Chiudi

Trasforma le tue parole in soldi 56 – Il bug del cervello che obbliga il cliente a leggere!

Qual è la cosa che ti spaventa di più quando stai per pubblicare un testo su cui hai lavorato a lungo?

Immagina: ore e ore passate a scrivere, cancellare, riscrivere, correggere, modificare, perfezionare…

E poi…

POI NESSUNO LEGGE INTERAMENTE IL TESTO

Che incubo!

 

E non parlo dei tanti “passanti disinteressati”. Quelli sono ovvi, ci sono e ci saranno sempre.

E non è importante che leggano quello che scrivi: non sono interessati al tuo prodotto e probabilmente non lo saranno mai.

Non è per loro che scrivi.

Tu scrivi per i tuoi Clienti Su Misura.

E sai che loro – se stai applicando le tecniche della Scrittura Persuasiva – leggeranno tutto quello che scrivi, senza mai perdersi nemmeno una parola.

 

Ma c’è tutta una parte di pubblico che si pone ESATTAMENTE NEL MEZZO.

 

Non sono disinteressati, anzi: potrebbero trasformarsi in clienti.

Ma non sono ancora così convinti da dedicarti tutto il tempo che vorresti.

 

Cosa ce ne facciamo di tutta questa gente?

 

Diamo loro un modo per NON LEGGERE ma, allo stesso tempo, CAPIRE PERFETTAMENTE di cosa stiamo parlando e perché dovrebbero approfondire.

E lo facciamo sfruttando un Bug del cervello.

Se stai leggendo questo articolo, oggi è la tua giornata fortunata: stai per scoprire come applicare la DOPPIA LETTURA ai tuoi testi.

Quindi rimboccati le maniche e imbraccia carta e penna: stai per imparare un modo legale per obbligare i tuoi lettori a leggere quello che scrivi!

 

Devi innanzitutto sapere che questa tecnica, se segui i Sarti del Web almeno da un po’, l’hai vista applicata continuamente. Anche in questo esatto momento.

Potresti averci fatto caso, o potresti averla presa per un “vezzo” dello scrivente.

Oppure qualche volta anche tu ne sei stato vittima!

 

Andiamo a vederla da vicino. Anzi, iniziamo da dentro: dal cervello.

Come funziona la lettura?

L’essere umano inizia ad essere curioso in età prescolare. Spesso già attorno ai tre anni (ma più frequentemente a 4-5). Quella strana composizione di linee che trova ovunque ha un significato nascosto.

E il cucciolo di uomo vuole scoprirlo!

Un giorno, quindi, scoprirà che quelle lettere sono magiche: esattamente come il linguaggio parlato, veicolano messaggi, permettono di interagire col mondo e possono essere usate per DOMINARE il mondo.

Il linguaggio, infatti, permette al bambino di chiedere e ricevere, pretendere e ottenere.

Non è certo una cosa da sottovalutare, se siamo in un periodo della vita in cui stiamo scoprendo che ci sono un sacco di cose su cui non abbiamo potere, come le regole della famiglia o della scuola.

Usiamo il linguaggio per destreggiarci nel mondo e gestirlo al meglio.

Tutto questo determina che per l’essere umano il linguaggio, scritto o parlato, ha un’importanza enorme.

 

Per questo motivo è molto difficile non percepire qualcuno che parla vicino a noi o non ascoltare la tv in sottofondo. Occorre essere concentrati su altro, ma anche in questo caso, appena la concentrazione cala un attimo, non possiamo non ascoltare le parole che vengono pronunciate attorno a noi.

Questo, ad esempio, è il principio che dona una minima speranza alle pubblicità in radio.

Lo stesso meccanismo lo abbiamo con la lingua scritta: il cervello umano NON CI PERMETTE DI NON LEGGERE!

A meno che non siamo davvero concentrati su altro, se l’occhio ci cade su un testo scritto, noi lo leggiamo.

In un tempo rapidissimo, arriva alla nostra mente.

Non è un gesto consapevole o frutto di una scelta: funziona in automatico.

Se ci sono delle parole scritte, le leggiamo, punto.

Questo è il principio che dona quel minimo valore ai cartelloni pubblicitari: guidare non è un’attività su cui poniamo la massima concentrazione, quindi il nostro cervello legge i cartelloni pubblicitari in strada, ad esempio.

Curiosità: nei sogni, invece, non riusciamo a leggere. È strana la mente.

Ma questo a cosa ci serve se parliamo di testi lunghi? Per far leggere un testo lungo non basta una visione veloce e superficiale, giusto?

Ci vuole concentrazione!

 

Allora noi dobbiamo prendere questo bug del cervello e applicare una tecnica che ci permetta di sfruttarlo a nostro piacimento.

