Chiudi

Come sfruttare l’Algoritmo dei Social per Vendere! 10 consigli utili

Se vuoi attirare Clienti con i Social, dovrai sempre fare i conti con il burattinaio nascosto dietro tutte le piattaforme online: l’Algoritmo! Cosa è? Come funziona? Cosa vuole… e soprattutto come puoi sfruttarlo per vendere di più?

Parliamone assieme…

 

Ciao imprenditore! Ciao Imprenditrice… io sono Enrico Cecchini, responsabile dei Sarti del Web. Il mio lavoro è portare clienti alle attività tramite la gestione delle loro pagine social aziendali grazie al Metodo Comunicazione su Misura!

 

Senza rendercene conto, ogni giorno interagiamo con gli Algoritmi. Intelligenze artificiali che guidano dolcemente le nostre decisioni online

 

Per un Consumatore questo non è un problema, anzi! È solo un vantaggio perché sono programmati per rendere la sua esperienza più piacevole

 

Per te che hai un’azienda e non vedi l’ora di mettere le mani sulle centinaia di migliaia di potenziali clienti che pascolano ogni giorno sui Social…

 

L’algoritmo può diventare un vero problema!

 

Non stiamo parlando di un cucciolo che sonnecchia alla base del letto, parliamo di un lupo cecoslovacco con dei denti grossi così che se non segui le regole ti fa sparire

 

In milioni hanno provato a fregare l’algoritmo! Tutti segati a metà, dal primo all’ultimo… ma chi si comporta come dice lui, viene premiato

 

E allora scopriamo assieme le potenziali meraviglie e i pericoli nascosti di questo strumento invisibile ma onnipresente nelle nostre vite

 

Vedremo brevemente quando è nato l’Algoritmo e soprattutto perché! Quali erano i suoi compiti in origine, come si è evoluto nel tempo e come diventerà in futuro. A questo punto ti darò 10 consigli utili per trasformare l’Algoritmo in un cagnolino fedele disposto a premiarti generosamente

 

Se seguirai tutti i 10 consigli, i Social lavoreranno per te! Letteralmente ti verranno in contro coi clienti in bocca

 

Perché come diceva quel grande condottiero chiamato Giulio Cesare… “Se non ti è possibile sconfiggere il tuo nemico, allora fattelo amico”

 

Se non vuoi leggere l’articolo, ne ho parlato anche in questo video

 

 

I Social sono l’enorme opportunità per tutte le piccole e medie imprese che vogliono lasciare il segno e raggiungere i loro obiettivi

 

Con la Comunicazione Online anche un’azienda che non dispone di enormi capitali può crearsi un canale per attirare clienti ed aumentare costantemente il proprio fatturato!

 

Vai su www.isartidelweb.it/newsletter e iscriviti! Ti invieremo ogni settimana i consigli più utili per comprendere come il digitale può farti arrivare là dove hai sempre desiderato essere

 

Detto questo, procediamo con la puntata di oggi… che sarà in assoluto quella meno vista di tutto il mio canale!

Mi arrivano di continuo domande tipo: “Sarto! Come posso vendere di più Online?” oppure “Come posso attirare più attenzione?” o ancora “Come posso trovare dei clienti migliori?”. Tutte domande buone e giuste ma nessuno mi chiede mai: “Sarto, come posso sfruttare l’Algoritmo dei Social a mio vantaggio?”.

