Chiudi

Trasforma le tue parole in soldi 58 – Ho litigato con la mia collega [per le parentesi quadre]

Hai mai litigato con un tuo collega?

È successo a tutti!

 

Nella vita ho fatto tantissimi lavori. Ho condiviso compiti e obiettivi con un numero veramente altissimo di persone!

Lavorato con i gruppi più disparati e in più occasioni ho ricoperto il ruolo di responsabile del personale.

Motivo per cui ho voluto approfondire questo argomento, studiandolo in maniera VISCERALE.

 

Come funzionano i gruppi di lavoro?

No, tranquillo, non è di questo che ti parlerò in questo articolo.

Invece, parleremo di parentesi quadre, della mia collega La Penna Rossa e di come è importante non innamorarsi di un’idea.

 

Ma procediamo per gradi.

 

Era un caldo 21 ottobre 2022 quando tutti i Sarti del Web si sono riuniti in una sala conferenze di un Hotel a Casalecchio di Reno per passare assieme 8 ore di formazione interna.

Hai presente quelle giornate noiose dove devi sorridere, fare “sì” con la testa e rimanere sveglio perché se no il capo si incazza?

 

Ecco, no.

 

La formazione interna dei Sarti (anche quando non andiamo tutti a Gardaland) è uno spasso.

Ma, ancora, non è questo l’argomento di questo articolo.

 

Facevamo la nostra formazione, quindi, ed arriva il turno della Penna Rossa.

Il suo intervento è magnifico. Una bomba. Vedo tutto il laboratorio letteralmente ammaliato dalle sue parole. E, sono sicuro, nessuno sta fingendo.

Solo che…

A un certo punto…

 

Fa una pubblica confessione: La Penna Rossa ODIA LE PARENTESI QUADRE.

 

Tu dirai: “vabbè Modellista, dove sta il problema?”

 

Te lo spiego subito: io non sono d’accordo con lei.

 

Ora tu prendi due esperti di Scrittura Persuasiva. Trova un punto in cui non sono d’accordo. E poi prendi i pop-corn.

Perché qui scatta la guerra.

 

Stiamo parlando di Sara, La Penna Rossa. Se non segui il suo Blog ti perdi qualcosa di unico: lei ogni settimana, da QUASI 100 SETTIMANE, ti insegna come scrivere correttamente in italiano anche se stai scrivendo per vendere.

Che sembra un cosa banale, ma non lo è.

 

Molti in questo settore ti diranno che “non fa niente” se i tuoi testi hanno qualche errorino. Se scrivi qual è con l’apostrofo o po’ con l’accento non è grave.

Invece…

La realtà è esattamente opposta: se fai errori di questo tipo perdi un sacco di clienti. Solo che non te ne accorgi, perché loro non te lo dicono.

Quindi, se non hai ancora iniziato a seguirla, hai molto da recuperare!

 

Ma torniamo al 21 ottobre: La Penna Rossa dichiara apertamente di odiare le parentesi quadre.

Ha fatto anche un articolo sulle parentesi, il 31 gennaio 2022. Come a dimostrare che non le odia così tanto…

Se non lo hai letto lo trovi qui!

 

Comprenderai che non ho retto.

Ci sono lì tutti i Sarti e le Sarte. Io seguo la loro crescita, la loro formazione, le nozioni che devono imparare ed applicare. È probabilmente la cosa più importante che faccio da quando esistono i Sarti!

 

E arriva lei, con la sua gonnellina scozzese e quel fare tutto precisino, e accende la sfida.

Non potevo tacere.

Ne nasce un gioioso battibecco, in cui io e lei teniamo le armi nel fodero, ma si vede: siamo entrambi pronti allo scontro all’ultimo sangue.

 

La discrepanza è tra:

  • Come si DOVREBBE usare la parentesi quadra in italiano;
  • Come si usa nella Scrittura Persuasiva.

 

Sia chiaro: La Penna Rossa ha già fatto i conti da tempo col fatto che la Scrittura Persuasiva NON è la stessa disciplina con sui si scrive un romanzo o un trattato. Su questo nessuno dei due ha dubbi.

Ma io sto dalla parte del “devi usarle quando serve”

Mentre lei dalla parte del “puoi attrezzarti per non usarle perché sono BRUTTE”

 

Te la faccio breve:

ha vinto lei.

E non l’ha fatto con delle argomentazioni ben organizzate, tipo arringa da avvocato.

L’ha fatto con i NUMERI.

Ma te lo dirò tra poco. Prima vediamo assieme i principali usi della parentesi quadra in Scrittura Persuasiva.

 

#1 NEI TITOLO DEI POST E DELLE LETTERE DI VENDITA (e nelle Landing Page)

I tioli che vendono hanno una struttura composta da

  • Pre-Headline
  • Headline
  • Sub-Headline

(se non sai di cosa sto parlando, recupera subito questo articolo!)

 

Delle tre parti, la SECONDA deve essere sempre ben evidenziata. Per questo motivo si usa inserirla all’interno di due parentesi quadre: risalta così immediatamente all’occhio del lettore.

Ci sono altri modi per evidenziarle, come può essere il grassetto, l’utilizzo dei colori o lo stampatello maiuscolo.

Ma non sempre è possibile usare tante alternative (come nei post social sponsorizzati, almeno per ora) e spesso esteticamente la parentesi quadra è la versione migliore.

