Chiudi

I 6 errori fatali nella tua strategia di acquisizione Clienti – parte 1

  • La vendita diretta non è più possibile nel mercato attuale

  • Puoi attirare centinaia di Contatti di potenziali Clienti dai Social

  • Ci sono 6 errori che tutti fanno e ti rendono impossibile farlo

 

Il mercato è cambiato ed acquisire Clienti si è fatto più difficile rispetto a 20 o 30 anni fa.

 

Ma difficile non significa impossibile.

 

Il mondo online ti viene in aiuto spezzando il processo di acquisto in 3 semplici passi:

  1. Acquisire il contatto del potenziale Cliente;
  2. Inviargli una serie di contenuti che lo educano sulle particolarità del tuo Prodotto o Servizio;
  3. Accompagnarlo all’acquisto.

 

Se ci pensi bene è il modo in cui tantissime grandi aziende macinano migliaia e migliaia di euro di fatturato ogni giorno!

 

Ed è uno schema che puoi adottare anche tu.

 

Per capire come fare, ti basta leggere l’Articolo di oggi!

 

Ed eccoci qui ad esaminare il primo dei 3 passi, l’acquisizione del contatto del potenziale Cliente.

 

Perché se ad una prima occhiata può sembrare semplice, in realtà è un punto molto delicato.

 

Tante aziende stanno provando ad emulare le Campagne di Comunicazione Online delle multinazionali…

 

…e buttano via i loro soldi.

 

Perché fanno degli errori strategici FONDAMENTALI che impediscono una corretta acquisizione dei contatti!

 

Più precisamente sono 6, uno più letale dell’altro.

 

Ma ora andiamo ad abbatterli a mazzate senza pietà! Mi raccomando, picchia duro…

 

 

Dicevamo…

 

Online oggi c’è tanto rumore, molta concorrenza, una valanga incessante di offerte e messaggi pubblicitari.

 

Riesci ad immaginare la confusione del tuo potenziale Cliente?

 

Per questo dobbiamo essere precisi, puntuali… e soprattutto non fare errori!

 

Quindi vediamo questi 6 abbagli strategici fondamentali che impediscono un’efficace generazione di contatti caldi e pronti a comprare…

 

Fare questi errori ti farà sprecare budget, risorse, tempo ed energia.

 

La buona notizia: sono prevenibili.

 

La chiave è sapere che sono errori per non commetterli!

 

Vediamo il primo:

 

1. Ignorare l’adattamento del prodotto al mercato

 

Dopo 40 anni a stretto contatto con le piccole e medie imprese italiane ho capito quanto questa opzione sia frequente, tanto da meritarsi la prima posizione!

 

Se non adatti il tuo Prodotto o Servizio al mercato, quasi sicuramente fallirai.

 

L’unica incognita è se questo fallimento arriva presto o dopo una lunga e dolorosissima agonia…

 

Come dice l’imprenditore americano Marc Andreessen, Adattare il prodotto al mercato…

 

È un po’ lunga da dire, d’ora in poi abbreviamola in APM, ok?

 

Dicevo, citando Marc Andreessen, APM…

Significa essere in un buon settore con un Prodotto che può soddisfare quel mercato

 

Questo lo si vede molto bene nel mondo delle Sart-up… pensa che per quel tipo di azienda, sempre molto a rischio, il PRIMO fattore di fallimento è proprio l’APM!

 

 

Al primo posto!

Il 42% delle Start-up fallisce perché il mercato non ha bisogno di quello che offrono.

 

E per le Aziende tradizionali?

 

Considera che in genere gli imprenditori e le imprenditrici imparano a preparare un Prodotto o Servizio durante l’apprendistato o i loro primi anni di lavoro…

 

E poi non lo cambiano!

 

Ma il mercato va avanti, i gusti delle persone sono in costante mutamento, questo cosa significa?

 

Che il tempo passa e quello che offri invecchia.

 

I clienti non lo cercano più perché vogliono altro.

 

Quindi portano i loro soldi alle Aziende che li accontentano e dimenticano le aziende che rimangono indietro!

 

Una regola sempre vera del mercato è che le idee possono essere divertenti, interessanti, magari anche affascinanti

 

Ma le idee da sole non valgono nulla

 

Un’Azienda davvero saggia dovrebbe lanciare periodicamente nuovi prodotti o servizi sotto forma di offerte per testare il mercato.

 

Questo è un modo utilissimo per ottenere ripetutamente feedback dai primi utenti e comportarsi di conseguenza.

 

Tante, troppe aziende hanno bruciato le proprie riserve di liquidità nella generazione di contatti prima di sapere se quello che vendono è… vendibile o meno!

 

Puoi avere la migliore strategia di Comunicazione Online del mondo, ma se il prodotto o il servizio non è adatto al mercato, il ritorno sull’investimento sarà proibitivo e fatalmente basso.