Eppure è tipo la prima domanda che dovresti farti nel 2022 se vuoi sopravvivere e avere risultati con la tua pagina Social Aziendale…

 

L’attenzione c’è ma scalfisce appena la superficie! Le cose importanti sono le meno visibili

 

Devo farti capire questo controsenso: sui Social trovi miliardi di persone che si connettono ogni giorno in cerca di informazioni, di ispirazione e di svago

 

Una prateria sconfinata piena zeppa di potenziali clienti che aspettano solo di essere catturati e portati nella tua azienda

 

Questo desiderio è legittimo! È sano! Vuoi i clienti, allora te li vai a prendere, ti organizzi per fare una spedizione di caccia e per portartene a casa il più possibile

 

Come te tanti altri ci hanno pensato e ci provano ogni giorno! Ma in pochissimi si preoccupano dell’enorme cane da guardia che sta a difesa della prateria

 

Ok, basta con le metafore. Quando si parla di Social e di Clienti ce ne sono tantissime di efficaci: andare a caccia, andare a pesca, coltivare…

 

Il concetto che voglio passarti è: se anche non lo vedi, se anche non è visibile con un volto e un corpo, l’Algoritmo è molto più presente di quello che credi!

 

Non so quale sia la serie di azioni che fai ogni giorno al tuo risveglio. I dati mi dicono che la maggior parte delle persone accende un dispositivo elettronico

 

 

Magari spegni la sveglia e dai un occhio al meteo, oppure scorri velocemente le notizie della giornata mentre sei in bagno, cerchi e guardi un video mentre fai colazione, scorri la tua bacheca Social mentre sei in autobus e così via.

 

Ecco, in tutti questi casi stai interagendo con l’Algoritmo. E questo ha delle conseguenze

 

Nella nostra Società si stanno sviluppando delle realtà sempre più importanti, sempre più influenti, ma la gente non ne sa nulla

 

E questo è un male perché quello che ho detto poco fa è vero! I Social sono la tua enorme opportunità per portare la tua Azienda al livello superiore

 

Ma mi sono accorto di quanto tanti imprenditori e imprenditrici ignorino il rilievo di questo strumento, quindi fanno degli errori e QUINDI ne vengono penalizzati!

 

Su questo canale trovi tonnellate di consigli su come usare il digitale per aumentare il fatturato, ma se fai incazzare l’Algoritmo sarà tutto inutile

 

Prima di continuare mettiamo le cose in chiaro perché l’EGO è una cosa utile tranne quando è così ingombrante da farti vedere la realtà

 

I social non ti devono nulla

 

Il signor Zuckerberg, che possiede Facebook ed Instagram non sa chi sei e neppure gli interessa! Questo perché non ha bisogno di te, se sparisci ce ne sono a milioni pronti a prendere il tuo posto. La stessa cosa vale per Google, che possiede Youtube e il più grande motore di ricerca mai esistito… stessa cosa per Twitter o Linkedin o Tik Tok e così via…

 

 

Quello che interessa alle piattaforme Social è la serenità dell’utente finale. Vogliono che la sua permanenza sia il più piacevole, emozionante, ricca di stimoli possibile! Per questo immaginano sempre nuove funzioni e nuove regole, e poi piazzano l’Algoritmo per farle rispettare.

Per questo devi immaginarlo come un grosso cane da guardia, perché è il guardiano elettronico che mantiene la legge della Piattaforma digitale

 

Noi piccole attività siamo in una situazione di svantaggio quindi devi assolutamente conoscere le regole del gioco per muoverti al meglio

 

La tua Pagina Social Aziendale non è “il tuo sito” come ho sentito dire da sin troppe persone… è uno spazio in affitto che può sparire in ogni momento

 

Se invece accontenti l’Algoritmo, se gli dai le cose che chiede nel modo in cui le chiede allora ti premia portando in alto la tua Azienda

 

Per farti un esempio semplicissimo, se navighi sui Social può capitarti di trovare dei “consigli”, dei suggerimenti su qualcosa che potrebbe piacerti o esserti utile.

Succede su tutte le Piattaforme, magari scrolli la home di Facebook e se hai un’impresa, ti compare come gruppo suggerito quello dei Sarti del Web, che si chiama “Comunicazione su Misura”, e lo trovi cliccando qui!

 

Oppure ti interessi di gioco di ruolo o di fantasy ed ecco che il Social ti propone dei gruppi dedicati a quell’argomento.

