Tutto l’occorrente per il tuo primo e-commerce – parte 2

tutto l'occorrente per il tuo primo ecommerce parte 2

Ciao e bentornata/o sulla rubrica del Fabbro,
Questa è la seconda parte di un articolo più ampio. Se non hai ancora letto l’introduzione fai click qui e rimedia al più presto!

La scorsa settimana ho inaugurato la guida alla realizzazione del tuo primo sito e-commerce, con l’obiettivo di fornirti consigli utili per aprire un negozio online nel migliore dei modi, in maniera autonoma e senza dover prendere a martellate il tuo PC.

Sul finale della prima parte avevo promesso che oggi ti avrei elencato tutti i requisiti necessari alla trasformazione del tuo sito/blog WordPress in un e-commerce.

Lo so, potresti obiettare:
“Fabbro, ma non basta installare il plugin WooCommerce per aggiungere le funzionalità e-commerce sul sito? Perché hai scritto un articolo intero su questa cosa?”

Ebbene questo pensiero, essendo in parte vero, è qualcosa di molto pericoloso e devo metterti in guardia.

Presto scoprirai che come installare il plugin WooCommerce è molto semplice, è altrettanto semplice spaccare irrimediabilmente il tuo sito.

Come mai?

Perché se questo non soddisfa alcuni requisiti può generare insieme al plugin WooCommerce una serie di errori di sistema gravi.

Ti spiegherò tutto nel dettaglio, per ora ti chiedo solo di non installare WooCommerce sul tuo sito e di leggere questo articolo fino in fondo… ma prima raccogli tutta la tua concentrazione e afferra una tazza del tuo caffè preferito: via!

caffè

Cosa fare prima di installare WooCommerce e quali sono i requisiti da soddisfare

Effettua un backup completo del tuo sito

Questo primo passaggio è forse proprio il più importante. In questo momento il tuo sito funziona correttamente, quindi è un buon momento per effettuare un backup completo.

Se hai aggiunto il servizio “backup automatico” al tuo piano hosting, assicurati di aver compreso come funziona. È importante perché potresti aver bisogno più in là di far tornare il sito al suo stato attuale.

Se invece non disponessi della funzione di backup automatico ti consiglio di effettuarne uno manuale.

Il metodo più semplice e rapido è installare il plugin gratuito “All in One WP Migration”. Attivalo ed esporta il file di backup del sito, quindi custodiscilo all’interno di un servizio cloud (come ad es. Google Drive o Mega). Personalmente tengo una copia di tutti i miei backup anche su un hard disk.

Nota che anche soddisfando tutti i requisiti necessari al corretto funzionamento di WooCommerce potresti imbatterti in qualche errore, perciò fai una copia di backup a occhi chiusi e togliti il pensiero.

copia di backup

Aggiorna WordPress all’ultima versione

Devi sapere che WordPress viene migliorato di continuo, per questo motivo gli sviluppatori rilasciano delle versioni scaricabili e installabili gratuitamente in due click sul tuo pannello di amministrazione.

Di conseguenza, anche WooCommerce viene aggiornato spessissimo per poter permettere al plugin di essere totalmente compatibile con l’ultima versione WordPress disponibile. Ciò significa che quando installerai WooCommerce, il sistema ne scaricherà la versione più moderna.

Senza troppi giri di parole, non è detto che WooCommerce sia compatibile con una versione obsoleta di WordPress, perciò per essere sicura/o che tutto funzioni bene effettua un aggiornamento.

Controlla che tutti i plugin siano funzionanti dopo l’aggiornamento e compatibili con l’ultima versione WordPress disponibile

Ora che hai aggiornato WordPress, visita il tuo sito e testane tutte le funzioni.

Ti sembra tutto normale? Molto bene, allora puoi saltare questa parte e andare avanti. Se così non fosse, don’t panic: puoi usare il plugin All in One WP Migration per ripristinare il backup del tuo sito; ma non farlo ancora!

