Chiudi

Dividi i contatti ed aumenta il fatturato! – Parte 4

Come fanno le aziende di successo ad aumentare costantemente il loro fatturato?

 

  1. Creano una Lista di potenziali Clienti
  2. La dividono in Segmenti
  3. Colpiscono ogni Segmento con la giusta Comunicazione
  4. VENDONO!

 

Ah! E non dimentichiamo il punto 5… continuare ad aumentare la Lista.

 

Ma andiamo con ordine.

 

Continua il nostro viaggio nel mondo dell’Automazione per la tua Azienda: ispirati all’antico motto “Dividi et Impera” stiamo scoprendo i segreti delle imprese più potenti del mondo!

 

Se è vero infatti che non puoi permetterti investimenti milionari come una multinazionale quotata in borsa…

 

È anche vero che ci sono strumenti perfettamente alla tua portata, sia per complessità d’utilizzo che per costo di acquisizione e gestione.

 

Strumenti che ripagano il tuo sforzo moltiplicando l’investimento!

 

È per questo che esiste il Blog del Fabbro, per rivelarti tutte le strategie più efficaci e utili ad avvicinare il Potenziale Cliente alla tua Azienda.

 

Cosa funziona? Cosa può portarti il miglior risultato?

 

Scopriamolo assieme!

 

Ma non prima di esserci preparati una buona tazza di caffè…

 

oggi proviamo il caffè coreano…

 

Siamo arrivati al quarto episodio della serie Dividi i contatti e aumenta il Fatturato.

 

Ho realizzato questo articolo in modo che sia facilmente fruibile anche se non hai letto i primi tre ma mi raccomando, appena puoi recuperali:

 

  1. Trovi il primo a questo link
  2. Il secondo a questo link 
  3. Il terzo a questo link

Nelle scorse puntate abbiamo visto che una lista di contatti ben nutrita e segmentata è ORO per qualsiasi azienda…

 

Ma se non lo fai bene perdi solo tempo ed energie!

 

Ci siamo occupati dei primi tre punti di questa lista ed abbiamo iniziato il quarto…

 

  1. Che cos’è la segmentazione della posta elettronica
  2. Quali sono i vantaggi della segmentazione della posta elettronica
  3. Come sfruttare i dati per un’efficace segmentazione dei tuoi elenchi
  4. 12 idee di segmentazione per la tua campagna di Comunicazione Online tramite mail
  5. Come iniziare con la segmentazione della posta elettronica
  6. Strumenti e risorse di automazione aggiuntivi

 

Ora proseguiamo!

 

12 idee di segmentazione per la tua campagna di Comunicazione Online tramite mail

 

Paragrafo 4 : Appoggiati ai lettori con tassi di apertura elevati

 

È fisiologico… non tutti i tuoi Potenziali Clienti saranno interessati al 100% delle tue comunicazioni.

 

Quindi ci sarà qualcuno che apre poche mail, di tanto in tanto, e ci sarà qualcuno che non si perde neanche una tua notizia!

 

Questi sono i lettori con tassi di apertura elevati.

 

I potenziali clienti che aprono la maggior parte delle tue e-mail lo fanno per un motivo: apprezzano i tuoi contenuti e vogliono essere informati sulle novità.

 

Ora il tuo compito è trasformare questa energia in acquisto!

 

Consiglio: prova a creare un segmento per coloro che aprono almeno il 50% delle tue e-mail e coinvolgili in modo simile agli acquirenti di lunga data.

 

Colpiscili con aggiornamenti, promozioni e contenuti divertenti ed unici che adoreranno.

 

Scopri con test e tentativi cosa li accende maggiormente, quale aspetto del tuo lavoro trovano più interessante.

 

Questo è anche un ottimo gruppo a cui rivolgersi con sondaggi di ricerca di mercato , perché sai che è più probabile che aprano la tua richiesta.

 

Puoi anche creare segmenti più dettagliati in base al tipo di contenuto.