 

Immagina la situazione: stiamo parlando di una persona che per un qualche motivo è di fronte ad un tuo testo.

Prendiamo come esempio l’articolo di Blog, ma questo vale per qualunque tuo testo, dal volantino al libro intero.

Quindi il potenziale cliente ha il tuo articolo sotto gli occhi.

Il titolo dell’articolo ha in un qualche modo risvegliato la sua attenzione. Questo ci dimostra che è una persona potenzialmente interessata a quello che vendi. Quindi noi vogliamo che legga tutto.

Noi abbiamo la soluzione al suo problema, abbiamo scritto il nostro testo proprio per farglielo capire!

Ma lui… non lo sa. Il titolo lo ha colpito, ma non è convinto. È diffidente.

Ma vuole darci una possibilità.

Quindi decide di dare un’occhiata all’articolo.

 

Non ci darà la sua massima attenzione. Solo una piccola percentuale. E noi dobbiamo giocarcela comunque.

 

Non leggerà interamente il nostro testo, parola per parola. Scorrerà velocemente con lo sguardo.

Seguimi, perché è proprio qui che sfruttiamo le nostre conoscenze e gli facciamo capire che deve tornare al titolo e leggere tutto con la massima attenzione!

 

Il lettore semi-interessato scorrerà il testo velocemente. Ma non potrà fare a meno di leggere qualcosa.

I suoi occhi salteranno qua e là lungo il testo, muovendosi a caso, leggendo parole a caso, nell’intento di carpire qualcosa del discorso.

Allora noi dobbiamo GUIDARE gli occhi del lettore e farlo soffermare esattamente dove vogliamo noi.

È molto facile: basta evidenziare porzioni di frasi in grassetto.

La parte difficile è invece la scelta di queste frasi.

 

Come puoi fare a scegliere le frasi giuste?

Devi rispettare due indicazioni. Sarà più veloce di quanto credi:

  1. Decidi con cura che significato vuoi che passi al lettore che sfoglia il tuo testo;
  2. Evidenzia porzioni di frasi assicurandoti che, rileggendo in sequenza solo quelle, si comprenda esattamente il significato che vuoi veicolare.

 

Facile, vero?

Beh, non posso dirti sia difficilissimo. Ma di certo ci sono due errori in cui potresti incappare (che rovinerebbero tutto il lavoro fatto):

  1. Evidenziare troppe parti del testo: lo so come funziona. Viene voglia di evidenziare quasi tutto. Lo capisco: se il tuo testo è ben strutturato, è tutto importante! Ma ricorda che troppo testo evidenziato equivale a nessun testo evidenziato. Risultato: zero.
  2. Evidenziare periodi troppo lunghi: a volte ci sono frasi che ritieni “chiave” per il tuo testo. E potrebbe venirti voglia di evidenziare periodi molto lunghi. Ma vale la regola del primo punto: se la frase che evidenzi è troppo lunga, il risultato è zero. Scegli con cura porzioni di frasi che assolvano al loro dovere. (visto che non funziona)?

 

Rispetta questi tuoi limiti e la tua doppia lettura sarà efficace: basterà uno sguardo veloce per colpire il lettore!

 

Tutto questo, ovviamente, non servirà a nulla se il tuo testo è scritto a caso.

Se non tocca le giuste leve emotive.

Se non è scritto per mostrare al cliente i vantaggi giusti.

Se è scritto da uno bravo a scrivere, che però non ha mai studiato Scrittura Persuasiva!

 

Se stai leggendo questo Blog, è assai probabile che tu abbia appena capito che non puoi farne a meno.

Allora è il tuo giorno fortunato (l’ho già detto, vero?): ti basta un click per avere tra le tue mani il mio primo libro: Trasforma le tue parole in Soldi.

428 pagine di tecniche di Scrittura Persuasiva che trasformeranno i tuoi testi (dal post sui social al tuo blog aziendale) in macchine stampa-soldi!

Clicca qui per comprarlo (ad un prezzo veramente TROPPO basso)

…e sappi che lungo TUTTO il libro vedrai applicata questa tecnica!

 

Oggi abbiamo visto assieme la tecnica della Doppia Lettura, ma non ho ancora finito. Proseguirò, settimana dopo settimana, a darti GRATUITAMENTE nozioni e tecniche di Scrittura Persuasiva per alzare il tuo fatturato.

Ti basta cliccare qui ed iscriverti alla mia newsletter per non perderti nemmeno un articolo!

Ci vediamo giovedì prossimo su questo Blog (e sulla tua piattaforma Social preferita).

 

Trasforma le tue parole in soldi

Il Modellista

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono marcati *

© 2022 I Sarti del Web | Tema WordPress: Annina Free di CrestaProject.