“Sono un po’ confusa/o Fabbro. Come mai l’aggiornamento all’ultima versione di WordPress sta causando dei problemi al mio sito?”

schermata errore 404

Ottima domanda. Il problema in sé non risiede nell’ultima versione WordPress, bensì dipende dal tema in uso e/o dai plugin attivi.

Il metodo più veloce per risolvere questo tipo di problema è effettuare un aggiornamento del tema WordPress e dei plugin. Probabilmente uno (o più) di questi, allo stato attuale, non sono compatibili con l’ultima versione WordPress.

Ma anche in questo caso non aver paura: se stai utilizzando un tema e dei plugin con alle spalle un team di sviluppatori serio, sarà disponibile al 100% una versione aggiornata per funzionare bene con la più moderna di WordPress.

Quindi effettua un aggiornamento del tema e dei plugin e poi visita nuovamente il tuo sito. Adesso funziona tutto bene? Ottimo, puoi saltare questa parte. Hai riscontrato dei problemi sul tuo sito? Allora è arrivato il momento di ripristinare il backup del tuo sito.

Da qui come procedere?

Devi capire qual è il plugin che non piace o WordPress o se il problema risiede nel tema. Effettua qualche ricerca in internet per capire a che data risalgono le ultime versioni di questi strumenti e individua quelli che non vengono aggiornati da un po’ di tempo. Potresti scoprire, ad esempio, che uno dei plugin che stai utilizzando è stato dismesso e che non verrà più aggiornato in futuro.

Se stai utilizzando uno o più plugin dismessi, allora è arrivato il momento di sostituirli. Cerca un plugin più moderno che abbia le stesse funzioni, disinstalla quello vecchio e installa quello nuovo.

So che questo lavoro è un po’ frustrante ma non preoccuparti: esistono migliaia di plugin WordPress in rete e sono convinto troverai quelli che fanno al caso.

Se dovessi avere problemi a trovare un buon sostituto scrivi un commento sotto all’articolo e verrò in tuo soccorso.

Assicurati che il tema in uso sia compatibile con WooCommerce

tema woocommerce

Sapevi che esistono temi compatibili con WooCommerce e temi NON compatibili?

Esiste la possibilità che in questo momento sul tuo sito sia attivo un tema non compatibile con WooCommerce. Installando il plugin su un tema del genere, questo non funzionerà e il tuo sito mostrerà cose strane ai tuoi utenti.

Ma come puoi fare a capire se il tuo tema WordPress non è compatibile con WooCommerce?

Per tua fortuna è molto più semplice di quanto pensi.

Scrivi su Google il nome del tema in uso e collegati al suo sito web. Su tutti i siti dei temi WordPress c’è scritto se questi sono compatibili con WooCommerce o meno.

Se sei fortunata/o, scoprirai che il tema del tuo sito è compatibile con WooCommerce e, a quel punto, se hai seguito tutti gli altri passaggi della mia guida puoi installarlo a occhi chiusi.

In caso contrario devi sostituire il tema attuale con uno compatibile.

“Ok Fabbro, ma se sul sito del tema non c’è scritto nulla a riguardo come faccio a capire se è compatibile o meno?”

Di solito se il tema è compatibile con WooCommerce è scritto a caratteri cubitali ovunque, se così non fosse prova a leggere le FAQ (o domande più frequenti).

Se proprio non c’è scritto nulla da nessuna parte, al 100% il tema non è compatibile con WooCommerce, mi spiace.