 

In altre parole, alcuni clienti apriranno il 100% delle tue e-mail promozionali, mentre altri potrebbero solo leggere notizie sui prodotti nuovi di zecca.

 

Puoi creare segmenti per continuare a nutrire questi clienti con esattamente ciò che vogliono e portarli verso l’acquisto del tuo prodotto o servizio.

 

 

  1. Recupera i clienti inattivi

 

Prendi questo consiglio come il parere di un esperto che ha visto le stesse cose succedere ancora e ancora e ancora…

 

Se un segmento della tua lista non sta aprendo le tue e-mail, NON DEVI PRENDERLA SUL PERSONALE!

 

Non sentirlo come un attacco diretto alla tua persona o a quello che fai, a quello che ami e in cui credi

 

Ci cascano tutti quindi prima o poi capiterà anche a te, ma tu ti bevi un bel sorso di caffè, ricordi le parole del Fabbro e torni sulla retta via!

 

Piuttosto prova a creare un segmento per coloro che aprono meno del 10% delle tue e-mail e sperimenta in un paio di modi:

 

1 – prova a inviare più e-mail per coinvolgerli;

 

2 – prova a inviargliene meno per evitare di risultare pedante;

 

E poi traccia i risultati per ottenere un parere obiettivo e basato sulla realtà

 

Ricorda: vogliamo aumentare il nostro fatturato, non sentirci i migliori al mondo… quello è il mestiere di dittatori e primedonne.

 

 

  1. Mostra ai tuoi acquirenti abituali che li apprezzi

 

Quando abitavo nel paesino dove sono nato, le cose erano molto diverse: meno persone, meno ansia, più tempo libero…

 

Forse la penso così perché ero piccolo e senza pensieri, però ho un ricordo molto preciso.

 

Dimmi se anche tu ti ricordi qualcosa del genere:

 

c’era la donna del negozio centrale, quelle drogherie dove trovavi un po’ di tutto, che preparava il sacchetto a mia madre prima ancora di sentire cosa voleva.

 

Ricordava a memoria gli ordini abituali dei clienti che andavano a comprare da lei ogni settimana.

 

Visto che l’ordine era più o meno sempre lo stesso… hai capito, no?

 

Quella era una premura che mia madre apprezzava, e come lei tanti altri clienti.

 

Gli anni sono passati ma come dice il Sarto:

la gente vuol sentirsi importante!”

 

Quale accortezze puoi applicare per far sentire il tuo cliente abituale coccolato?

 

E come può esserti utile in questo l’automazione?

 

Utilizza i dati sulla cronologia degli acquisti per essere creativo con i tuoi segmenti!

 

Ad esempio, gli stessi sette clienti fanno rifornimento di cioccolato il primo di ogni mese? Agisci di conseguenza ed anticipali con una comunicazione automatica!

 

Questo è un altro ottimo segmento per notificare nuovi prodotti, offrire offerte particolari e invitare a eventi esclusivi, soprattutto se le tue offerte sono correlate ai loro effettivi modelli di acquisto

 

 

  1. Ricorda delicatamente a chi non ha acquistato… che non ha acquistato!

 

Se segui il mio blog avrai sicuramente letto della strategia di recupero del carrello… questa è leggermente differente!

 

Quante volte hai visto persone con percentuali di clic elevate che finiscono per non acquistare nulla?

 

Girano per il sito, cliccano di qua e di là, rimangono mezzora su una pagina a visionare pro e contro di un prodotto e poi escono!

 

Certo, è fastidioso, ma c’è una strategia di segmentazione per questo perché rincorrere i clienti che hanno guardato qualcosa nell’ultima settimana o giù di lì senza acquistare ha un grande valore.

 

Magari avevano bisogno solo di una piccola spinta…

 

Prova a inviare promemoria o incentivi gentili a coloro che hanno fatto clic da un’e-mail al tuo sito, ma non hanno effettuato un acquisto negli ultimi cinque giorni.