Se navighi sulla home del tuo profilo Youtube troverai i video dei canali che stai seguendo e i video che hai già visto… in più troverai anche qui dei video che potrebbero piacerti perché sono affini ai tuoi interessi.

 

È il motivo alla base del successo dei Social in tutti questi anni. Danno alle persone quello che vogliono!

 

Questo è il vantaggio che devi imparare a sfruttare per avere un vantaggio straordinario sulla tua concorrenza!

 

Lasciare che sia l’Algoritmo dei Social a lavorare PER TE

 

Se siamo piccoli dobbiamo farci furbi, e con “piccoli” intendo qualsiasi azienda che sia al di sotto del livello di MULTINAZIONALE, quindi ascoltiamo i grandi del passato e come diceva Cesare “Se non puoi sconfiggere il tuo nemico, fattelo amico!”

 

 

Potrei parlarti per ore di questo strumento meraviglioso ma abbiamo sono una frazione del tempo necessario

 

E tra l’altro alcune cose probabilmente ti farebbero annoiare a morte!

 

Ecco perché ho selezionato con cura per te solo gli aspetti più pratici, più affini al tuo obiettivo. Usare internet per attirare clienti nella tua impresa ed aumentare il tuo fatturato!

 

Tanto per iniziare: cosa è esattamente un Algoritmo?

 

Questa parola deriva dal latino medievale algorithmus o algorismus, che a sua volta proviene dal nome d’origine, alKhuwārizmī, del matematico arabo Muḥammad ibn Mūsa del 9° sec.

Il termine Algoritmo nel medioevo indicava i procedimenti di calcolo numerico fondati sopra l’uso delle cifre arabiche… il tempo passa e il significato muta. Le definizioni oggi sono varie così come i campi in cui gli algoritmi vengono utilizzati ma a noi interessa solo quella presente nell’ambito informatico: “insieme di istruzioni che deve essere applicato per eseguire un’elaborazione o risolvere un problema”, ed è proprio a questo che servono gli Algoritmi! A risolvere problemi complessi elaborando dati… pensa che è un algoritmo a predire il tempo atmosferico e quindi a darti le indicazioni meteo ed è sempre un algoritmo ad averci permesso di sviluppare così in fretta il vaccino contro il covid.

 

Ma torniamo ai Social… è il 2004 quando nasce Facebook, una piattaforma molto diversa da come è oggi! Meno affollata, meno colorata, non c’erano neppure le reaction come la faccina che ride o il cuore

All’inizio non era presente neppure il tasto “mi piace”!

Poi si iscrive sempre più gente, ci sono sempre più utenti e il caos rischia di diventare insopportabile.

Prima del passaggio agli algoritmi, la maggior parte dei social media visualizzava i post in ordine cronologico invertito. In poche parole i post più recenti venivano visualizzati per primi ma sembrava non essere più una situazione ottimale per l’esperienza degli utenti. È a questo punto che il 21 aprile 2009 viene presentato EdgeRank! Il primo algoritmo mai utilizzato sui Social che è stato poi dismesso nel 2011. Capire come funzionava ti sarà molto utile per comprendere cosa devi fare tu oggi con la tua azienda!

 

 

In pratica EdgeRank assegnava un punteggio ad ogni post attraverso una formula matematica che comprendeva 3 fattori:

  • “affinità” (affinity)
  • “peso” (weight)
  • “decadimento” (decay)

 

L’Affinità è il parametro attraverso il quale si calcola l’interazione tra due utenti, più un utente ha interagito con te, maggiori saranno le probabilità che veda i tuoi prossimi post

 

Il Peso indica che i post pubblicati non hanno tutti la stessa valenza, la stessa influenza! Un post di sole parole ha un peso diverso rispetto ad uno con l’immagine o con un link o con un video e così via! Allo stesso tempo il numero di interazioni collegate ad un post contribuisce ad aumentarne il peso complessivo. Il tipo di interazione è differente, per esempio un commento ha un valore maggiore di un “Mi Piace”.