Ci sono anche casi in cui nel titolo non viene usata una pre-headline, o altre situazioni in cui l’utilizzo di un elemento evidenziante può essere meno necessario.

 

#2 NEGLI OGGETTI DELLE MAIL

Qui le parentesi quadre assumono un altro tipo di significato. Tanto da essere riconosciute diversamente anche dall’algoritmo che governa le mail.

La parte tra parentesi quadra in un oggetto di una e-mail sta a rappresentare un elemento particolarmente importante di ciò che si leggerà cliccando. Ad esempio:

  • Il contenuto importante della mail
  • Il tempo di durata dell’offerta di cui si parla nella mail
  • La tipologia di destinatario della mail
  • Ecc

 

In questo caso la parentesi, quindi, serve a indicare in maniera chiara al lettore cosa dovrebbe fargli “accendere il cervello proprio ora” e farlo correre a leggere.

 

Come vedi, sono utilizzi molto diversi tra loro e allo stesso tempo molto lontani dall’utilizzo corretto della lingua italiana scritta.

La Scrittura Persuasiva, non mi stancherò mai di dirlo, non ha nulla a che vedere con l’eleganza di un romanzo, la musicalità di una poesia o la correttezza stilistica di un trattato.

È un altro linguaggi. Un altro modo di comunicare, con un altro obiettivo!

 

Ma ora andiamo a vedere come mai la battaglia è stata vinta dalla Penna Rossa!

 

Eravamo rimasti a quel momento in cui ha fatto la sua dichiarazione di guerra e io l’ho accettata.

Gli sguardi di sfida mettevano in imbarazzo anche il Sarto.

L’aria era carica, come appena prima di una tempesta.

 

Ma il tutto è durato veramente pochissimo.

Perché La Penna Rossa ha giocato immediatamente la sua carta vincente: i numeri.

Ed ha dichiarato

“non usiamo quasi mai le parentesi quadre nei post e nelle landing per due motivi: uno perché a me non piacciono. E due perché abbiamo testato tutto, osservato i dati, e tra usarle e non usarle non cambia nulla: il tasso di conversione rimane invariato.

Le usiamo invece negli oggetti delle mail perché lì, invece, aumentano il tasso di conversione. Non ricordo esattamente la percentuale, mi pare fosse attorno al 7”

 

Vedi: le opinioni, i gusti, il personale punto di vista su una tecnica, una disciplina, lasciano il tempo che trovano.

E un esperto di Scrittura Persuasiva come La Penna Rossa lo sa!

Ha usato e usa le parentesi quadre anche se le odia.

Ma le usa SOLO se hanno un vero valore. Se incrementano i risultati.

Avendo appurato che nei post cambia poco, può decidere (senza nemmeno avvertirmi, adoro la mia squadra) di non usarle quasi mai.

 

Perché ti ho raccontato questa vicenda?

Perché tutto ciò che fai per la tua Azienda – non solo scrivere le parentesi – deve essere MISURATO sui risultati. Non su ciò che ti piace o su quella cosa di cui ti sei innamorato.

Io, ad esempio, al contrario della Penna Rossa AMO PROFONDAMENTE le parentesi quadre.

Ma questo non vuol dire che io debba usarle per forza.

Con i dati raccolti so che posso usarle come non usarle nei post. E siccome non fa alcuna differenza e a me piacciono, continuerò ad usarle.

Ma se il dato mi avesse detto che l’utilizzo delle parentesi riduce il risultato, avrei smesso di usarle oggi stesso!

 

Tu stai facendo la stessa cosa con tutto ciò che riguarda la tua azienda?

Stai valutando con attenzione il risultato di ogni azione, scelta o tecnica che metti in campo?

Lo so, sarebbe bello avere delle formule magiche, un elenco di azioni specifiche che non necessitano di essere testate. Che funzionano sempre e comunque.

Ma non funziona così.

Il mondo cambia velocemente.

Il mercato cambia velocemente.

Non devi mai innamorarti di ciò che fai: devi essere, invece, pronto a cambiare tutto ciò che serve ogni volta che serve!

E testare, testare sempre!

 

La Scrittura Persuasiva è una Disciplina complessa e generalizzata. Quando la studi, la applichi, la impari a dovere, scopri che deve essere declinata sul tuo settore, il tuo prodotto o servizio, lo strumento che usi per comunicare e la tua clientela.

 

Quindi, prima di declinarla, devi CONOSCERLA.

Ma se stai leggendo questo articolo, probabilmente lo sai già!

Forse non sai che c’è un modo per velocizzare il tuo processo di apprendimento e affinamento della Tecnica: ho racchiuso – infatti – tutte le conoscenze che ti servono per scrivere testi che vendono in un unico libro.

È uscito “Trasforma le tue Parole in Soldi – la Scrittura Persuasiva che alza il tuo Fatturato”.

È un libro pratico, da seguire passo passo per apprendere le migliori tecniche di vendita in forma scritta.

Ben 428 pagine fitte di nozioni e spunti… che ti permetteranno di realizzare testi che vengono letti con piacere e trasformano i lettori in clienti paganti!

Lo trovi a questo link (ed è pure scontato).

 

Ci vediamo giovedì prossimo su questo Blog (e sulla tua piattaforma Social preferita).

 

Trasforma le tue parole in soldi

Il Modellista

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono marcati *

© 2022 I Sarti del Web | Tema WordPress: Annina Free di CrestaProject.