Cosa puoi fare a questo punto? Hai comunque qualche possibilità:

  • puoi installare sul tuo sito un tema compatibile con WooCommerce e disattivare quello in uso attualmente. Fai però molta attenzione: potresti dover sostituire la schermata iniziale del tuo sito con una pagina di “lavori in corso”, in cui avverti gli utenti che il tuo sito è sotto manutenzione. Questo perché sostituendo il tema il tuo sito subirà parecchie modifiche e non sarà più lo stesso di prima. Dovrai armarti di santa pazienza e cercare di dare al tuo sito l’aspetto che aveva prima con il nuovo tema. Purtroppo è un po’ come iniziare di nuovo da zero e non sarà facile, soprattutto se il tuo sito ha tanti contenuti.
  • Puoi installare WooCommerce su un sottodominio. Attenzione: questa soluzione non è semplicissima. In poche parole dovrai creare una sottocartella all’interno del tuo sito e metterci dentro un’altro WordPress con su un tema compatibile con WooCommerce. Praticamente un WordPress dentro WordPress. Tieni presente che a quel punto il nome della sottocartella farà parte dell’indirizzo del tuo e-commerce. Ti faccio un esempio: se il tuo dominio è “scarpeonline.it” e la sottocartella si chiama “negozio”, il link della schermata principale del tuo e-commerce sarà “scarpeonline.it/negozio”. Questa soluzione non è la più elegante ma se proprio non puoi farne a meno sappi che esiste e puoi attuarla.
  • Puoi acquistare un altro dominio e un altro hosting su cui installerai il tuo e-commerce. A questo punto il tuo sito web principale e il tuo e-commerce esisteranno come due entità separate, che però puoi collegare tramite link. Ad es. puoi tenere il tuo sito principale su “scarpeonline.it” e il tuo e-commerce su “acquistascarpeonline.it”. Se scegli questa soluzione ti consiglio di inserire la voce di menù “acquista online” sul tuo sito principale, anche se questa punterà al dominio su cui risiede l’e-commerce.

Assicurati che il tuo sito sia installato con un hosting compatibile con WooCommerce

Come ti avevo già detto la settimana scorsa, esistono degli hosting compatibili con WooCommerce e degli hosting non compatibili.

Se hai già un sito web e hai scoperto che il tuo tema è compatibile con WooCommerce, cerca di capire se lo è anche l’hosting.

Collegati al pannello di controllo del provider tramite cui hai acquistato l’hosting e scopri qual è il nome del piano a disposizione.

Trovato? Allora leggine la scheda tecnica sul sito del provider e vedi se ci sono menzioni a WooCommerce.

Se continui ad avere dubbi, contatta l’assistenza tecnica e chiedigli se puoi installare WooCommerce sul tuo hosting.

Nel caso in cui ti rispondano negativamente, prova a chiedergli se è possibile scalare il piano attuale ad uno superiore compatibile con WooCommerce senza compromettere le funzioni del tuo sito.

Nella maggior parte dei casi, potresti risolvere la questione pagando un supplemento e aggiornando il tuo piano hosting. Se così non fosse, dovrai trasferire il tuo sito web su un hosting compatibile.

È il tuo caso e non sai da dove iniziare? Don’t panic: ho scritto una guida sull’argomento un po’ di tempo fa. Fai click qui per darle un’occhiata.

Conclusioni
Hai seguito l’articolo alla lettera e il tuo sito soddisfa tutti i requisiti? Allora complimenti: adesso sei pronta/o a trasformare il tuo sito web in un potentissimo e-commerce.

Prima di farlo però ti do un ultimo consiglio:
continua a seguire la mia rubrica nelle prossime settimane perché vedremo insieme come configurare al meglio WooCommerce e aggiungere funzionalità incredibili al tuo e-commerce!

Se vuoi essere sicura/o di non perderti la terza parte di questa guida iscriviti subito alla newsletter del Fabbro. Fai click qui, compila il modulo e ti invierò ogni martedì in anteprima una guida gratuita per gestire al meglio il tuo e-commerce… direttamente all’interno della tua casella email preferita!

Continua a seguirmi e vedrai che presto per te sarà facilissimo usare il martello per spaccare il web!

A martedì prossimo
Il Fabbro

Richiedi la consulenza GRATUITA del Sarto

Fai click qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.