 

Il Tempo di decadimento è il parametro che calcola il tempo trascorso dalla pubblicazione del post al momento presente… un valore che diminuisce man mano che invecchiano le sue interazioni

 

Quindi immagina due post differenti. L’algoritmo Edgerank li valuta ed assegna un punteggio ad entrambi, poi fa vedere all’utente quello col punteggio maggiore e solo dopo quello col valore minore, o addirittura lo nasconde del tutto!

Dal 2013 Facebook utilizza un nuovo algoritmo che viene aggiornato costantemente ma i tre fattori di EdgeRank non sono scomparsi, ancora oggi vengono applicati assieme ad altri 100’000 fattori!

 

Considera che questi parametri sono da considerarsi variabili in tutto e per tutto!

 

Ad esempio se un utente interagisce spesso con le foto, allora il Social tende a presentargli altre foto!

 

Se interagisce spesso coi video, ecco altri video e così via! Il contenuto in se non è buono in assoluto… dipende dall’utente!

 

Insomma, sui Social e su internet in generale ci sono troppe informazioni… sarebbe IMPOSSIBILE navigare su facebook o su tutte le altre piattaforme senza una guida

 

L’Algoritmo di ogni Social cerca di fare sempre la stessa cosa, ovviamente in maniera diversa a seconda della Piattaforma su cui ti trovi ma l’obiettivo sarà sempre lo stesso

 

L’intelligenza artificiale immagazzina i dati sul comportamento di tutti gli utenti, pensa! Miliardi e miliardi di persone…

 

A questo punto scannerizza il tuo post, la tua pagina, e cerca di fare una previsione, cerca di capire se la tua roba può piacere all’utente X o all’utente Y

 

Questo lo fa in continuazione e tu interagisci con l’Algoritmo quando mandi una mail, quando compri i biglietti del cinema oppure ordini del cibo online… sempre!

 

Ora che abbiamo visto la base, siamo pronti ad approfondire il discorso e a parlare dei 10 consigli che ti ho promesso a inizio puntata

 

Cominciamo subito con quello che mi da più rogne in assoluto…

 

Consiglio numero 1, non fare incazzare l’Algoritmo!

 

Devi capire che le sue due priorità in assoluto sono difendere l’utente finale, cioè la persona che usa il Social, e difendere se stesso

 

Se anche solo annusa per sbaglio che sei un problema per la Piattaforma… l’Algoritmo ti taglia le gambe da subito!

 

Io lo capisco che la cultura italiana è abituata a pensare alle regole come dei suggerimenti, come delle opinioni facoltative

 

Ma l’Algoritmo è una macchina senza cuore!

 

Non puoi fargli l’occhiolino, non ride alle tue battute e minacciarlo non serve a nulla perché tanto il coltello dalla parte del manico ce l’ha lui

 

Se ti sembrano strane o stupide le regole della piattaforma e quindi le rompi, stai giocando col fuoco

 

Non dico che ti viene chiusa in automatico la Pagina, sia chiaro, ma ogni irregolarità si somma con quelle precedenti e fa il mucchio

 

Se ti arriva una segnalazione che hai pubblicato qualcosa di inappropriato non la ignorare! Cerca di capire cosa è successo e rimedia

 

Non li conto più gli imprenditori e le imprenditrici che rompono la legge, si vedono chiudere il profilo pubblicitario o bannare la pagina e poi vengono da me a chiedere cosa fare

 

Il problema è da evitarsi PRIMA, non da risolvere dopo…

 

Se proprio proprio il tuo settore è a rischio, cosa che può succedere quando il tuo prodotto o servizio è identificato come non consono, allora adotta una strategia di risucchio

 

Fai unicamente post e sponsorizzate su un’altra piattaforma digitale, ma questa volta di tua proprietà

 

In questo modo non rischierai di perdere la maggior parte del tuo lavoro perché ti è stata oscurata la pagina…

 

La sotto categoria di questo consiglio è altrettanto importante!