 

Ci sono un milione di ragioni per cui le persone non acquistano:

  1. forse dovevano aspettare fino al giorno di paga e poi si sono dimenticate
  2. forse l’opzione giusta per i loro gusti era esaurita
  3. Magari gli mancava solo un’informazione e non hanno avuto il coraggio di chiedertela…

 

Puoi settare questa automazione SIA partendo dalle tue mail di offerta SIA tracciando gli spostamenti dei potenziali clienti sul sito…

 

Ad esempio Shutterstock ha mandato questa mail alla nostra responsabile Grafica:

 

 

Lei aveva cercato alcune immagini su questo grande e famoso portale di ricerca, il portale le ha ricordato che può ancora trovare tanti contenuti!

 

Il follow-up è un ottimo modo per tornare in cima alla casella di posta del potenziale cliente, ma soprattutto nella sua mente!

 

 

  1. Informare gli aspiranti acquirenti sui rifornimenti

 

Come ho anticipato nel punto precedente, a volte un cliente non completa l’acquisto a causa delle scorte non disponibili.

 

Succede tanto nel mercato BtoB che in quello BtoC!

 

Per sistemare questo inconveniente e non perdere l’attenzione (e soprattutto l’intenzione) del potenziale cliente puoi aggiungere un bottone.

 

Ti faccio l’esempio della famosa marca di agende Moleskine

 

 

Cliccando sul prodotto, poi sulle varie opzioni, viene fuori che quel particolare tipo di agenda è esaurito…

 

Poco male! Puoi inserire la tua mail nel campo apposito (te l’ho indicato con una pratica freccia rossa) e l’azienda Moleskine ti avverte prontamente quando torna in magazzino!

 

Ovviamente le mail inserite in quel campo vanno ad aggiungersi ad un Segmento particolare dove riceveranno la notifica di rifornimento senza il tuo input manuale.

 

Nel frattempo, se vuoi fare le cose davvero davvero bene, puoi nutrire questi contatti con aggiornamenti delle scorte.

 

Tipo “Stiamo aspettando con impazienza il ritorno di questo prodotto! Solo un po’ di pazienza…”

 

A te costa poco, per loro può fare la differenza fra il sentirsi abbandonati o coccolati.

 

 

Molto bene!

 

 

Abbiamo caricato il carro con un sacco di roba e ormai le ruote scricchiolano…

 

Ti rendi conto di quante cose puoi fare?

Viviamo davvero nel periodo con più possibilità della storia umana!

 

Torneremo la prossima settimana con l’ultimo articolo su questo argomento, quindi se non sei ancora nella newsletter clicca subito qui e lasciami la tua migliore email!

 

Ma ho una proposta migliore… se vuoi applicare sin da subito la potenza dell’automazione e scoprirne tutti i segreti, qui c’è la scorciatoia che fa per te.

 

Ti basta andare su https://automazionesumisura.it/ per trovare il videocorso completo e definitivo in grado di fornirti tutte le informazioni che ti servono!

 

È un corso adatto a chi vuole moltiplicare il proprio fatturato automatizzando le comunicazioni e vendendo anche di notte, quando l’azienda è chiusa ma i clienti vogliono comprare…

 

È come avere un venditore attivo 24 ore su 24 sette giorni su sette.

 

È come parlare contemporaneamente a 100 e più persone senza mai stancarsi o perdere la voce.

 

L’automazione è questo e molto di più e puoi scoprirne tutti i segreti andando su https://automazionesumisura.it/

 

Detto questo, continua a seguirmi e vedrai che presto per te sarà facilissimo usare gli strumenti che ti mette a disposizione il web per aumentare il tuo fatturato!

 

A martedì prossimo,
Il Fabbro

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono marcati *

© 2022 I Sarti del Web | Tema WordPress: Annina Free di CrestaProject.