 

Se vuoi approfondire questo argomento dimmelo e gli dedicherò un articolo! Ti basta compilare il modulo in fondo alla pagina www.isartidelweb.it

 

2.Non definire un profilo cliente ideale

 

Questo è un problema antico come la scrittura!

 

Fiumi d’inchiostro e foreste di carta sono andati perduti per scrivere storie e lettere totalmente inefficaci.

 

Lo scrittore scrive a se stesso, perso nell’illusione che quel che piace a lui piacerà anche agli altri.

 

E il suo romanzo finisce nel cestino.

 

Nel mercato non è per nulla diverso! L’imprenditore spesso vende qualcosa che piace a lui… convinto che piaccia anche agli altri.

 

Ma gli incassi dimostrano il contrario.

 

Allo stesso modo ti chiedo: chi è il tuo cliente? A chi vendi?

 

È un essere reale o stai guardando il riflesso nello specchio?

 

Se non hai chiaro il profilo della persona a cui dovrai vendere il tuo Prodotto o Servizio, allora anche la raccolta dei contatti sarà inefficace.

 

Per tua fortuna possiamo risolvere questo problema con un semplice schema in 5 passaggi:

 

Passaggio 1: identifica i tuoi migliori clienti attuali

 

Passaggio 2: ricerca i tratti comuni nei tuoi migliori clienti attuali

 

Passaggio 3: segmenta i tuoi migliori clienti attuali in base a questi tratti

 

Passaggio 4: scegli il migliore fra questi segmenti

 

Passaggio 5: concentrati sull’attirare quello specifico tipo di cliente

 

 

Questo ovviamente è una bozza di ciò che dovresti fare ma è comunque un ottimo punto di partenza.

 

Comprendere a fondo chi è il tuo Cliente su Misura ti mette una marcia in più in Azienda!

 

Diventa molto più facile attirarlo e vendere.

 

Per chiedere una mano sulla creazione del profilo del tuo cliente ideale ti basta richiedere la chiamata gratuita con un nostro Tutor.

 

Ti basta andare su www.isartidelweb.it/tutor ed avrai le risposte giuste alle tue domande.

 

3.Adottare un approccio unico per tutti

 

Se vado su Google e digito “suggerimenti per la generazione di lead” sai cosa succede?

 

Mi compaiono migliaia di risultati (forse incluso questo articolo).

 

Ma se c’è qualcosa che ho imparato lavorando nel Laboratorio dei Sarti del Web è che ogni azienda ha bisogno della propria ricetta personalizzata.

 

Non esiste una soluzione pronta all’uso per la generazione di contatti caldi e pronti a comprare!

 

 

Ogni azienda ha un pubblico leggermente diverso dall’altro e ogni prodotto o servizio affronta il bisogno del cliente in un modo leggermente differente.

 

Ogni azienda si trova in una diversa fase di crescita e avrà un budget per la Comunicazione Online diverso con cui testare le varie soluzioni e strategie.

 

Anche i prodotti che risolvono lo stesso problema potrebbero farlo con diversi tipi di funzionalità, rendendo ogni prodotto “concorrente” attraente per determinati dati demografici, aree geografiche o livelli di competenza.

 

Naturalmente, questo influisce sulla strategia di Comunicazione Online.

 

Pensa alla differenza tra un prodotto Software self-service (il che significa che un cliente può registrarsi per una prova gratuita e accedere al prodotto da solo) e un prodotto Software di livello aziendale (che richiede installazione e integrazioni).

 

La generazione di contatti profilati per il primo potrebbe essere più incentrata sul canale, indirizzando molto traffico verso una pagina di prova gratuita.

 

Questi ultimi sono molto più adatti all’educazione del contatto prolungata nel tempo.

 

È un semplice esempio, ma le sfumature vanno molto più in profondità e dovrai evitare di cadere nella trappola di seguire suggerimenti che non si applicano alla tua attività.

 

Tipo quelli che ogni giorno ti rifilano le webbagency fuffa!

 

Come va? So di averti raccontato tante cose difficili e siamo solo a 3 dei 6 punti di cui ti voglio parlare

 

Si tratta di tanta roba da digerire quindi gli altri 3 li vediamo settimana prossima

 

E se nel frattempo vuoi dare una spinta poderosa alla crescita della tua Azienda bruciando le tappe ed evitando tutti gli errori che normalmente fanno le Piccole e Medie imprese, ho la proposta che fa al caso tuo

 

Vai su www.isartidelweb.it/tutor e prenota la tua chiamata gratuita con un esperto di Comunicazione Online che saprà darti tutte le indicazioni necessarie!

 

Potrai partire col piede giusto nel percorso di miglioramento costante che ti porterà al successo che hai sempre desiderato

 

Quindi alla prossima settimana e come sempre

Buona giornata, buon lavoro e buona Comunicazione Online!

Il Sarto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.I campi richiesti sono marcati *

© 2023 I Sarti del Web | Tema WordPress: Annina Free di CrestaProject.