 

Consiglio 1 BIS: non cercare le dannatissime scorciatoie

 

Internet è pieno di persone che cercano i trucchetti, le falle nel sistema, e poi te le vendono come la cura miracolosa

 

Ad esempio su Instagram ci sono quelli che comprano i follower finti per la pagina, quelli che usano gli hasthag di tendenza anche quando non ha nulla a che fare con la foto pubblicata e quelli che usano il follow/unfollow… in pratica mettono il “segui” a più profili possibile con la pagina aziendale, una percentuale di questi ricambia il “segui” e a quel punto il proprietario della pagina aziendale glielo toglie! Una pratica assurda che serve ad avere un contatore alto dei seguaci ma sai che è successo?

Gli sviluppatori della piattaforma se ne accorgono quando usi questi trucchetti e rispondono con lo ShadowBan, in pratica non ti avvisano neppure. Dal giorno alla notte la tua pagina non compare più nelle ricerche e tu ti chiedi come mai non arrivano più clienti, e anche se fai ricorso non è detto che la situazione torni normale!

 

Lascia stare le furbate all’italiana… non ti portano da nessuna parte!

 

Consiglio numero 2! Concentrati sul Cliente su Misura

 

È un concetto contro intuitivo: la maggior parte degli imprenditori e delle imprenditrici tende a cercare di vendere a più persone possibile

 

Ma a conti fatti più restringi il tuo pubblico, cioè la tipologia di persone a cui ti rivolgi, migliore e maggiore sarà il tuo risultato

 

Dal punto di vista psicologico umano ho già parlato di questo aspetto e ci torneremo più avanti, ora vediamolo dal lato della macchina

 

Il tuo focalizzarti su un tipo preciso di Comunicazione online e di Cliente aiuta l’Algoritmo a capire chi vuoi e per chi è il tuo Prodotto o Servizio

 

 

Se l’intelligenza artificiale vedrà un coinvolgimento da parte di un certo cliente, poniamo il caso donna, fra i 40 e i 50 anni, madre e lavoratrice, allora andrà a cercarne altre con le stesse caratteristiche e interessi e gli mostrerà i tuoi contenuti! Diventerà letteralmente il tuo cane da riporto

 

Se invece la tua azienda rimane generica, se la tua comunicazione sarà generica, allora confonderai l’Algoritmo e otterrai scarsi risultati

 

Consiglio numero 3! Pubblica spesso e con regolarità

 

L’Algoritmo premia i post fatti bene e soprattutto regolari! Ma la maggior parte delle persone pubblica quando ha tempo, quando ha un buco…

 

Capisci anche te che questo atteggiamento è un problema, non solo confondi l’intelligenza artificiale ma lo fai pure col tuo pubblico!

 

Hai bisogno di un calendario preciso, strutturato, in cui inserire contenuti performanti e soprattutto devi farlo di frequente durante la settimana e il mese!

Sulla natura e gli argomenti dei Post più efficaci torneremo nelle prossime puntate quindi rimaniamo in contatto e risponderò a tutte le tue domande, nel frattempo se hai bisogno di indicazioni chiare su quello che devi fare per applicare questo consiglio e tutti quelli che seguiranno vai su www.isartidelweb.it/contattailtutor e richiedi una consulenza

 

È gratuita e può davvero schiarirti le idee su quello che puoi ottenere dai Social per la tua azienda!

 

Consiglio numero 4! Comunica in maniera CHIARA!

 

Come ti ho detto prima, l’Algoritmo scansiona il tuo post e cerca di capire se piacerà agli utenti oppure no…

 

L’intelligenza Artificiale riesce letteralmente a leggere il testo, a leggere l’immagine per poi catalogare il tuo contenuto nella maniera più precisa possibile

 

Ma se gli rendi difficile il lavoro, ti dai la zappa sui piedi!

 

Prendo come esempio una sponsorizzata che ho visto tempo fa e mi ha colpito per quanto era fatta male… il prodotto pubblicizzato è una bottiglia di olio ma l’immagine ritrae una bella donna al centro, al prodotto è riservato meno di un quarto dello spazio. Il testo è ancora peggio!

