che non posso dirti quando… ma posso dirti che solo pochissimi fortunati potranno accaparrarsela, con tanto di sconto e un paio di bonus che farebbero gola a chiunque!

Quindi rimani sintonizzato!

 

Beh, uno spoilerino posso fartelo: giovedì prossimo, alle 7:00 in punto, avrai una mail nella tua casella elettronica che parlerà ancora di testimonianze.

E stavolta, dopo averti detto come fartele fare e come fartele fare perfette…

Ti spiegherò come usarle per farci un mucchio di soldi!

 

Ci vediamo giovedì prossimo su questo Blog (e sulla tua piattaforma Social preferita)

 

Trasforma le tue parole in soldi

Il Modellista

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

2 pensieri su “Trasforma le tue parole in soldi 25 – Come ottenere una Testimonianza (magari senza muovere un dito)

  1. Gianpaolo Capuani dice:

    sono veramente grato a tuti voi per l’aiuto e i consigli che elargite . Si sente sempre parlare di metodi per risultare rilevanti sul web o di “fai così per ottenere…” ma credo che il vs sistema visualizzi a 360° l’insieme di notizie , scaltrezze , consigli e procedimenti da adottare per capirci qualcosa. Ve ne sono grato

    • Il Modellista dice:

      Grazie Gianpaolo!
      È proprio questo il nostro obiettivo: aiutare imprenditori e imprenditrici ad ottenere il massimo dalla propria Comunicazione Online!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.