Chiudi

I pericoli del piano B

Diciamoci la verità: la vita non va sempre come vogliamo.
Sarebbe perfetto se tutto procedesse in modo lineare, senza imprevisti o errori, non trovi?
Credo che tutti vivremmo con molta più tranquillità e sicurezza se solo le cose funzionassero così.

Ma dato che non viviamo in una favola ma nel mondo reale, gli imprevisti esistono. E per questo, miliardi di imprenditori tengono ben nascosto in un cassetto un piano B.

Un progetto da attivare se le cose andassero male, una sicurezza in più nei momenti difficili.
Tuttavia, il piano B è anche un ostacolo mentale che sta facendo male alla crescita della tua azienda.

Lo so, probabilmente anche tu ne hai uno, o almeno una volta hai pensato di averlo.
Il fatto è che la maggior parte degli imprenditori e le imprenditrici là fuori lo usa male.
E così, il piano B diventa il salvagente a cui aggrapparsi quando invece sarebbe il momento di imparare a nuotare.

Insomma, il piano B è più pericoloso di quanto credi… e oggi ne scoprirai il motivo.

E soprattutto, capirai perché aggrapparti al piano di emergenza significa portare avanti la tua azienda con il freno a mano tirato!

Partiamo da un dato di fatto: mai come ora stiamo vivendo anni di continui cambiamenti del mercato, di difficoltà di ogni tipo, in cui avere sicurezze sembra sempre più difficile.

Per questo, probabilmente negli anni hai costruito un piano B da adottare se le cose andassero molto male. Un’alternativa alla vita che fai al momento per avere la certezza di sopravvivere anche nei momenti peggiori.

Sul piano psicologico, niente di strano: il piano B è una rassicurazione per tante persone.

Mi viene in mente Linus, il personaggio dei Peanuts costantemente aggrappato alla sua copertina azzurra. Quel semplice oggetto è diventato talmente famoso da essere parte della cultura popolare.
Si parla della coperta di Linus quando c’è qualcosa che ci fa sentire sicuri, anche se in modo completamente irrazionale.

Il problema? Che tu a quel piano B non sei semplicemente legato come Linus alla sua coperta. Dal momento in cui lo hai progettato, sei rimasto aggrappato a quel maledetto piano alternativo come un koala a un eucalipto.

Ok, il paragone ti fa ridere, ma ascolta bene: nella tua testa, il piano B sta diventando la scusa per non mettere in pratica il piano A al massimo delle tue capacità.

E in questo modo, stai allontanando sempre di più la realizzazione dei tuoi progetti più ambiziosi.
Perché continui ad aggrapparti a quel progetto che doveva essere solo una soluzione in caso di emergenza!

E non lo dico solo io, ma lo dimostra anche la scienza.

Il piano B è un vero e proprio rallentatore della crescita!

Nel 2016, degli scienziati dell’università della Pennsylvania hanno creato un esperimento sugli effetti del piano B con 2 gruppi di soggetti.

Entrambi i gruppi sono stati invitati a svolgere lo stesso compito: ricomporre delle frasi in cui le varie parole erano posizionate a caso.

Il premio per i migliori sarebbe stata una barretta energetica.

Ma con una differenza sostanziale: al primo gruppo è stato semplicemente fatto svolgere il compito, senza dare ulteriori indicazioni.

Al secondo invece è stato detto di pensare al piano B per ottenere la barretta.

Quindi parte della loro energia mentale è stata dedicata a pensare a una soluzione alternativa per ottenere la ricompensa, il tutto prima di svolgere lo stesso esercizio del gruppo A.

Il risultato? Un calo delle performance nel secondo gruppo, che ha dimostrato come a livello mentale avere il piano B sempre chiaro in testa diventa un modo per abbassare le performance.

Ma non finisce qui, perché il piano B ha una anche un’altra serie di conseguenze negative molto precise  sul raggiungimento dei tuoi obiettivi:

• Rende il piano A meno attraente.
Certo, il tuo piano principale sicuramente è interessante.
Ma a livello inconscio, sapere che hai in ogni caso la certezza di un’alternativa rende la strada principale meno interessante.
Questo rallenta la tua scalata verso il successo, e ovviamente ti allontana dal raggiungimento dei tuoi obiettivi.

• Indebolisce la motivazione.
Il fatto di sapere di poter contare su una soluzione alternativa se le cose vanno male abbassa la tua capacità di impegnarti al massimo delle forze per raggiungere i tuoi obiettivi.
Questo rovina il lavoro che stai facendo per raggiungere grandi risultati!

Potrei andare avanti all’infinito, ma il punto resta sempre lo stesso.
Il piano B rischia di non essere un supporto per la tua crescita, ma un modo per rallentare tutti i progressi che hai fatto finora con la tua attività.

La soluzione per sistemare le cose è molto semplice.
Per sconfiggere il piano B devi partire dal piano A!

Mi spiego meglio.
Il motivo per cui nella maggior parte dei casi il piano A spaventa tanto è perché sembra rigido.
La testa attiva un meccanismo tutto o niente, e a quel punto cerchi di trovare una soluzione per salvarti dal fallimento.

(Se non sai che cos’è il meccanismo tutto o niente CLICCA QUI e leggi l’articolo che ho scritto qualche settimana fa)

Quindi la cosa migliore da fare è ricordarti che il piano A può essere flessibile, proprio perché la vita è fatta di imprevisti.

Ricorda sempre che non stai guidando su una strada lungo il deserto, in cui ogni minuscola deviazione dal progetto iniziale porta alla morte.

Immagina la strada per il successo come un sentiero per raggiungere una montagna.

Certo, l’obiettivo è arrivare sempre nello stesso punto, ma ci sono diversi modi per affrontare la strada. Il percorso è flessibile, può deviare leggermente dal percorso iniziale oppure no. Ma in ogni caso prosegui in avanti: è lì che troverai il successo che desideri.

L’importante è non bloccarti… e ovviamente non sfruttare il piano B per tornare indietro sui tuoi passi!

Un’ultima cosa: ricorda che se il piano A ti terrorizza così tanto, è perché sai che cambierà per sempre il tuo futuro.

La tentazione di cercare la strada sicura rappresentata dal piano B è forte.
Tuttavia  è solo l’andare avanti, anche quando la paura e l’incertezza martellano la mente che ti permetterà di arrivare alla vetta e raggiungere gli obiettivi che sogni per te e la tua azienda.

Per scoprire tutte le indicazioni per proseguire nel tuo percorso verso il successo, non devi fare altro che iscriverti alla mia newsletter.
Ci vogliono pochi minuti: ti basta cliccare qui, e alle 7 in punto di ogni mercoledì riceverai i miei articoli in anteprima!

Se invece vuoi uno strumento pratico e sempre pronto da sfogliare per la crescita della tua azienda, ti consiglio di mettere le mani sulla tua copia di Trasforma le tue parole in soldi.

Si tratta del primo libro del Modellista, che puoi acquistare CLICCANDO QUI, mettendo le mani su una serie di bonus gratuiti inclusi nell’offerta!

Aumenta il tuo valore, moltiplica il tuo fatturato
Il Mastino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono marcati *

© 2022 I Sarti del Web | Tema WordPress: Annina Free di CrestaProject.