 

 

Dice “Ogni donna ha diritto al suo Principe”, in pratica si fanno dei giochi di parole sul nome del prodotto e basta, al che puoi immaginarti la povera intelligenza artificiale che cerca di capire di cosa stanno parlando… ovviamente non ci è arrivata e non avrà aiutato né questa pagina né questa azienda

 

Comunicazioni chiare, immagini esplicite, aiuta l’Algoritmo a cercare i clienti adatti a te!

 

Consiglio numero 5! Cerca e fomenta la Discussione

 

Hai presente quei post che dicono “metti mi piace e condividi!” o “commenta qua sotto e poi…” eccetera eccetera? Ecco, ai Social non piacciono

 

L’Algoritmo penalizza le Aziende che usano queste strategie per ottenere commenti, tag e “mi piace” quindi usale raramente

 

È molto più efficace coltivare le relazioni, usare ogni singolo aggiornamento per generare interesse e soprattutto scambiare valore

 

Le pagine più amate dall’algoritmo sono quelle che provocano curiosità e rispondono a tutte le domande degli utenti

 

Ricorda che non esistono domande stupide, solo livelli di consapevolezza ed esperienza diversi!

 

L’Algoritmo adora le Pagine che invitano all’azione i loro utenti in maniera sana, che incoraggiano le discussioni: i post basati su domande sono un modo molto efficace per incoraggiare le interazioni e allo stesso tempo ottenere una connessione col pubblico. Ad esempio scorrendo la mia home di Facebook ho trovato una pagina che chiede “Cosa volevi fare da piccolo?” e giù con centinaia di risposte!

 

Senza andare su questi argomenti generici puoi avvicinarti molto al tuo settore, sono sicuro che ci sono molti argomenti caldi in merito al tuo lavoro su cui ti sarà utile chiedere il parere dei potenziali clienti

 

Quindi fai domande e incoraggia i commenti del tuo pubblico perché più ce ne sono, più è probabile che il tuo post venga ricompensato con una maggior visibilità da parte delle persone giuste che stai cercando!

 

Consiglio numero 6! Attenzione ai Link esterni

 

Tutti i Social vogliono mantenere gli utenti sulla loro piattaforma, non li vogliono lasciar scappare sugli altri siti!

 

Per questo l’Algoritmo negli anni ha diminuito sempre di più l’efficacia dei post con i collegamenti esterni riducendola quasi a zero

 

Devi avere un mix di contenuti da alternare a quelli coi link esterni in maniera da mantenere la Pagina Social Aziendale sempre bella attiva

 

In gergo si chiamano Contenuti Nativi, cioè generati su quella Piattaforma e che lì rimangono, ad esempio Facebook ama i contenuti visivi, i post con immagini ottengono un coinvolgimento nettamente maggiore rispetto ai post senza immagini quindi cerca sempre di aggiungere un elemento visivo all’interno di ogni post così da accontentare l’algoritmo di Facebook ed ottenere un vantaggio per la tua Pagina

 

Consiglio numero 7! Usa le Stories!

 

Questo strumento è molto efficace nel guidare il traffico degli utenti. Su Instagram le Stories sono potentissime, su Facebook un poco di meno, le altre piattaforme stanno cercando un modo per copiarle…

 

Secondo un recente studio, le persone dichiarano di preferire:

  • Le Stories di semplice comprensione
  • Dei Suggerimenti o tips utili
  • Le Anteprime sui prodotti o servizi

 

Sono uno strumento utile da integrare per migliorare l’efficacia della tua Comunicazione Online!

 

Consiglio numero 8! Aggiungi i Video

 

Negli ultimi anni i contenuti video stanno diventando sempre più popolari e ricercati, magari non come strumento di avvicinamento ma di spiegazione

 

Secondo uno studio recentissimo su un gruppo eterogeneo di utenti Social

  • Il 96% delle persone ha guardato un video per saperne di più su un prodotto o servizio
  • L’84% delle persone afferma di essere stato convinto ad acquistare un prodotto o servizio guardando il video di un’azienda
  • Il 74% delle persone afferma di essere stato convinto ad acquistare un prodotto/servizio o a scaricare un’applicazione guardando un video.

In pratica i Social hanno modificato i loro Algoritmi per mostrare più video sulla bacheca degli utenti

 

I video vanno fatti come si deve seguendo alcuni principi fondamentali ma ne parleremo in un’altra puntata

 

Consiglio numero 9! Tieni traccia dei Dati

 

Il tuo tempo è limitato, le tue risorse sono limitate! Non puoi sprecare tempo in cose che non funzionano

 

Devi trarre il massimo vantaggio da ogni tua mossa

 

Per ottenere grandi risultati con la tua Comunicazione Online devi monitorare le performance dei contenuti sulla tua pagina e comportarti di conseguenza!

  • Tipologia di post
  • Contenuto
  • Orario di pubblicazione

Sono solo alcuni degli elementi che possono farti capire cosa funziona di più e cosa meno, quale orario è migliore per pubblicare e quale è da evitare. Ottenendo un maggior coinvolgimento di conseguenza avrai ancora più visibilità e così via si produrrà un effetto a cascata

 

Ogni settore del mercato ha le sue regole, ogni paese ha le sue abitudini, quindi bisogna studiare i dati per capire quali sono

 

Consiglio numero 10! Devi Sponsorizzare

 

Ora ti rivelo una regola non scritta ma sempre vera per tutti i Social, sia quelli passati che quelli creati in futuro!

 

Quando nasce un Social, la strategia più efficace per attirare le Aziende è regalare traffico

È davvero così! l’attenzione, la visibilità, tutto in abbondanza e in maniera organica, cioè il termine tecnico per dire gratis, non a pagamento

Ma il tempo passa, la Piattaforma ottiene il successo sperato ed ecco che quell’attenzione prima elargita gratuitamente ora viene fatta pagare

È per questo che di anno in anno su tutti i Social, nessuno escluso, i tuoi post ottengono sempre meno successo, sempre meno risultati, perché la Piattaforma smette di regala re e inizi a fare pagare… in fondo è una azienda e le sponsorizzate sono il suo fatturato!

Di conseguenza per avere una Pagina Social Aziendale di successo devi affiancare ai tuoi post organici delle campagne a pagamento che alzano le interazioni e quindi mantengono bello attivo l’Algoritmo! L’attenzione che ne scaturisce ricadrà poi a pioggia anche sui post non sponsorizzati

 

Se invece ti ostini a non sponsorizzare che significato ha? È tutta fatica sprecata! Contenuti che produci per non farli vedere a nessuno!

 

È come dipingere un quadro bellissimo e poi chiuderlo nello sgabuzzino!

 

Dopotutto il succo è sempre questo: il cliente non è più gratis… fare impresa non è più gratis! Bisogna investire

 

Devi formarti, devi studiare e devi farti affiancare da professionisti che sanno esattamente dove andare per ottenere il massimo risultato dai Social!

 

Detto questo, detto tutto per oggi! Io sono Enrico Cecchini ed ho fondato i Sarti del Web! Un’azienda che si occupa di portare clienti alle attività tramite la comunicazione su misura online.

 

Pubblicherò un contenuto ogni settimana, ogni domenica, su come il digitale fa prosperare le aziende in tutto il mondo!

 

Se vuoi saperne di più o hai bisogno del nostro aiuto ci trovi su www.isartidelweb.it ma anche sulla piattaforma Social che usi più spesso e sui principali canali di podcast…

 

A presto! E non dimenticare mai… VESTITI BENE E PRENDI IL WEB A MAZZATE!

Il Sarto

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono marcati *

© 2022 I Sarti del Web | Tema WordPress: Annina Free di CrestaProject.